Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Strane nuvole anche a Roma?

Nel web hanno girato foto relative a strane nuvole apparse prima o dopo i grandi terremoti del Cile, della Cina, dell’Indonesia e, per ultima, della Nuova Zelanda. Ne avevo già parlato mesi fa e avevo anche citato qualche ipotesi scientifica: Nasa: i terremoti sono prevedibili (?). Ecco qualche esempio di strane nuvole apparentemente connesse a terremoti:

Il Lettore Valerio aveva inserito un commento all’articolo Il terremoto della Nuova Zelanda e il cielo sopra Rangiora e in Il terremoto della Nuova Zelanda e un esperimento nel quale prometteva di inviarmi delle foto simili, ma scattate a Roma. Ne pubblico una, da me un po’ modificata avendone incrementato sia il contrasto, sia la saturazione, in cui si direbbe esser presente una formazione che sembra simile alle altre dei luoghi del terremoto.

Ora, anch’io come Valerio, abito a Roma e pertanto spero che le sue foto siano solo normali effetti luminosi e non siano foriere di disastrosi terremoti nella Città Eterna (!), mi limito solo a notare che il test della formazione colorata visibile nella foto di Valerio a me sembra dare sensazioni diverse dalle altre. Le foto cinesi e quelle neozelandesi ci parlano nettamente di potenti formazioni bioplasmiche nei cieli di quei Paesi. Quella romana di Valerio, no. Ma questa è solo la mia sensazione.

Voi che ne pensate? Cosa sentite?

About these ads

1 marzo 2011 - Posted by | Ambiente

20 commenti »

  1. Non riesco a percepire congestioni forti in quelle di Roma ,mentre nelle altre si sente più chiaramente.

    Commento di marco innocenti | 1 marzo 2011 | Rispondi

  2. Bè che dire….meno male!! :-)

    Commento di Valerio | 1 marzo 2011 | Rispondi

  3. Mi auguro, anzi tutti ci auguriamo che NON ci sia alcun terremoto, ciononostante come non ricordare quanto Bendandi disse per un terremoto a Roma proprio verso metà maggio di quest’anno. Lo stesso Giuliani che aveva previsto il terremoto dell’Aquila ha detto qualcosa su Roma (ma non ricordo)! Spero si sbaglino tutti!!!

    Commento di Mauro | 2 marzo 2011 | Rispondi

    • Ma sembra che la profezia di Bendandi sia solo un’invenzione del web. Almeno spero.

      Commento di Roberto Zamperini | 2 marzo 2011 | Rispondi

  4. Anchio stavo pensando a Bendandi! Diceva che l’11 maggio 2011 ci sarà un primo terremoto su Roma e poi un altro catastrofico nel 2012. Quello che mi mette paura è che ci ha “azzeccato” molte volte…

    Commento di Valerio | 2 marzo 2011 | Rispondi

    • ROMA, 11 MAGGIO 2011 – Come scrive uno dei numerosi siti che hanno pubblicato, senza verificarla, la notizia sul terremoto del 2011 in Italia, attraverso il suo metodo Bendandi avrebbe predetto un terremoto devastante per la città di Roma e aree limitrofe per il giorno 11 maggio 2011, e un altro di dimensioni ancora più apocalittiche per il 5-6 aprile 2012, affermando che in quella data parecchi terremoti colpiranno a macchia di leopardo tutta la Terra. La notizia, chissà perché, si è saputa però soltanto di recente, a molto tempo dalla scomparsa di Bendandi. E nessuno dei siti che la riporta cita la fonte esatta da cui proviene. Vera o falsa quindi? Dal momento che Bendandi è morto 32 anni fa, la persona più titolata a rispondere è Paola Lagorio, presidente dell’associazione La Bendandiana, che custodisce tutti i documenti manoscritti del sismologo.

      I MANOSCRITTI PER IL 2011 – Lagorio è stata intervistata di recente dal programma di Raidue, Voyager. E ha rivelato quindi: «Bendandi aveva deciso di bruciare i suoi manoscritti, ma poi ha avuto un ripensamento. E proprio alcuni dei documenti con le sue previsioni per il 2011 erano stati prima gettati nel fuoco e poi salvati. Non si sa chi lo ha fatto, ma la persona si è pentita del suo gesto e quei documenti sono quindi giunti fino a noi. Nelle carte di Bendandi relative al 2011 sono contenuti numeri e considerazioni, sempre in forma numerica». E ha osservato quindi Lagorio: «Nei documenti relativi al 2011 non si trova invece nessun riferimento a luoghi o date precise, come quelle che sono state riportate su Internet. Le notizie su un presunto terremoto previsto per l’11 maggio 2011 a Roma sono quindi destituite di ogni fondamento». Va inoltre osservato, infine, che le previsioni di Bendandi sono sempre state nell’arco di alcuni mesi, massimo un anno, e non per il lungo periodo. E’ inverosimile quindi pensare che abbia fatto delle predizioni addirittura ad alcuni decenni di distanza dalla sua morte. I romani possono quindi tirare un sospiro di sollievo, almeno in attesa della prossima teoria catastrofista che ultimamente su Internet non mancano mai.

      (Pietro Vernizzi)

      http://www.ilsussidiario.net/articolo.aspx?articolo=142104

      Commento di Roberto Zamperini | 2 marzo 2011 | Rispondi

  5. Me l’ero persa quella puntata di Voyager… grazie Roberto per la precisazione.

    Commento di Valerio | 2 marzo 2011 | Rispondi

  6. le nuvole iridescenti e gli arcobaleni chimici sono diventati una cosa normale da quando sono comparse le scie chimiche. questi fenomeni si verificavano più frequentemente nei primi anni del 2000 quando le irrorazioni erano molto più intense

    sono un effetto collaterale delle sostanze rilasciate e non c’entrano niente con i terremoti.

    Commento di Daniele | 11 marzo 2011 | Rispondi

    • Sei sicuro? Io invece non ci giurerei.

      1) Molte ricerche sembrano confermare il rapporto tra emissioni anomale di onde elettromagnetiche e i prodromi di un terremoto.
      2) Onde EM = plasma.
      3) Plasma = fluorescenza
      4) Quelle foto rappresentano fenomeni di fluorescenza.

      Non nego che possano esserci ALTRI meccanismi dietro quelle luminescenze, ma mi sembrerebbe proprio strano che esse si verificassero esattamente mezz’ora prima di un grande terremoto. E poi, scusa, ma gli aerei USA se ne sono andati a irrorare i cieli cinesi? Non ci credo nemmeno se li vedo. Oppure sono aerei cinesi che irrorano i loro cieli? Mah … Le scie chimiche sono un altro fenomeno tutt’altro che chiaro. Ho letto molto in proposito e finora nulla m’ha convinto.

      Commento di Roberto Zamperini | 11 marzo 2011 | Rispondi

  7. Mamma mia che immagini drammatiche arrivano dal Giappone!!

    Commento di Francesco | 11 marzo 2011 | Rispondi

  8. Questo video trasmesso dal TG1 http://www.youtube.com/watch?v=rtfYD_i1u-0
    In quanto a foto di nuvole iridescenti mi pare che quelle messe da te riguardino proprio quell’emisfero.

    Commento di Francesco | 11 marzo 2011 | Rispondi

  9. Nuvole iridescenti in Giappone:
    1- http://www.flickr.com/photos/pixieled/416381377/in/photostream/
    2- http://www.fotolog.com/4510waza/8564710
    Pare che anche lì comunque il fenomeno sia stato notato.

    Commento di Francesco | 11 marzo 2011 | Rispondi

  10. 1) si ma è così da sempre e si tratta di onde a bassissime frequenze

    2) fluorescenza non è la stessa cosa di arcobaleno o iridescenza

    le polveri di quarzo e di titanato di stronzio sono in grado di provocare quei fenomeni

    anche gli aerei cinesi, ma ci sono tante compagnie aeree che atterrano in cina.
    le scie chimiche sono un fenomeno abbastanza chiaro per chi le studia da molto

    sul forum di luogocomune.net il fenomeno viene discusso seriamente

    tante foto di arcobaleni e nuvole iridescenti

    http://cloudappreciationsociety.org/gallery/index.php?x=browse&category=35&pagenum=1

    http://cloudappreciationsociety.org/gallery/index.php?x=browse&category=50&pagenum=1

    http://cloudappreciationsociety.org/gallery/index.php?x=browse&category=37&pagenum=1

    http://cloudappreciationsociety.org/gallery/index.php?x=browse&category=27&pagenum=1

    http://cloudappreciationsociety.org/gallery/index.php?x=browse&category=33&pagenum=1

    http://cloudappreciationsociety.org/gallery/index.php?x=browse&category=32&pagenum=1

    http://cloudappreciationsociety.org/gallery/index.php?x=browse&category=38&pagenum=1

    Commento di Daniele | 12 marzo 2011 | Rispondi

  11. Questa mattina a Lugano (Svizzera) ho visto lo stesso fenomeno riportato nelle foto.

    Stiamo a vedere se nei prossimi giorni ci sarà un terrmoto.

    Commento di andrea berti | 15 febbraio 2012 | Rispondi

  12. Ho notato una differenza tra le prima due foto dell’articolo rispetto alla terza, ovvero l’orientamento dei colori dell’arcobaleno. Nelle prima due foto i colori sfumano l’uno nell’altro seguendo una retta verticale, mentre nell’ultima seguono una retta orizzontale.
    Infine da quanto ne so gli arcobaleni si formano nell’aria a causa sia della radiazione solare che delle goccioline d’acqua sospese nell’aria dopo i temporali. Qui non mi sembra ci sia stato un temporale, però so per certo che le goccioline d’acqua devono avere un certo diametro, seppure sempre microscopico, ma comunque più grande di quelle che formano le nuvole normali, per formare l’effetto arcobaleno. L’arcobaleno infatti si forma per la scomposizione della luce solare nei colori che la compongono, scomposizione operata da un prisma o comunque da una sostanza che possegga un certo indice di rifrazione. Tenuto conto di questa legge fisica posso quindi azzardare che le nuvole della foto siano costituite da goccioline d’acqua notevolmente più grosse di quelle delle nuvole normali, tenute in sospensione da una forza probabilmente di natura elettrostatica.

    Commento di Ivan | 18 febbraio 2012 | Rispondi

  13. nuvole così ne vedo anche al mio paese

    Commento di Francesca Tangianu | 8 ottobre 2012 | Rispondi

  14. ovviamente intendo l’ultima foto, in basso

    Commento di Francesca Tangianu | 8 ottobre 2012 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 550 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: