Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Da Nikola Tesla alle energie sottili … (2)

Permettetemi di riportare la vostra attenzione su alcuni punti del filmato dedicato a Tesla…

Un individuo con una natura supernormale

«L’energia psichica di Tesla era spaventosa, era quasi un suono, e la mia pelle rabbrividiva», così commentò uno scrittore di nome Jiulian Godern. «Aveva gli occhi di un veggente o veromante», dicevano le persone di Tesla. Le persone a lui vicino sapevano di questo suo dono di veggenza.

1890, Philadelfia, sentì qualcosa di negativo, e bloccò quasi con violenza i suoi amici che volevano partire con un treno notturno, e gli salvò la vita: il treno deragliò veramente.

Anno 1912, Tesla convinse John Pierpont Morgan a rinunciare al viaggio sul Titanic. Morgan, che credeva profondamente nelle capacità intuitive di Tesla, seguì il consiglio restituendo il biglietto. John Jacob Astor, un vecchio amico e sponsor di Tesla non gli diede retta e morì. Qualche anno prima Tesla predisse che la prima guerra mondiale, sarebbe durata 4 anni, e avrebbe avuto fine nel dicembre 1918. Si sbagliò solo di 5-6 giorni. Predisse anche che il periodo di pace dopo la prima guerra mondiale sarebbe durato 20 anni. Dopodiché avrebbe avuto inizio la seconda. Ma, soprattutto, era per i suoi contemporanei spronante, generò colossali quantità di geniali idee con incomprensibile semplicità e, infine, una scioccante verità: «Io non sono l’autore di queste idee.».

Era un bambino normale, nulla di speciale, poi, tutto cambiò in un istante. Suo fratello morì, fu un terribile colpo che stravolse la vita di Nicola. Iniziò ad avere insopportabili incubi notturni, con forza di spirito il giovane sostituì queste paurose visioni con altre immagini. In principio, erano le immagini del mondo in cui aveva vissuto ma, in un certo preciso momento, inconsciamente iniziò a viaggiare attraverso i confini della realtà conosciuta. «Così iniziarono le mie escursione mentali, da prima annebbiate e poi sempre in modo più definito; iniziai a vedere posti, città, paesi, vissi lì, incontrai altra gente, feci nuovi amici. Ciò è difficile da comprendere, ma mi sono cari come la mia famiglia, e ugualmente reali.».

La scienza moderna studia questi fenomeni, e non trova anomali questi particolari stati modificati di coscienza.

Nina Sviderskaja, dottore in scienze mediche, professoressa: «Un uomo in stato di percezione modificato, può vedere cose che non provengono dagli occhi. Si può trasportare in altri luoghi, in altri tempi, e ciò significa che non ci sono confini.».

Oggi questo stato di coscienza viene esattamente registrato da macchinari.

La diagonale di coscienza superiore

Nina Sviderskaja, dottore in scienze mediche, professoressa: «Qui vediamo una precisa configurazione, noi la chiamiamo la diagonale di coscienza superiore. Questa è l’attivazione di zone nel lobo cerebrale anteriore destro, e nel posteriore sinistro; al contrario, durante il normale funzionamento vengono attivate zone nel lobo cerebrale anteriore sinistro, e posteriore destro.».

Sovraumano, lo chiamavano i suoi contemporanei, così almeno per come realizzava le sue invenzioni.

«La mia mente è solo un ricevitore, nello spazio cosmico c’è il nucleo dal quale tutti attingono il sapere, le forze, e l’ispirazione; non sono penetrato nei suoi segreti ma so che esiste

Un Universo vivo

«Tesla intendeva che l’universo è un solo organismo vivente, formato da molte parti, che sono simili, ma si distinguono per le diverse frequenze, ogni parte è un mondo parallelo. Se ci sintonizziamo con le frequenze di altri mondi, apriamo per così dire una finestra su di essi, così da poter viaggiare per tutto il cosmo

Elettricità e la Vita …

«Senza dubbio Tesla possedeva una spiritualità di un livello superiore», disse sullo scienziato il famoso filosofo Indiano Vivi Cananda. Lui visitò più volte il laboratorio dello scienziato e raccontò: «Tesla ha un rapporto con l’elettricità come se fosse un essere vivente, parla con lei e gli da ordini

28 marzo 2010 - Posted by | Personaggi |

5 commenti »

  1. “… nello spazio cosmico c’è il nucleo dal quale tutti attingono il sapere, le forze, e l’ispirazione; non sono penetrato nei suoi segreti ma so che esiste …”

    e questo scusate se è poco ma ci interessa tanto … specialmente se sappiamo “come” attingere!

    Commento di SkyLuke | 28 marzo 2010 | Rispondi

  2. Per me, l’informazione e l’insegnamento che mi arriva dalla vita e le scoperte di Tesla è : SINTONIZZATI.

    Commento di Marco Innocenti | 28 marzo 2010 | Rispondi

  3. Concordo con SkyLuke:
    «La mia mente è solo un ricevitore, nello spazio cosmico c’è il nucleo dal quale tutti attingono il sapere, le forze, e l’ispirazione; non sono penetrato nei suoi segreti ma so che esiste.»

    In questa frase è davvero racchiusa una grandissima verità, una verità molto antica ma pur sempre attuale, atemporale direi.

    Si tratta proprio di secretum et ARCanum….

    Commento di Alyth | 29 marzo 2010 | Rispondi

  4. Eh sì, sarebbe il caso di parlare degli ARC-ana… Ma non per ora … Prossimamente.

    Commento di zaro41 | 29 marzo 2010 | Rispondi

  5. Ciao Roberto,
    abbiamo inserito questo articolo su Alkemica.net, il primo di una lunga serie spero🙂
    lo puoi visionare qui =>> http://alkemica.net/it/contenuti/articoli/entry/38-da-nikola-tesla-alle-energie-sottili
    dimmi pure se secondo te ci sono cose da correggere.
    una bbraccio,
    Niccolò

    Commento di Niccolò Angeli | 26 ottobre 2011 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: