Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

L’Energia dei Numeri (5)

Segue a: Numeri: l’Energia del Numero OTTO (1) L’Energia del SETTE e dell’OTTO: i molti misteri dei Numeri! (2) L’Energia del SETTE e dell’OTTO: dai Numeri ai Sette  Raggi! (3) L’Energia scorre dal SETTE all’OTTO: i Numeri ed i Sette Raggi! (4)

Abbiamo visto, nelle precedenti puntate, che i Numeri Dispari sono proiettanti, mentre i Numeri Pari sono assorbenti. In più, ora sappiamo anche che, se accostiamo un Numero Dispari ad uno Pari, si crea un flusso di energia che va dal primo al secondo. Propongo qualche domanda per coloro che in vacanza amano, di tanto in tanto, passare qualche minuto a pensare (una sorta di compitino per le vacanze!):

Continua a leggere

28 luglio 2010 Posted by | Energia dei Numeri, Energie Sottili | 7 commenti

Ritorno a Notre-Dame: come uccidere l’anima di una città (5)

E’ arrivato il momento di concludere. Chi ha seguito le precedenti parti di questo articolo – Ritorno a Notre-Dame: come uccidere l’anima di una città (1),  (2),  (3),  (4) – avrà compreso l’importanza della linea energetica che a suo tempo investiva la cattedrale. Ripeto i punti essenziali:

Continua a leggere

26 luglio 2010 Posted by | Ambiente, Domoterapia Sottile, Radiestesia, Storia | , , , | 5 commenti

Ritorno a Notre-Dame: come uccidere l’anima di una città (4)

Analizziamo più attentamente le cose dette nel numero precedente Ritorno a Notre-Dame: come uccidere l’anima di una città (3)

Continua a leggere

23 luglio 2010 Posted by | Ambiente, Domoterapia Sottile, Energia dei Numeri, Energie Sottili, Radiestesia, Sette Raggi, Storia | , , , , , , , , | 6 commenti

Ritorno a Notre-Dame: come uccidere l’anima di una città (3)

APOLLO. Prima di affrontare le tre domande, occorre spendere alcune altre brevi parole intorno alle due figure centrali di Apollo e di Ercole-Eracle, che non a caso, compaiono proprio all’inizio della storia di Giasone e della sua ricerca e conquista del vello d’oro. Se si crede che l’accostamento di una cattedrale gotica e al suo significato ermetico ad Apollo sia una mia forzatura, si può leggere quanto il Fulcanelli stesso scrive a proposito della prima “congiunzione” detta anche “sublimazione” quando cita Callimaco nell’Inno a Delo:

«(I cigni) girarono sette volte intorno a Delo… e non avevano ancora cantato l’ottava volta che nacque Apollo.»

Euripide inneggia a Febo, epiteto di Apollo, per aver ucciso il serpente della Grande Madre. Lo screziato drago, dalle squame corrusche, immane mostro della terra, custodiva l’oracolo:
“Eri ancora un bambino, giocavi ancora in grembo alla madre, Febo, ma uccidesti il drago, e l’oracolo fu tuo: dal tripode d’oro, sul trono che non mente, adesso pronunzi presagi per i mortali: dentro il sacrario, sei vicino alla fonte Castalia, possiedi il centro del mondo.”

Continua a leggere

21 luglio 2010 Posted by | Ambiente, Domoterapia Sottile, Radiestesia, Storia | , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Seminario ad Abano sulle Energie Sottili il 27 e 28 Novembre 2010

E’ noto che in tutti gli esseri viventi è presente una particolare forma d’energia detta energia vitale, la quale svolge un’importante funzione nel mantenere il nostro organismo in uno stato di benessere…

(dal Programma del Seminario sulla Energia Sottile promosso da Emporio della Natura di Padova)

Continua a leggere

21 luglio 2010 Posted by | Seminari e Convegni | 1 commento

Ritorno a Notre-Dame: come uccidere l’anima di una città (2)

2) L’Alchimista e il libro di pietra dell’Alchimia. Se, spinti dalla curiosità, o per dare uno scopo piacevole alla passeggiata senza meta d’un giorno d’estate, salite la scala a chiocciola che porta alle parti alte dell’edificio, percorrete lentamente il paesaggio, scavato come un canale per lo smaltimento delle acque, sulla sommità della seconda galleria. Giunti vicino all’asse mediano del grande edificio, all’altezza dell’angolo rientrante della torre settentrionale, noterete, in mezzo ad un corteo di chimere, il sorprendente rilievo d’un grande vecchio di pietra. E’ lui, è l’Alchimista di notre Dame.  Col capo coperto dal cappello Frigio, attributo dell’Adeptato, posato negligentemente sulla lunga capigliatura dai grandi riccioli, il saggio, avvolto nel leggero camice di laboratorio, s’appoggia con una mano alla balaustra, mentre, con l’altra, accarezza la propria barba, abbondante e serica. Egli non medita, osserva. L’occhio è fisso; lo sguardo possiede una straordinaria acutezza. Tutto, nell’atteggiamento del Filosofo, rivela una estrema emozione. La curvatura delle spalle, lo spostamento in avanti della testa e del busto tradiscono, infatti, una grande sorpresa. In verità, questa mano pietrificata sembra animarsi. E’ forse un’illusione? Sembra di vederla tremare… Che splendida figura questa del vecchio Maestro che scruta, interroga, curioso ed attento, l’evoluzione della vita minerale, e poi, infine, abbagliato, contempla il prodigio che solo la propria fede gli faceva intravedere!  E come sembrano misere le moderne statue dei nostri scienziati – che siano colate in bronzo o scolpite nel marmo – in confronto a questa raffigurazione venerabile, dal realismo così potente nella sua semplicità!

Continua a leggere

21 luglio 2010 Posted by | Ambiente, Domoterapia Sottile, Radiestesia, Storia | , , , , , , , , , , , | 1 commento

Roma, Città degli Dei e dell’Energia: un seminario monotematico

Quel che ci hanno insegnato sui libri di storia è solo una parte della verità. L’altra è stata cancellata o s’è perduta. Ma non completamente.

Cerchiamo insieme le sue tracce

Continua a leggere

20 luglio 2010 Posted by | Seminari e Convegni | 4 commenti

Ritorno a Notre-Dame: come uccidere l’anima di una città (1)

Parigi o Lutetia Parisiorum, come la chiamavano i Romani, che la ri-fondarono probabilmente su una città gallica abitata dai Parisi, in un luogo dove c’era molto fango a giudicare dal nome che le diedero (il lutum era un’erba palustre che vive nel fango) e dunque Lutetia Parisiorum significherebbe la città fangosa dei Parisi o, come la chiamano i francesi, Paris,  la grande capitale di un ex grande impero un tempo cuore d’Europa, modernizzandosi, sta forse diventando l’ex cuore d’Europa?

Una domanda non oziosa se si considera che Parigi è città la cui cifra è data da quella famosa “aria di Parigi”, fatta di musiche, di poesia, di atmosfere, di cieli e di nuvole. Se a Parigi le togli l’atmosfera, cosa resta, ora che il fango non c’è più? I palazzoni anonimi della Défense? La Grande Arche de la Fraternité fortemente voluta e realizzata dal presidente Mitterand del quale i francesi dicono sia stato Gran Maestro del 33° grado della Massoneria? Begli oggetti architettonici, maestosi, ma li puoi vedere in tutte le moderne capitali del mondo e a volte anche in versione migliore! Andare a Parigi solo per questo, dovendo rinunciare a respirare quella sua aria così speciale, perché ormai evaporata per sempre? Allora non varrebbe la pena di sopportare i pessimi alberghetti parigini pericolosi e spesso sporchi, cui si regalano le “stelle” con grande libertà. O, se preferite, con grande Liberté

A proposito di fango o lutum: a Parigi circola un’altra versione. PAR-ISIS, ovvero la città dedicata ad Isis o Iside. Un’etimologia divertente che sta solo a significare la difficoltà che hanno alcuni francesi (alcuni: non tutti!) ad ammettere che loro sono gallo-romani e non celti. Il nazionalismo alle volte diventa stupido. Asterix docet …

Continua a leggere

19 luglio 2010 Posted by | Ambiente, Domoterapia Sottile, Radiestesia, Storia | , , , , , , , | 9 commenti

Tracce degli Iperborei in Gran Bretagna: il Dio iperboreo (5)

(L’articolo completo è in Completi)

Siamo dunque giunti alla fine del nostro viaggio. Abbiamo scoperto che Apollo è una divinità del Nord, se non addirittura la sua massima divinità. Dunque, un Dio Iperboreo. Borea era il vento che proveniva dalla montagna e dal Nord. Bora sopravvive ancora come parola per indicare un vento fortissimo che di tanto in tanto spira a Trieste ed ad indicare una montagna in Serbia. Esiste anche una parola slava equivalente che è Gora. La possiamo trovare in una montagna delle Alpi Giulie: Kranjska Gora.

Continua a leggere

6 luglio 2010 Posted by | Storia | , , , , , , , | 6 commenti

Caligola: e se non fosse stato tanto cattivo come ce lo hanno sempre dipinto?

Un altro imperatore amato dal popolo ma poi dannato: Caligola. Quale la verità? Quella che ci raccontano la storiografia ortodossa e il cinema o le risultanze di nuovi studi come quelli del professore Filipponi?

“Caligola il Sublime”: il genio politico di un uomo che tutti credevano pazzo (FONTE)

Lo storico e filologo Angelo Filipponi presenta il suo ultimo libro. Un ritratto insolito dell’erede al trono di Tiberio, un imperatore che la storia tramanda come folle. E invece fu un leader amato dal popolo e odiato dal Senato romano che lo fece assassinare. Angelo Filipponi nasce a Folignano nel 1939, ha insegnato all’Istituto Magistrale di Ripatransone e ai licei Classico e Scientifico di San Benedetto del Tronto, città in cui vive.

Continua a leggere

1 luglio 2010 Posted by | Storia | 2 commenti

Tracce degli Iperborei in Gran Bretagna: dall’Arcadia a Avallon (4)

La visita “energetica” all’abbazia di Galstonbury non lascia sconvolti: una bella energia, ma nulla di più o di diverso da quello che si può percepire anche in Italia in luoghi come Ravenna o Aquileia o Pisa o in una cattedrale gotica francese come Notre-Dame di Parigi o di Chartres. Ma, almeno a mio avviso, il cuore del mistero non sta nell’abbazia. Infatti, non lontana dall’abbazia, si staglia una strana collina, su cui svetta ciò che sembra essere una torre, la cosiddetta Glastonbury Tor, che, forse, è il luogo più energetico di Gran Bretagna … Se non è il più potente in assoluto, certo è il più potente di quelli da me testati! Infatti, se il viaggiatore “energetico” testa il cuore di quella collina resta interdetto: nel suo ventre di roccia si nasconde un’energia enorme. Perché tanta energia? Cosa nasconde quella collina? Nasconde forse un qualche segreto quella torre? Le guide ci informano che la “torre” è, in realtà, ciò che resta di una antica chiesa dedicata a San Michele (in inglese St. Michael’s Church), che conserva resti di affreschi. Nei pressi c’è una fonte detta Chalice Well o pozzo del calice, dove sgorga un’acqua ritenuta curativa. E’ tutto. Ma allora cos’è tutta quella energia nel cuore della collina?

Continua a leggere

1 luglio 2010 Posted by | Ambiente, Radiestesia, Storia | , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti