Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

I corpi sottili dell’uomo e le ottave (2)

L’epistola di Skyluke sta innescando, come prevedevo, un bel dibattito, ma, prima di proseguire, così come io stesso avevo preannunciato e così come mi è stato richiesto da alcuni di voi, spendo due parole sul concetto dei corpi e delle ottave. In realtà, se non ricordo male, ne parlai proprio in questo Blog, ma evidentemente si tratta di articoli che sono sfuggiti ai richiedenti.

L’essere umano possiede potenzialmente sette veicoli, o se preferite, sette corpi. A questi si danno tradizionalmente dei nomi sui quali il sottoscritto è assai poco d’accordo. Una volta per tutte proporrei di chiamarli così:

1) CORPO FISICO O BIOLOGICO che è quello che ben conosciamo. E’ anche quello che scompare alla nostra dipartita.

2) CORPO ASTRALE INFERIORE o emozionale inferiore o, meglio, SECONDO CORPO. Sulle sue caratteristiche vi prego di andarvi a leggere La Cellula Madre.

3) CORPO ASTRALE SUPERIORE o emozionale superiore o, meglio, TERZO CORPO. Sulle sue caratteristiche vi prego di andarvi a leggere La Cellula Madre.

4) CORPO MENTALE INFERIORE che da tempo propongo di chiamare RAZIONALE INFERIORE (anche le emozioni sono “mente”). Sulle sue caratteristiche vi prego di andarvi a leggere La Cellula Madre.

5) CORPO MENTALE SUPERIORE che da tempo propongo di chiamare RAZIONALE SUPERIORE (anche le emozioni sono “mente”). Sulle sue caratteristiche vi prego di andarvi a leggere La Cellula Madre.

6) ISPIRAZIONALE INFERIORE e non come chiamato da molti “spirituale” altrimenti non so che significato dare alla parola “spirituale” (Lo spirito non ha un corpo, se no non è uno spirito: contraddizione in termini). Sulle sue caratteristiche vi prego di andarvi a leggere La Cellula Madre.

7) ISPIRAZIONALE SUPERIORE e non come chiamato da molti “spirituale” altrimenti non so che significato dare alla parola “spirituale” (Lo spirito non ha un corpo, se no non è uno spirito: contraddizione in termini). Sulle sue caratteristiche vi prego di andarvi a leggere La Cellula Madre.

Ciò premesso, mettiamo qualche puntino sulle “i”.

PRIMO PUNTINO. Non tutti gli apparenti umani sono umani, quindi non tutti possiedono l’armamentario di cui sopra. Non mi fate domande in merito: non vi risponderò. Vi dico solo questo, affinché alziate le vostre antenne sulle molte (troppe) pseudo-informazioni che infestano il nostro campo, generalmente veicolate su Internet. Occorre essere molto attenti a quanto è veicolato sul Web soprattutto sul fronte “catastrofista”, “cospirazionista”, “alienista”. Ottimi miei amici sono letteralmente annientati nel loro R1 da queste tre diaboliche insinuazioni costanti. Sono i mezzi della guerra occulta. Una guerra che si combatte senza quasi che il 99,999%  ne sia minimamente consapevole. Attenzione! E’ una guerra occulta ma che noi non abbiamo ancora perso! Se io sono convinto che tutto è già stato scritto dagli Illuminati (o come cacchio li volete chiamare) e noi siamo solo dei pupazzi nelle loro sporche mani, allora il mio R1 va a ramengo e io divento per davvero un pupazzo. Dare la percezione che nulla si può fare perché forze titaniche sono in azione, è utile a coloro che servono dette forze come commessi  per lavorare indisturbati contro di noi. Gran parte delle guerre che sono state combattute sino ad oggi, si combattevano e si combattono requisendo o distruggendo il Primo Raggio dell’avversario. Al nostra mancanza di Primo Raggio è lo  massima forza dell’inimico. Illuminati? Cospirazioni? Alieni? Parlatene pure, ma una parte di voi coltivi sempre il dubbio che si tratta solo di ca … zzate. Altrimenti il vostro R1 sarà polverizzato!

  • Altrettanto, vivere di “volemose bene”, “benediciamo la Terra” “tutto va bene” “stiamo per fare il salto quantico” “la nostra coscienza salirà ad un gradino superiore” e via cretineggiando,  serve solo ai suddetti luridi commessi di forze occulte, anch’essi occulti come i loro padroni, MA NON AFFATTO INVINCIBILI, di fare il loro lavoro con la massima tranquillità. Dobbiamo essere molto guardinghi e non cedere ai facili ottimismi New Age. Il 90% della New Age è in mano  (come dice un mio caro amico) all’inimico. Imparare a smascherare l’inimico, ma senza mai credere che sia invincibile. Nulla è stato scritto. Le pagine del libro sono ancora bianche. L’inchiostro è il nostro R1 (Primo Raggio). Si potrebbe fare la storia del genere umano sotto l’ottica del Primo Raggio. Si vedrebbe che si son vinte o perse guerre epocali solo attraverso la conquista del Primo Raggio.

SECONDO PUNTINO. Non è vero che tutti gli umani-umani possiedano tutti i sette corpi di cui sopra. La maggior parte degli  umani-umani arriva tutt’al più fino ad una sorta abbozzo di Quarto Corpo e non va oltre. Pochissimi – una ristretta minoranza – possiedono il Sesto ed il Settimo.

TERZO PUNTINO. Non tutti quelli che arrivano al Settimo Corpo possiedono tutti e sette i corpi egualmente sviluppati. Esempio: si può avere un Settimo assai sviluppato ed un Sesto appena abbozzato e così via. Su questi concetti vi prego di andarvi a leggere La Cellula Madre.

QUARTO PUNTINO. Alla nostra morte (almeno questa è la mia opinione) muore il Primo Corpo e ci si trasferisce armi e bagagli al Secondo. Quindi ho l’impressione che il buon Skyluke abbia confuso ottava con corpo … Dopo questa perdita (= morte) si perdono via via gli altri corpi più o meno in sequenza. Se si possedeva solo un abbozzo di Quarto, ad esempio, che succede dopo?

  • E’ quello che gli Antichi chiamavano “seconda morte” alla quale corrisponde il bagno nel fiume Lete (leggete il libro VI dell’Eneide che vi spiega tutto con la massima chiarezza) e dunque l’oblio. Si perde totalmente la memoria di ciò che si era, per prepararsi a una nuova incarnazione. E’ di fatto la morte del vecchio individuo (individuo = in dividuus, ovvero che non può essere diviso, ma non certo immortale!) e si acquisiscono altri sette potenziali corpi. Vi prego di meditare su quel “potenziali”. Sta a significare che non è affatto vero che avremo di sicuro sette corpi. Potremmo averne tre o quattro. Dipenderà da quello che saremo diventati nella nuova incarnazione e da quello che faremo una volta incarnati. Nel senso ordinario del termine, la seconda morte corrisponde ad una morte definitiva, senza immortalità. Gli Antichi non credevano affatto all’immortalità della cosiddetta anima. Dopo la seconda morte, si è morti e, quando ci si reincarna, si è altri individui, con, tutt’al più, vaghe reminiscenze di ciò che si è stati in altre vite. Per chiedersela con Cicerone: Cui Bono? A che serve? A cosa serve A ME? Sono morto e per sempre. Insomma: niente immortalità! Dura Lex Sed Lex!
  • L’immortalità dell’individuo è possibile solo, secondo gli Antichi e anche secondo chi scrive, in seguito ad un’Iniziazione. Ne ho parlato più volte in questo Blog.

QUINTO PUNTINO. Chi possiede anche il Settimo Corpo e gli altri sviluppati in varia misura (insomma, quali più, quali meno) può accedere alla Seconda Ottava. (Può, non deve!). Quanti vi accedono? Temo pochissimi, ma proprio pochissimi pochissimi.

COS’E’ LA SECONDA OTTAVA? E’, come nella scala musicale, la riproposizione “pari pari” della Prima, con una sorta di replica dei sette corpi un’ottava sopra. A che pro? Il fatto è che questi “secondi” corpi appartengono a dimensioni ancor più sottili delle precedenti. Infatti ad ognuno dei sette corpi corrisponde una dimensione nella quale ci si esprime.  Sulle sue caratteristiche vi prego di andarvi a leggere La Cellula Madre. I corpi della seconda ottava hanno il potere di influire potentemente su quelli della prima. Il Primo Corpo della Seconda Ottava influisce sul Primo Corpo della Prima Ottava, potendolo modificare. Esempio: certi guaritori naturali.  Il Secondo Corpo della Seconda Ottava influisce sul Secondo Corpo della Prima Ottava, potendolo modificare. Esempio: le persone che hanno un effetto potente sulle emozioni degli altri. E così via.

CHE FINE FANNO LE OTTAVE DOPO LA MORTE? Da tutto questo si deduce che i defunti possiedono la Seconda Ottava se la possedevano da vivi, altrimenti nisba. Chi sta in Prima Ottava morirà in Prima Ottava. Se tutti i parenti di Skyluke stanno in Seconda Ottava me ne rallegro con lui e la sua schiatta, ma nutro qualche dubbio che sia proprio così!

GLI INDIVIDUI CHE HANNO QUALCHE CORPO SVILUPPATO NELLA SECONDA OTTAVA SONO PIU’ “SPIRITUALI” DEGLI ALTRI? E SE COSI’ FOSSE ALLORA CHE SIGNIFICA “ESSERE SPIRITUALI”? QUELLI CHE STANNO IN SECONDA OTTAVA HANNO RAGGIUNTO L’IMMORTALITA’?

SI PUO’ DIVENTARE SPIRITUALI O PIU’ SPIRITUALI? ESISTE UN’EVOLUZIONE SPIRITUALE? SE SONO BUONO, DIVENTO PIU’ SPIRITUALE? INSOMMA, COME SI FA A DIVENTARE PIU’ SPIRITUALI?

COME SI ACCEDE ALLA SECONDA OTTAVA?

ESISTONO ALTRE OTTAVE?

Ma, soprattutto, COME SI RAGGIUNGE L’IMMORTALITA’?

Se siete interessati a tutto ciò (e in base ai vostri commenti lo saprò o meno), tenterò di rispondere anche a queste domande.

PER ASPERA AD ASTRA. VALETE OMNES.

About these ads

19 marzo 2012 - Posted by | Conosci Te Stesso, Crescita Personale, Energie Sottili, Ermetica ed Alchimia

33 commenti »

  1. Sono più che interessato, Magister. E non credo di essere l’unico.

    Attendo paziente. Vale semper.

    Commento di Frank Merenda | 19 marzo 2012 | Rispondi

    • Tu e MP siete troppo sbrigativi. Ho scritto un sacco di cose e volete sapere solo se siete immortali? Be’, ve lo dico subito: no. A meno che …

      Commento di Roberto Zamperini | 19 marzo 2012 | Rispondi

      • hahahahahaah!!! Ma dove hai studiato così bene marketing???

        Commento di Frank Merenda | 19 marzo 2012 | Rispondi

        • Da un merendero romagnolo.

          Commento di Roberto | 20 marzo 2012 | Rispondi

  2. Si RZ, siamo interessati quindi rispondi al quesito FONDAMENTALE da te posto, grazie.

    Commento di mario puccioni | 19 marzo 2012 | Rispondi

  3. A meno che… non siamo INIZIATI… ma poi qui ci devi spiegare cortesemente che vuol dire e chi ha il potere di iniziare.. un altro iniziato? e lui chi lo ha iniziato? chi è stato il primo? e il primo si è AUTO-iniziato??? insomma che casino RZ!!!

    poi non ho proprio capito la parte (che NON vuoi spiegare) della guerra… e del dubbio e degli illuminati… a questo punto mi viene da dire… se loro hanno un esercito … perchè non possiamo averne uno anche noi (o forse è meglio dire VOI… ) e se già lo avete come si può aiutare?

    Grazie

    p.s. CERTO che sono interessato al resto!!!

    Commento di Manuel | 19 marzo 2012 | Rispondi

    • Guénon e Evola ne discussero a lungo. Guénon sosteneva che l’ Iniziazione vera parte da centri di Potere Spirituale vero. Evola, non contraddetto con troppa veemenza da Guénon, che tali centri non esistono più e che, in ogni caso, non si deve considerare l’Iniziazione in termini “burocratici”: Mi pare di capire che Evola intendesse che tali Centri non devono necessariamente esistere nella dimensione fisica e dunque gli Iniziatori potrebbero anche esistere in altre dimensioni. Credo che avesse ragione, ma che si tratta di pensieri (sui quali il Maestro non s’è mai speso più di tanto) PERICOLOSI. Non a caso, oggi c’è il proliferare di sette, di guru, di messaggi provenienti da altre dimensioni, eccetera eccetera.

      L’unica strada è cercare – con immensa fatica – di ricostruire i frammenti di Sapienza della Scienza Sacra che misteriosamente sono sopravvissuti all’Armageddon e sono giunti sino a noi. E’ da lì, con infinita pazienza, sta a noi ricostruire l’antico sapere.

      PS: ma come Zamperini, proprio tu ci parli dell’Armageddon? Sì, come no, ma non parlo dell’Armageddon prossimo futuro. Parlo di quello che c’è stato … :)

      Commento di Roberto | 19 marzo 2012 | Rispondi

  4. Ma, soprattutto, di QUALE immortalità stiamo parlando? :)

    Commento di kiarodiluna | 19 marzo 2012 | Rispondi

    • Purtroppo il plurale di immortalità non esiste… :)

      Commento di Roberto | 19 marzo 2012 | Rispondi

      • Appunto..

        Commento di kiarodiluna | 19 marzo 2012 | Rispondi

  5. In un’altra sede ho letto in un commento che Pitagora parla di quattro corpi. Roberto, è possibile intendere i sette corpi da te indicati “anche” come quattro, o si parla proprio di cose diverse? Chiedo per curiosità e ignoranza, perché mi pare che in qualche modo i corpi da te numerati 2 e 3, come 4 e 5, e ancora 6 e 7, vadano “insieme”, e questo in qualche modo si accorderebbe con quanto detto da Pitagora. Chiedo venia per eventuali castronerie, sto cercando di capire.

    Commento di Francesco | 19 marzo 2012 | Rispondi

    • Basta suddividere in inferiore e superiore tre dei quattro corpi di Steiner e di Pitagora che fa 1 + 2 x 3 = 7. In altre Tradizioni si parla di un’ulteriore suddivisione in 7, quindi 7 x 7 = 49. Sinceramente sono sottigliezze che non mi interessano. La suddivisione in 7 ritorna con i 7 e 7 centri extracorporei e quindi la rende in questo senso preferibile. La suddivisione in 4 ritorna con i 4 elementi ed è più semplice e quindi la rende in questo senso preferibile. E allora? Cosa è preferibile? Allora, essere laici. Sempre. Pitagora lo era e Steiner lo era. Non mi avrebbero chiesto perché dici sette. Mi avrebbero chiesto che ci fai con sette. A che serve.

      Non essere legati alla mappa geografica. Si può cambiare la mappa, ma non per questo s’è cambiato il territorio. Spero di essermi spiegato.

      Ad majora. E benvenuto FF!

      Commento di Roberto | 19 marzo 2012 | Rispondi

      • Ringrazio io te, per ricordarmi l’importanza del chiedere “perché” :-)

        Commento di Francesco | 19 marzo 2012 | Rispondi

  6. Anch’io sono interessatissimo!!! Se per immortalità intendi la conservazione della memoria delle vite passate allora corrisponde alla differenza che facevano gli egizi tra resurrezione e reincarnazione. La seconda comporta l’oblio e quindi cicli di andata e ritorno (nascita/morte) fino a quando si raggiunge quel livello dove invece della reincarnazione si ha la “resurrezione” ovvero quando si conserva la memoria delle vite/esperienze passate. Anche “vite passate” in realtà è un errore ma diciamo cosi per semplicità.

    Il motivo dell’oblio mi fu spiegato molto chiaramente una volta ovvero come faccio a radicarmi come “Marco” in questa vita/realtà se conservo la memoria di tutte le altre identità che ha avuto/sperimentato. Tutto ciò fino a quando – probabilmente- non raggiungo il livello di “iniziato” (come dici te), ovvero un livello di comprensione superiore della materia.

    La tua suddivisione dei vari corpi è coerente con l’appellativo che alcuni danno all’essere umano ovvero complesso corpo/mente/spirito.

    Commento di Marco | 19 marzo 2012 | Rispondi

  7. si siamo interessati alla tua profonda saggezza. grazie.

    Commento di paolo salaris | 19 marzo 2012 | Rispondi

  8. Mi aggiungo anch’io al club degli interessati. Attendo…

    Commento di Valerio | 19 marzo 2012 | Rispondi

  9. Uhmmmm…. Sarei piuttosto interessata ad una consapevolezza espansa, sapete cortesemente dirmi dove la si può trovare e se fanno orario continuato? ( scherzo )))

    Invece mi piace molto il motto “Al nostra mancanza di Primo Raggio è lo massima forza dell’inimico.” Capire che la questione è fondamentale per il nostro equilibrio di persone senzienti e centrate, capaci di intendere e di volere per il proprio e altrui bene è praticamente il succo di quello che istintivamente mi conduce sia nella vita che nelle relazioni interpersonali. Entrare a cuore aperto e poi saper come uscire da certe dinamiche, a volte dà proprio una profonda soddisfazione :) Sto cercando il post sulla Cellula Madre… ma dove si trova? Si, sono cecata, pazienza.

    Commento di Allison Burne | 19 marzo 2012 | Rispondi

    • Non è un post. E’ un libro. Il mio quinto libro. Edizioni Macro.

      Commento di Roberto | 20 marzo 2012 | Rispondi

      • Grazie Roberto, di tuo a casa ho quello delle Energie Sottili di qualche anno fa (e devo farti i miei complimenti, tratti la materia in modo molto esaustivo), quindi vedrò di procurarmelo :)

        Commento di Allison Burne | 20 marzo 2012 | Rispondi

  10. Oilàh, non sono sparito eh … non è che butto il sasso e poi nascondo la mano!! :)

    Sapevo già che il Magister RZ avrebbe puntato (io pure lo avrei fatto) sullo scivolone da buccia di banana tra Arcaico 2 e Ottava 2; eppure io non ho voluto testare l’Arcaico 2 che in almeno un paio di casi, a suo tempo, avevo già trovato “spento”, ho intenzionalmente voluto testare
    1 – SE “Tizio” è ANCORA energeticamente attivo DOVE se ne sta la sua energia?

    L’operazione più pratica (e veloce) che mi è venuta in mente per dare una risposta seppur grossolana è stata:
    1 – Testo l’energia di “Tizio” presente nella 1a Ottava (non mi frega niente di dove e quale Arcaico)
    2 – Testo l’energia di “Tizio” presente nella 2a Ottava (non mi frega niente di …)
    3 – Nel dubbio, metti che non trovo nulla di nulla, testo l’energia di “Tizio” presente nella 3a Ottava (e anche qui non mi frega niente di …)

    Detto ciò ritengo, come sempre NON CERTO IN ASSOLUTO e NEANCHE COME ORO COLATO, di aver ottenuto i risultati di cui all’epistola http://zaro41.wordpress.com/2012/03/18/che-fine-fanno-i-morti/

    La mia stravagante :-) sperimentazione nasce dall’ipotesi che siccome “nulla si crea e tutto si trasforma”:
    A – La parte fisica la spiegano già in tanti, per dirla come in chiesa … “ricordati uomo che cenere sei e cenere ritornerai”, oppure alla scienza ufficiale … “gli atomi e le molecole di XXX si trasformano in YYY con la reazione ZZZ”
    B – La parte animico-spirituale diciamo che la lascio volentieri a questioni più “religiose” onde evitare di alzare il solito vespaio “l’anima c’è sì – non è vero, non c’è” “no, ma che dici, quello lì è lo spirito mica l’anima” ecc..
    C – Quello su cui nessuno indaga (esperire necessitat) è al parte prettamente ENERGETICA SOTTILE, ed è proprio quello che ho cercato, pur con i miei limiti, di fare

    Ergo, fermo restando le dovizie di spiegare a chi non si è letto i libri Zamperiniani (in particolare La Cellula Madre) che cosa si intende con “2a Ottava”, è proprio sul punto C che c’è da indagare

    Sulla Zietta, ho voluto ri-fare delle altre prove a riscontro seppur non “sul posto”, ottenendo analogo risultato, pur avendo questa volta verificato singolarmente anche i 7 Arcaici della 1a Ottava: possibile che nessuno abbia riscontri, anche diversi dai miei?

    He he he, bello vedere tutti questi appassionati approfondimenti scatenati dalla mia epistola!

    Commento di SkyLuke | 19 marzo 2012 | Rispondi

  11. A questo punto la replica sperimentale di RZ è obbligatoria!

    Commento di mario puccioni | 20 marzo 2012 | Rispondi

  12. L’argomento è di Grandissimo interesse!!
    Il discorso su R1 è come sempre di grande utilità e ti ringrazio Roberto per questi incipit preziosissimi ;).
    Se può tornare utile ho sempre avvertito la morte dei corpi di persone a me care (miei parenti), avvertendo dapprima fortemente la loro presenza sul piano emozionale, una presenza o un contatto che gradualmente muta, come se l’essenza del Caro si raffinasse ed affievolisse fino quasi a sparire, ad esempio un mio zio defunto da tempo, ora mi resta più sul piano del ricordo, mentre mio Nonno morto più di recente (un paio di anni) lo avverto con un sentire molto simile a quando “sento” il mio Genius, cioè un sentire che mi riempie il cuore e mi stampa un sorriso carico di Amore Vivo che mi è difficile definire.
    Vorrei chiedere se il processo di dissoluzione dei corpi e la seconda morte servono anche a facilitare lo scioglimento di una parte di legami che svantaggerebbero troppo il processo evolutivo nelle successive rinascite??

    Valete

    Commento di Girolamo | 20 marzo 2012 | Rispondi

    • “Vorrei chiedere se il processo di dissoluzione dei corpi e la seconda morte servono anche a facilitare lo scioglimento di una parte di legami che svantaggerebbero troppo il processo evolutivo nelle successive rinascite??”

      Credo proprio di sì. Se morissimo mai, mai nasceremmo.

      Commento di Roberto Zamperini | 20 marzo 2012 | Rispondi

  13. Per favore vorrei chiedere:

    a) non tutti possiedono i sette corpi sviluppati, allora per i corpi poco sviluppati o assenti cosa si puo fare per svilupparli? Attivare e pulire gli Arcaici aiuta?
    b) so che non esiste un collegamento diretto degli Arcaici e i CEC, I nostri sensori nelle 7 dimensioni. Quando una dimensione è assente lo è anche il sensore in tale dimensione? Potremmo comunque ricevere qualche informazioni da tale dimensione?
    c) come e “dove” si focalizza la coscienza nelle ottave superiori?

    Grazie.

    Commento di anmain | 20 marzo 2012 | Rispondi

  14. “a) non tutti possiedono i sette corpi sviluppati, allora per i corpi poco sviluppati o assenti cosa si puo fare per svilupparli? Attivare e pulire gli Arcaici aiuta?”
    Certo!

    “b) so che non esiste un collegamento diretto degli Arcaici e i CEC, I nostri sensori nelle 7 dimensioni. ”
    Non esiste un collegamento diretto, come tra Arcaici e chakra. Indirettamente, c’è.

    “Quando una dimensione è assente lo è anche il sensore in tale dimensione? ”
    Traduco (perché l’hai detta in modo un po’ confuso): quando non esistono i corpi sottili (e duqnue i corrispettivi Arcaici) ci sono i CEC di quella dimensione?
    No. Per meglio dire: sono solo dei semi, perché è inesatto dire che non esistono del tutto.

    “Potremmo comunque ricevere qualche informazioni da tale dimensione?”
    No. Mi sembra ovvio.

    ” come e “dove” si focalizza la coscienza nelle ottave superiori?”
    Ahia! Cos’è la “coscienza”? Coscienza di esistere? No, non credo proprio. La coscienza di esistere o sentir d’essere è in qualche modo quel che chiamiamo spirito. Il sentir d’essere deve essere separato dai veicoli, altrimenti ci ricorderemmo di vite precedenti et similia. Ma non così non è. Per questo dico che non può esistere un “corpo” spirituale. O spirito o corpo. Tertium non datur.

    Commento di Roberto | 21 marzo 2012 | Rispondi

  15. http://zaro41.wordpress.com/2011/06/22/dai-chakra-agli-arcaici-dei-delfini-2/

    Secondo me un articolo che fa da completamento…

    Commento di silviandreani | 21 marzo 2012 | Rispondi

  16. Per favore ho un altra domanda:
    Per ricevere informazioni dalle dimensioni 6 e 7 (intuizione, ispirazione) c’è bisogno che tutti i CEC corrispondenti alle dimensioni inferiori siano sviluppati (cioè 1 2 3 4 5)?
    Se per esempio ci sono solo dei semi dei CEC mettiamo 3 e 4, mentre sono sviluppati i CEC delle dimensioni 6 e 7, posso ricevere ugualmente informazioni dalle dimensioni 6 e 7? Per meglio dire: i CEC assenti o presenti solo come semi, ostacolano la discesa delle informazioni nel canale celeste provenenti dai CEC immediatamente superiori?
    Grazie.

    Commento di anmain | 23 marzo 2012 | Rispondi

    • “Se per esempio ci sono solo dei semi dei CEC mettiamo 3 e 4, mentre sono sviluppati i CEC delle dimensioni 6 e 7, posso ricevere ugualmente informazioni dalle dimensioni 6 e 7? Per meglio dire: i CEC assenti o presenti solo come semi, ostacolano la discesa delle informazioni nel canale celeste provenenti dai CEC immediatamente superiori?”
      Immagina che un tizio abbia 6 e 7 sviluppatissimi ma 4 e 5 nulli: è praticamente un cretino. Gli Dèi gli parlano del destino dell’anima ma lui capisce che gli stanno parlando del risultato della prossima partita di pallone.

      Datti da sola la risposta. Non è difficile! :)

      Commento di Roberto Zamperini | 23 marzo 2012 | Rispondi

  17. mi viene da consigliare la lettura delle Stanze di Dzyan, in particolare la sezione antropogenesi della Madame Blavatsky che non so mai come si scrive..nel testo si parla di almeno cinque razze esistenti ad oggi sulla terra, di cui l’ultima soltanto ha ricevuto la benedizione dal cielo. E parliamo di una benedizione Entry Level.. Alcuni movimenti di cui non farò nome credono che la vita si genera dalla fusione di cielo e terra..

    Con il massimo rispetto che lui sa che nutro per lui mi pare che la TEV sia in Shakty Pad ovvero a una fase in cui per forza è costretta a guardare anche oltre..

    La shakty è una fase tipica del cammino verso la luce in cui l’iniziato deve fare una scelta in cui .. stabilizzarsi sull’altissimo potere che ha ricevuto grazie ai suoi immensi sforzi e quindi si blocca, oppure rinunciare perchè oltre vede solo uno spazio buio..

    per uscire da questa fare bisogna evadere dalla prigione dell’io e sfondare ogni muro delle convinzioni personali o esperienziali giocando il piu possibile di squadra e incontrando il piu possibile le persone che non avremmo mai voluto incontrare..

    La furbata in questa fase è farsi la seguente domanda: ho scoperto tantissimo ma non sarebbe eccitantissimo ora far finta che non so nulla e gettarmi in questo oceano di cui sento la portata? Ovvero quanto sarebbe eccitante ora scoprire tutto cio che non so.. e che ho fatto finta sin ora che non esistesse?

    Spesso infatti la risposta è in tutte altre culture remote, religioni, persone veramente che in ambito TEV si definirebbero esterni alla cerchia.. è li spesso la soluzione

    tutto ciò che ci divide è la radice della povertà..

    Commento di Efesto | 13 maggio 2012 | Rispondi

  18. Interessante modo di vedere ….credo che i nostri limiti nel comprendere cio’ che siamo sono determinati dal nostro agire

    Commento di Pablo Picasso | 11 maggio 2013 | Rispondi

  19. Grande Roberto Zamperini. I tuoi scritti ora vanno alla storia.

    Commento di Paola | 23 ottobre 2013 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 548 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: