Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Orbis Tertius con il Cleanergy?

Dalla lontana Germania, ecco cosa ci scrive l’Istruttore in loco di TEV Matteo Graziano:

Rieccomi, per l’appunto, a portare le mie esperienze nell’apprendimento del tedesco.

Quest’estate ho fatto un corso di tedesco a Berlino, ed essendo una lingua piena di parole e regole da imparare a memoria, ho pensato bene di usare la tecnica dei mudra con Cleanergy in classe durante le letture ad alta voce e durante lo studio dei vocaboli (entrando in THETA durante la lezione o lo studio, e digerendo il tutto con 5 min di ALFA subito dopo). Cercavo di farlo solamente nei momenti in cui parlava l’insegnante oppure quando si corregevano i compiti a casa, e l’insegnante ci faceva notare gli errori e rispiegava gli argomenti non chiari.

Beh, sebbene io abbia notato di aver imparato con tempi molto veloci rispetto ai miei colleghi, ho avuto per due giorni consecutivi un effetto collaterale che mi ha lasciato perplesso. Racconto:

Martedì (per esempio, non ricordo il giorno) si fa la lezione con un testo che racconta di un tizio sfortunato a cui gliene succedono di tutti i colori: cade dalla bici, si chiude fuori casa con le chiavi dentro la serratura, gli si rovescia un barattolo della vernice, prende la scossa…

Mercoledì ho una giornata allucinante in cui me ne succedono di ogni. Cose piccole, sciocchezze, scocciature una dietro l’altra: problemi di chiavi, di cellulari scarichi, di fraintendimenti, di unghie rotte battendo contro il muro… etc. Continuo comunque a frequentare al mio corso quotidiano di tedesco e nella lezione si parla di un tizio ad un tavolo di un bar, in cui entra un ragazzo che ruba qualcosa nel negozio e viene rincorso e chissà come andava a finire… Beh il giorno dopo sono seduto al bar fuori dalla scuola di tedesco, e vuoi che non arrivi un baldo giovine che corre ai mille all’ora e si rinchiude nel bagno del bar, e qualche istante dopo un uomo molto alterato chiede in giro se qualcuno ha visto un ragazzo che correva? Segue una scena in cui c’è una discussione per capire cosa è stato rubato e come. 30 minuti dopo, quando le acque si sono calmate, il baldo giovine esce dal bagno e va via. Io in tutto questo, totalmente allibito dal succedersi dei fatti, sono rimasto a leggere il giornale, andava ancora a finire che me le prendevo! Da quel giorno devo dire che ho fatto mooooolta più attenzione ad usare la tecnica col Cleanergy nello studio del tedesco.

Devo dire anche che il libro che la scuola mi ha dato è molto buono a livello didattico, ma i contenuti sono principalmente negativi e anti-R1! Ti dirò di più: le lezioni ‘incriminate’ trattavano i congiuntivi, le possibilità ipotetiche. E’ possibile che studiando quelle lezioni in theta io mi sia autoprogrammato per riviverle-metterle in atto? D’altronde il messaggio che viene assimilato in teta è uno solo e senza filtri…. Che ne pensi? C’è un movente, e se c’è, c’è una soluzione? C’entra la lingua che si studia? (E mi ricollego al mio post precendente…)

Sono tutt’orecchi, bitte.

Inutile dire che Matteo solleva un’inquietante ipotesi: possibile che con il Cleanergy e i connessi R1 (Primo Raggio) e R4 (Quarto Raggio) si dia vita in qualche modo a cose lette o solo immaginate? La sua e-mail mi ricorda un racconto di Jorge Luis Borges che, se ricordo bene, si chiama Tlön, Uqbar, Orbis Tertius. Uno dei concetti principali di Tlön, Uqbar, Orbis Tertius sostiene che le idee possano, in definitiva,  manifestarsi nel mondo fisico. “In Tlön, Uqbar, Orbis Tertius l’articolo di un’enciclopedia riguardo a un misterioso paese di nome Uqbar è il primo indizio dell’esistenza di Orbis Tertius, grande cospirazione di intellettuali per immaginare (e poi creare) un nuovo mondo, Tlön. Nel corso della storia, il narratore incontra artefatti di Orbis Tertius e Tlön; prima della fine della storia, il mondo si sta trasformando in Tlön.”  … “Nell’anacronistico poscritto il narratore e il mondo hanno appreso, grazie alla scoperta di una lettera, che Uqbar e Tlön sono luoghi inventati, l’opera di una “società segreta e benevola creata nel XVII secolo, che contava anche Berkeley tra i suoi membri (anche se la società segreta fa parte della finzione di Borges, Berkeley e gli altri membri citati sono personaggi storici). “

Come spesso gli accade, il Maestro (Borges) poeta cieco come Omero, vede cose che stanno scritte nelle stelle o, come direbbe forse lui, occultate in Universi celati, ma necessari.

Dunque, Matteo starebbe ricreando un suo Orbis Tertius con il solo Cleanergy? E’ sufficiente incrementare R1 e R4 per dar vita a situazioni solo immaginate? Voi che ne pensate? Aspetto le vostre idee… (e anche Matteo le aspetta).

About these ads

25 aprile 2012 - Pubblicato da | Cleanergy, Energie Sottili, Ermetica ed Alchimia

9 commenti »

  1. Ciao a tutti, è veramente interessante questa ipotesi.
    Premetto che purtroppo non ho ancora partecipato ad un corso, ma ho diversi anni di esperienza nel lavorare con energie e continuo a studiare le onde cerebrali e tutto ciò che ne concerne.
    Questa situazione spiegherebbe, a parer mio, “le coincidenze”…(e aggiungo anche “legge d’attrazione”… o è troppo un azzardo?).
    La mia vita è piena di coincidenze, tanto da non farci più caso (scusate il gioco)… è anche vero che per lavoro e mia naturale inclinazione credo di essere spesso in Theta…. anche ora sto vivendo una coincidenza… E’ il momento della Germania e dei Tedeschi (ho a che fare con tanti di loro da un paio di mesi a questa parte)… di Berlino… e chissà come mai che anche in questo blog, che da poco frequento, ma che è al momento uno degli strumenti che utilizzo di più per fare ricerca, si parla di Berlino ….
    Sono proprio curiosa e interessata!
    Serena

    Commento di atelierdelleartilibere | 25 aprile 2012 | Rispondi

    • Stiamo parlando di cose molto precise. L’ipotesi di Matteo è: attivando R1 e R4 è possibile generare eventi (graditi o sgraditi che siano)? Il Cleanergy sarebbe soltanto una sorta di “facilitatore” di forme-pensiero anche involontarie. Insomma, come suggerisce Borges in Orbis Tertius, una forma-pensiero lungamente perfezionata e mentalmente potenziata, può trasformarsi in realtà? La forma-pensiero di Orbis Tertius era assolutamente fuori di ogni ratio e dunque sommamente improbabile, ma costruita da un lungo elenco di esperti di varie materie letterarie, filosofiche e scientifiche. Non vi dico cosa succede realmente, per non togliervi il gusto di leggere Borges.

      Commento di Roberto Zamperini | 25 aprile 2012 | Rispondi

      • Ciao Roberto,
        proverò a rispondere alla domanda (ovviamente correggimi se sbaglio) facendo riferimento a ciò che ho appreso durante i corsi e ragionando su ciò che è capitato a Matteo.
        Durante la lezione Matteo, per facilitare l’apprendimento, entra in theta, che significa ricettività, suggestionabilità, caduta delle barriere dell’io. Questo comporta che l’informazione, ossia la storia del tizio sfortunato, veicolata dal “nostro TIR” R1 arriva. In lingua tedesca, ma arriva. In più, Matteo con R4 entra in risonanza con le vicende, è un po’ come se stessero su una stessa lunghezza d’onda. Alla fine Matteo chiude il “circuito” mettendosi in Alfa per 5 minuti. Lo stato alfa è lo stato di ancoraggio, pertanto è come se Matteo facesse suo tutto ciò che appreso: dalla lingua alle vicende narrate.
        Quindi concludo, dicendo che per me, attivando R1 e R4 è possibile generare eventi (graditi o sgraditi che siano) e che, quindi, bisogna fare molta attenzione al tipo di informazione che si vuole veicolare.
        Ovviamente questa è una mia opinione, accetto critiche e suggerimenti al fine di migliorare la comprensione dell’argomento.
        Grazie

        Commento di Francesca | 26 aprile 2012 | Rispondi

  2. Roberto io sono un po’ preoccupata perche per non avere le mioclonie porto i cleanergy con memoria sistema nervoso sul frontale, e sui chakra coronali, e sono sempre in alpha,delta e theta ed essendo sempre in questo stato calmo non si verificano i corto circuiti delle scosse miocloniche o perlomeno si sono subito attenuate dell’80 per cento.

    Non ho prestato attenzione alle coincidenze ma ora sono un po’ preoccupata. A volte ci metto la memoria legami che per lo piu’ metto sulle amigadle.

    In questo modo dopo tanti anni di attacchi ho rireso la vita normale.

    Ora sto lavorando come mi hai detto tu sul campo ordinatore del bottone sinaptico.Ci ci metto gli accettori, gli espulsori , filtri ,ecc, cosi’ come sui mitocondri del bottone sinaptico e sul campo ordinatore della produzione del gaba.Appena metto l’ordinatore del gaba mi viene un respiro di calma. Non so se eseguo bene. Metto sul lato out del cleanergy 7.11: quello blu.

    Sono in forza per una cosa che ho fatto con molta attenzione. Prima ho pulito tutto poi ho usato il mio canale celeste che al corso mi avevi detto che era buono.Ho trasformato l’energia in bio energia., dopo aver pulito lo splenico. Ho trasformato l’energia oro in bioenergia oro ed ho attivato con cautela il bioriparatore generale della corona posteriore sperando che andasse a ripare i punti danneggiati del mio cervello che credo che sono nei nuclei basali o nell’ipotalamo o non so. Mi sono subito sentita meglio e mi sento bene da due giorni, in forza. So che lo devo fare con cautela e non sempre ma ho speranza in questo bioriparatore. L’ho fatto 2 volte, una volta gli ho detto vai a riparare l sistema nervoso ma non so se poteva prendere questa affermazione.

    Non ho usato il biorigeneratore perche’ ci hai detto che per ora non siamo pronti. Non essendo pronta non vorei rigenerare male una cellula.

    Altra scoperta. Quando uscivo da yoga faticavo a tornare a casa. Le gambe non mi reggevano, una sofferenza. Ho pulito il chakra basale e mi sono sentita meglio.A casa ho messo in ordine tutto senza fatica. Prima entravo, mi buttavo sul letto e cercavo di trovare la forza anche di appendere il cappotto.

    Ora prima di fare yoga che e’ hata yoga Iyengar, duro, fisico, Iyengar lo chiamano il gurriero ed a torto qualcuno lo ha chiamato il ginnasta. faccio la preparazione preliminare.L’Iyengar non porta l’illuminazione ma secondo il mio parere e’ il vero yoga che inizia dalla conoscenza del corpo e dato che Iyengar crede nell’incarnazione, non nel modo della coscienza, ma secondo la sua religione: Per l’induismo per arrivare all’illuminazione, il dhyana ,secondo lui ci vogliono tante vite. Io non credo alla religione induista ma trovo piacere nell’eseguire le asana di Iyengar anche se sono faticosissime.Tra l’altro Iyengar e’ riconosciuto come il piu’ grande maestro di yoga.

    Sono andata un po’ fuori tema. Cosa devo fare visto che per non avere attacchi mioclonici devo stare sempre in alfa, theta e delta anche da sveglia?

    Sul fatto di stare in theta, alfa, delta come ci sono perennemente io. Secondo me e’ stato questo che ha ridotto da subito le mioclonie, le scosse muscolari datemi notizia perche’ sono preoccupata.

    Spero che mi rispondi. Saluti da Paola

    Commento di Paola Greco | 25 aprile 2012 | Rispondi

    • Che devo dirti, Paola? Se tu hai già ottenuto ottimi risultati, la mia raccomandazione non può che essere: NON CAMBIARE UNA VIRGOLA DI CIO’ CHE GIA’ FAI. Se ritieni che stimolare i campi ordinatori di alpha, theta e delta ti faccia star meglio, OK, continua a farlo. Per il resto, continua ESATTAMENTE ciò che già fai, ma lascia perdere il Biorigeneratore difficilissimo da usare e pericoloso (io non lo uso).

      Al Palatino non ti ho vista. Come mai?

      Commento di Roberto Zamperini | 25 aprile 2012 | Rispondi

  3. Non sono potuta venire perche’ le mioclonie mi rendono debole ed e’ complicato per me stare a lungo fuori. Poi mi devo portare apppresso le medicine, gli integratori, l’acqua, il glucosio. Insomma la prossima volta saro’ guarita e vero’ senz’altro.Sto migliorando.

    Commento di Paola Greco | 25 aprile 2012 | Rispondi

  4. Grazie

    Commento di Paola Greco | 26 aprile 2012 | Rispondi

  5. una delle prime leggi della magia indica come il magnetismo di certe faccende le attivi.. ma soprattutto.. analizzando bene la legge.. indica anche come il non magnetismo di certe faccende non le attivi..

    se io ho una immagine di me non molto alta.. non attirerò mai idee incredibili.. il limite è la prima cosa che creiamo in noi..

    quando si attiva una fp.. che sia anche un semplice desiderio noi apriamo i canali del mag personale e quell’evento semplicemnte ha delle porte aperte a poterci raggiugere..

    ora il vero problema è .. quante sono le porte che da noi stessi chiudiamo.. ? molto spesso è un problema ereditario e di spazio tempo..

    Commento di Efesto | 13 maggio 2012 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 517 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: