Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Una lunga lettera che merita una lunga risposta (1)

Ho ricevuto da un Lettore, che mi aveva già scritto privatamente, la lunga ma molto interessante lettera che qui sotto riporto e che è pubblicata altrove in questo Blog. Prego notare che considero questo articolo come un seguito a Un primo “strano” esperimento col Cleanergy (Cl 1) Perché? Chi avrà la pazienza di seguire me e il gentile Lettore alla fine  comprenderà il perché.


Buonasera dott. Zamperini,

sono Roberto Coccia, un musicista compositore, sono nato e vivo a Roma. Vorrei prima di tutto complimentarmi con Lei per il magnifico lavoro che ha svolto e che continua a svolgere (spero ancora per molto tempo ancora). Poi vorrei affrontare, se può, alcune argomentazioni. Parlo di me (in forma generica):  Il discorso sulle energie, ha attratto istintivamente (da sempre) il mio essere, infatti molti argomenti dei miei dischi sono basati sulle energie (l’ultimo è Energies from a new beginning). Chiaramente non a livello scientifico ( non è il mio mestiere) come fa in maniera eccellente Lei. Il mio è un approccio del “sentire” a livello interiore i movimenti energetici.


Da poco mi sono avvicinato alla frequenza 432 hz, e le ultime composizioni (comprese alcune di quelle per la RAI ), sono tutte registrate con il La a 432 (per il momento non è possibile accordare secondo la scala aurea le altre note alle frequenze precise di tale scala), il suono che esce è molto morbido e meno spigoloso di quello registrato a 440 hz, e cosa non da poco, sembra sintonizzarsi più facilmente con la parte interiore (anima).  La mia tendenza compositiva, è varia, dalla musica elettronica alla classica alla meditativa. Alcuni spettacoli di danza moderna sono stati eseguiti con le mie composizioni. Ultimamente lo spettacolo Batterfly Ki 6, ( Ki come energia).

Andando invece a Lei, cioè sul discorso sulle Energie sottili. Ho scoperto di lei solo a Luglio 2010 ( era il giusto momento?), casualmente nel negozio VestiNatura. Mi hanno dato un suo depliant, e siccome tutto ciò che riguarda le energie mi attrae, ho approfondito l’argomento.

Ho letto il suo primo libro Energie Sottili, che mi è piaciuto molto, anzi così tanto, che ho comprato tutti i suoi libri, ora sto per finire il terzo, Anatomia Sottile (interessantissimo).
Eccellente anche
Terapia della Casa, infatti per quel che ho potuto e posso, ho apportato alcune misure di terapia.

1) Prima domanda. Ho messo un Cleanergy+ booster+ legami in un angolo della camera da letto vicino ad una colonna portante, lo stesso nella camera di mio figlio (in quella stanza ci sono anche due PC). Poi ho fatto fare un foro nel muro delle due stanze posizionato in basso vicino allo zoccoletto all’altezza di 15 20 centimetri da terra. In maniera che l’aria congesta possa avere un canale di scarico.
Ho iniziato a mettere dei piccoli cactus vicino ai PC. Dormo con la testa rivolta a nord, la parete a Nord della camera da letto è libera (cioè è la parete esterna). L’unico neo, è che ho la TV sulla stessa parete (a nord est). Prima domanda: è sufficiente tutto ciò ( il
Cleanergy e i fori) per lenire l’energia congesta della TV ( è sotto i venti energetici di nord est) o occorre qualche altra accortezza, non potendo spostare tale apparecchio?

2) Seconda domanda: nello studio di registrazione ho messo un Maxi Cleanergy, è posizionato a terra ( a nord della stanza) su di un pavimento di finto parquet. Lo studio è stato realizzato in un box auto di 50 mq, ha due finestre. Sotto una di esse, ci sono parecchi cactus. C’è qualche altra cosa che posso fare o è sufficiente. Il Maxi va bene posizionato così? Lo studio, è stato realizzato (da professionisti) come una stanza in una stanza, le pareti sono di cartongesso con una lamina di piombo al suo interno.

3) Terza domanda: Da tempo avrei voluto realizzare un disco serio sui Chakra, ma ciò che leggevo non mi soddisfaceva, anche che ogni chakra ( poi solo sette) fosse legato ad una nota (il primo con il do, il secondo con il re, ecc…) non mi piaceva, tutto ciò istintivamente, perché io sui chakra, non sapevo nulla. Poi leggendo i suoi libri, scopro che i chakra sono (di base) 14, e che si attivano anche tramite il suono, ma non (come Intuivo) attraverso il percorso classico e semplicistico del do del re ecc. Premesso che ancora non ho un grado sufficiente di percezione delle energie sottili per provare e sperimentare quali note? siano adatte ad attivare i CO o i chakra stessi. Lei può fornirmi (se non chiedo troppo) qualche suggerimento in proposito ?

4) Quarta domanda: io mangio prevalentemente frutta e verdura cruda biologica, osservo in buona parte ciò che disponeva per una salute migliore il dott Arnold Ehret (1920), La dieta di guarigione senza muco. Tale alimentazione, aiuta la pulizia energetica sottile?

5) Quinta e ultima domanda: L’0rgonite (quarzo, resina, metallo) perché è da evitare ?


Nel salutarla e nel ringraziarla anticipatamente delle possibili risposte, le porgo i migliori auguri per il proseguo della sua importantissima attività.


Roberto Coccia

____________________________________

Bene! Roberto appartiene a quel genere di Lettori che chi, come me, scrive i libri che lui legge, ama e teme. Teme, perché si immagini quale sarebbe la mia vita se tutti coloro che hanno letto i miei libri mi scrivessero lettere come quella inviatami da Roberto. Ama, perché non si può dubitare che Roberto sia un Lettore attento e stimolante. E pertanto credo che se ogni ascoltatore della sua musica gli scriverà lettere come la sua, Roberto vivrà le mie stesse reazioni! Cercherò di rispondergli dando un ordine alle sue domande e alle mie risposte e tentando di andare, se possibile, anche oltre le sue stesse domande. Comincerò dalle ultime tre che sono anche le più semplici a cui dare risposta.

4) Mangiare biologico è senz’altro un must per chi come te vuole la “pulizia energetica sottile”. Io sono poco talebano (da vecchio acquario-acquario) e, pur essendo prevalentemente vegetariano, non considero questo una religione, ma piuttosto una scelta personale. Detesto la carne sin da piccolo, ma se qualcuno mi invita a cena con un arrosto di vitello considererei un grave affronto nei suoi confronti rifiutarlo. Gli Indiani d’America erano persone di grande spiritualità, eppure si cibavano quasi esclusivamente di carne di bisonte. Non credo conti tanto quel che si ingoia, quanto piuttosto lo spirito con cui si fa. I Nativi americani rispettavano la Natura e le chiedevano  il permesso di uccidere per sopravvivere. Il rapporto sacrale nei confronti della Natura è alla base della Tradizione Primordiale. Un rapporto e una Tradizione che noi abbiamo perduto. Personalmente, quando ho tempo e/o me ne ricordo e/o ho voglia di sperimentazioni, attivo la frutta con il mio Cleanergy. Circa il biologico in generale, a casa mia vige la legge alimentare di mia moglie Sonia: là dove è possibile solo e soltanto biologico. Dal vino alla pasta, dalla frutta alla verdura. Che poi il biologico sia davvero tale, è, chiaramente, un desiderio, a volte un pio desiderio. Ma questo passa il convento, ovvero la società in cui viviamo, e di questo dobbiamo contentarci.

5) Orgonite. Ahimé, quanto è difficile esser chiari! Zamperini ovvero il nemico giurato dell’orgonite! Proposta: azzeriamo il discorso. Prima di tutto: cos’è l’orgonite? Una miscela di un legante e di una sostanza che accumula o che conduce l’energia sottile. Tutto qui. Bene:  Roberto Zamperini utilizzava l’orgonite molti anni fa quando questa non aveva neppure un nome e quando parte dei suoi attuali estimatori andava ancora alle elementari o all’asilo. Anzi, senza offendere nessuno, credo di averla inventata io o comunque di essere stato tra i primissimi ad usarla e a sperimentarla. Ho sperimentato di tutto: microcristalli di quarzo, polvere finissima di ferro o di altri metalli, grafite purissima, eccetera. E anche i collanti. Come sa benissimo chi mi segue, perfino in questi ultimi tempi. Non solo, attualmente collaboro con un simpatico gruppo di ricercatori francesi che vanno pazzi per l’orgonite, anche se, una volta conosciuto il Cleanergy vanno più pazzi per il Cleanergy che per l’orgonite! Dunque, facciamo chiarezza.  Nell’orgonite non vi è nulla di miracoloso. Non trasmuta, non genera alcuna energia speciale, non ha nulla di sovrannaturale, non è un dono di Dio o dei Pleaidiani.  E’ solo un tipo interessante di accumulatore di energia sottile o, per dirla con Wilhelm Reich, un particolare accumulatore di orgone (ciò che è lo stesso poiché: orgone = energia sottile). Punto. Spero di esser stato chiaro una volta per tutte. Per ripetermi ancora (repetita iuvant): se l’energia ambientale è pulita, sarà pulita anche l’energia nell’orgonite; se l’energia ambientale è sporca, sarà sporca anche l’energia che si accumula nell’orgonite, che questo piaccia o no. Questa è la verità e che chiunque che senta davvero l’energia sottile non potrà negare. Se mi si chiede se vale la pena sperimentare con l’orgonite onde accumulare energia sottile, rispondo un grande . Se mi si chiede se l’orgonite ha qualche speciale energia propria, qualche particolare proprietà, qualche straordinaria capacità di modellare l’energia sottile, ebbene io rispondo con un grande no. Questa è la mia opinione, che la si condivida o meno. Per aver affermato queste cose, sono stato verbalmente aggredito dai fans dell’orgonite, che me ne hanno dette di tutti i colori. Giovanotti alle prime armi e pieni di buona volontà, certo, ma alle prime armi. Poiché l’orgonite la conosco e la sperimento da due decenni, credo che la mia opinione vada rispettata. Gli orgonite-talibans sono pregati di NON scrivermi i loro insulti, tanto non li pubblicherò. Per me il discorso è semplice e chiuso. STOP.

3) Musica ed energia. Mi compiaccio moltissimo della serietà di Roberto: il panorama musical/newage/relaxing/chakra-stimulation è così saturo di robaccia, di insulsi quanto inutili brani di “musica” (?), in gran parte proveniente da quella gran fabbrica di … che sta oltre Oceano, che era ora che un musicista serio, come credo lui sia, si ponesse il problema in modo serio. Gli propongo e propongo a tutti miei Lettori di aprire un apposito spazio in questo Blog che potremmo intitolare appunto Musica ed energia. Si tratta di un argomento talmente tanto importante, talmente tanto impegnativo, che merita un suo spazio dedicato. Adesso poi, abbiamo anche il musicista! Mi chiedo solo se Roberto abbia ascoltato il materiale sonoro che è stato già pubblicato in questo Blog, che, sia chiaro, non aveva alcuna pretesa artistica, ma energetica, sì! Attendo chiarimenti in merito da Roberto e sollecitazioni da parte sua e di chi mi legge.

(SEGUE)


15 settembre 2010 - Posted by | Ambiente, Domoterapia Sottile, Energie Sottili, Musica, Strumenti, Tecnica Energo-Vibrazionale | , , , , ,

28 commenti »

  1. Ringrazio intanto delle prime risposte.

    Mi chiedo però – non polemicamente- sulla risposta riguardante il cibo (precisamente la carne), se l’animale (oggigiorno), quando ucciso (e lui lo sa quando sta per essere ucciso) non impressioni le sue cellule di quella paura e certezza della morte che lo aspetta, e che tale avvenimento poi generi energia congesta, e che dunque la stessa si trasmetta al “mangiatore” ?

    Sull’orgonite, è tutto chiaro.

    Sulla musica ed energia, sono d’accordissimo ad instaurare un dialogo, perchè ritengo la musica un veicolo che viaggi al di là della mente razionale che tutto giudica e cataloga, offuscando non poco la nostra voce interiore, che per equilibrio naturale dovrebbe avere lo stesso spazio del mondo razionale dell’ego.
    (Non ho sentito nulla della musica sul blog, perchè, non ho trovato ancora dove prenderla, se qualcuno me lo indicasse, mi farebbe piacere, grazie).

    a presto
    roberto coccia

    Commento di roberto coccia | 15 settembre 2010 | Rispondi

  2. CAro Sig. Zamperini, intervengo per la prima volta nel suo blog peraltro interessantissimo, e girovagando qua e là per i vari articoli (è il primo giorno) mi sono imbattuto in questo, dopo averlo letto, per mia natura, mi sono chiesto…possibile che una persona che viene a sapere di Lei casualmente, il luglio 2010, in meno di due mesi abbia, (cito per ordine), intuito che la frequenza delle note in questo caso del La è stata aumentata, che abbia comperato il cleanenergy, il booster, i legamenti, comperato il maxi cleanenergy? Mi chiedo basta comprare un uno o più libri per sposare le idee ,le conoscenze di qualcuno che non si conosce? la sua storia, chi sia, da dove viene la sua conoscenza, ecc…? e cercare di capire più in profondità? mi sembra tutto molto troppo veloce.all’inverosimile. La informo, per farle capire che non sono un provocatore o uno che polemizza, che io ho comperato il midi cleanenergy da oltre 24 mesi, che nel mio piccolo cerco di capire, di sperimentare a volte, ma ancora non ho acquistato nessun suo libro, e non so se lo farò, perchè da alcuni anni lungo mio piccolo cammino sono giunto al… che la lettura, la lettura di tutti i generi esoterici ermetici alchemici o a come si vuol chiamare, sono come il serpente che si morde la coda, affinche un punto non appaia nel suo centro, come l’ ouroboros ,
    anche se devo confessarle che La cellula madre, mi tenta.
    Cordiali saluti
    Malkuth

    Commento di Malkuth | 5 ottobre 2010 | Rispondi

    • Caro Malkut, sinceramente non ho ben compreso la domanda … E’ inverosimile che Lei abbia delle intuizioni? Che la frequenza sia stata modificata? Che lei abbia saputo casualmente del mio blog? Sarebbe bene che spiegasse meglio il suo pensiero, in modo da poter comunicare correttamente. A proposito: si chiama Cleanergy e non cleanenergy. Vale.

      Commento di zaro41 | 6 ottobre 2010 | Rispondi

  3. Intervengo in riferimento al commento del signor Malkuth.
    Nella mia vita ho intrapreso diverse strade e direzioni, seguendo il “sentire”, e non la ragione,
    e per mia natura, ciò che sento, cerco di seguire, come ho fatto in questo caso col Professor Zamperini, la cosa non è superficialità come forse si vuol far intendere, ma lasciarsi andare a ciò che appare nel nostro cammino quando lo sentiamo consono al nostro essere, la razionalità la uso per cose pratiche e dove è necessaria, le idee non le sposo, le incontro, le scopro, perchè in fondo sono già dentro di me… e fino… al prossimo passo verso la conoscenza di sè.

    Commento di roberto coccia | 6 ottobre 2010 | Rispondi

    • Sì, forse il senso della lettera dell’amico Makut è quello che tu, Roberto, hai inteso. Se è così, allora, bene dicesti!

      In ogni caso, non siamo noi che dobbiamo o possiamo sposare le idee, perché – se siamo fortunati! – sono le idee che sposano noi. A meno che, come accade a tanti (forse alla maggioranza) non si voglia morire scapoli. E’ libero arbitrio, ma che tristezza!

      Commento di zaro41 | 6 ottobre 2010 | Rispondi

      • Ciò che osservo, è l’ideguatezza dell’uomo moderno al “sentire”, come esso venga preso “en passant”, e di come non venga colto il profondo significato e valore.
        Personalmente ritengo Il “sentire” un alto valore interiore e che il suo messaggio non abbia bisogno di tempo o filtri, esso è la verità, e una vera guida.

        Commento di roberto coccia | 6 ottobre 2010 | Rispondi

  4. leggasi inadeguatezza

    Commento di roberto coccia | 7 ottobre 2010 | Rispondi

  5. Amici, il senso del mio commento era come Roberto l’ha capito, ..intuito🙂 Sono piacevolmente favorevole al sentire, avvertire, e sperimentare , indubbiamente molte persone stanno aprendo questa sensibilità, ma a volte il discernimento è consigliato a mio avviso. e chiudo qui per quanto mi riguarda l’argomento.

    Caro Sig. Zamperini il mio pensiero è che noi sposiamo l’idea anche se l’idea ci sta cercando e quando si incontra non è per semplice coincidenza.

    Non sbaglierò più..Cleanergy.

    Saluti

    Commento di Malkuth | 7 ottobre 2010 | Rispondi

    • Un’ultima cosa forse si potrebbe aggiungere, ed è che la superficialità, molte volte è celata dall’eccessiva razionalità, che altro non è che uno schema mentale che non fa vedere al di là dello stesso.

      saluti

      Commento di roberto coccia | 8 ottobre 2010 | Rispondi

  6. Mi scusi una precisazione Malkuth e non Makut.
    Makut è qualcos’altro che non mi si addice. – veda Età mitica – I – Dalla fondazione ad Ablagor. Ma sicuramente è uno sbaglio di scrittura.
    Saluti

    Commento di Malkuth | 8 ottobre 2010 | Rispondi

  7. Caro Roberto (Coccia) l’idea che cè dietro il discernimento in alcuni casi io la chiamo Prudenza. Ma ognuno è libero di pensare come vuole. Saluti

    Commento di Malkuth | 8 ottobre 2010 | Rispondi

    • L’importante che la prudenza non sia figlia della paura e che non sia eccessiva, ma ognuno (giustamente) si muove nel livello più consono a se stesso. Saluti

      Commento di roberto coccia | 8 ottobre 2010 | Rispondi

  8. salve! essendo l’orgonite un accumulatore di energia, potrebbe essere usato in sinergia con un cleanergy? in modo che possa essere accumulata più energia possibile e poi trasmutata tramite il cleanergy in energia pulita? se si, come andrebbero posizionati? basta far agire l’orgonite per accumulare e poi periodicamente porre il cleanergy vicino per pulirlo?
    graziee e buon anno
    Giuseppe

    Commento di giuseppe | 2 gennaio 2011 | Rispondi

    • Sì, in teoria sì. Basta mettere un Cleanergy in proiezione sulla base dell’orgonite. Io l’ho fatto e funziona. L’unica domanda è: a che pro? Be’, questa è un’altra storia.

      Commento di Roberto Zamperini | 4 gennaio 2011 | Rispondi

  9. grazie per la risposta:)
    essendo un accumulatore e non avendo un maxi cleanergy, ma solo un midi. mi sono fatto l’ipotesi che possa usarlo per attirare quantita maggiore di energia magari in punti particolari della casa dove poi il cleanergy avrebbe più energia disponibile da trasmutare, oppure per decongestionare..aspirare energia congestionata in parti del corpo specifiche e poi rivitalizzare col cleanergy.
    c’è qualcosa di fattibile ?:D
    grazie Giuseppe

    Commento di giuseppe | 5 gennaio 2011 | Rispondi

    • Sì, te l’ho detto: un Midi sotto l’orgonite. Ce n’ho uno (tra l’altro bellissimo) fatto dagli amici francesi specializzati in orgonite, che fa bella vista di sé all’ingresso del mio studio. Ma la domanda è ancora: a parte la belluria della cosa, a che pro? A che serve? Il primissimo Cleanergy era fatto così, quando ancora nessuno parlava di orgonite. Zamperini = precursore dell’orgonite! Poi mi sono accorto che accumulava tanta di quella congestione che era meglio passare ad altro. Vero è che l’attuale Cleanergy ha capacità di trasmutazione infinitamente superiori a quel primo prototipo, ma resta il fatto che non ne vedo utilità: accumulare perché? Resta scontato che le pretese capacità dell’orgonite di fare chissà quale prodigio energetico sono solo una delle tante, troppe leggende metropolitane che circolano in questo campo. L’orgonite è solo e soltanto un ottimo accumulatore energetico. Punto e basta. Resta solo da chiedersi come, dove e perché serva un accumulatore energetico. Lascio la domanda ad altri: io la risposta me la son già data da tempo.

      Vedo invece molto più interessante l’accoppiata Clenergy più lampada a fluorescenza. Risultati spettacolari, perché il plasma creato dalla lampada raggiunge rapidamente due o tre metri di diametro. Sto pensando ad un Micro Cleanergy da incollare ad una lampada a fluorescenza. Vedremo …

      Commento di Roberto Zamperini | 5 gennaio 2011 | Rispondi

  10. Accoppiata Cleanergy più lampada a fluorescenza!!!!!
    Cleanergy + Booster e Legami?
    Anche il solo Cleanergy non è che farebbe proprio una bella figura sul lampadario del mio soggiorno, che tra le altre cose ha ben 5 lampade a fluorescenza.
    Speriamo che arrivi presto questo nuovo prodotto a tecnologia cleanergy dedicato
    alle lampade!!!!!!!!!!!!!!!

    Commento di Giuseppe | 5 gennaio 2011 | Rispondi

  11. Già. Infatti sto pensando ad un oggetto piccolissimo, di due centimetri di diametro …

    Commento di Roberto Zamperini | 5 gennaio 2011 | Rispondi

  12. Ma nel caso volessi provare per qualche giorno, il CL, sul mio lampadario con 5 lampade a fluorescenza, basta posizionarlo su una qualsiasi delle lampade per ottenere un buon effetto?
    E se si con Booster e Legami?
    Grazie

    Commento di Giuseppe | 5 gennaio 2011 | Rispondi

  13. Il massimo lo avrai con il Midi del 2010. (E’ basato sulla teoria dello Spazio Sacro e del Focus). Basta piazzarlo ad una distanza inferiore al metro, metro e mezzo, in proiezione verso le lampade.
    Testa il tuo timo a luci spente,
    poi a luci accese SENZA Cleanergy,
    e infine a luci accese CON il Cleanergy.
    Poi svieni.

    Commento di Roberto Zamperini | 5 gennaio 2011 | Rispondi

  14. oggi mi è arrivato il cleanergy midi. ho un dubbio. nel manuale dice : LA FACCIA (OUT)VA SEMPRE RIVOLTA VERSO L’OGGETTO cHE SI VUOLE TRATTARE. essendo l’out la parte dove esce l’energia purificata, come si fa a aspirare congestioni? non aspira dal lato IN? se applico il lato IN su una zona del corpo congestionata aspira le congestioni e dall’altro lato (quindi non il corpo) proietta energia pura. al contrario quando metto la faccia OUT sull’oggetto, proietta solo pura? l’in è al lato opposto come fa a aspirare e proiettare contemporaneamente sullo stesso oggetto? devo usarlo in tempi diversi prima IN e poi OUT?
    GRAZIEES

    Commento di giuseppe | 5 gennaio 2011 | Rispondi

    • Il Midi 10.10 aspira e proietta dal lato OUT. La parte IN aspira solo un 10 o 20% delle congestioni. Perché? Be’, chi segue la TEV lo sa. Lo sa molto bene. Un po’ lungo da spiegare…

      Commento di Roberto Zamperini | 5 gennaio 2011 | Rispondi

  15. 🙂 :):)🙂 Poi svengo!!!!!

    PS
    Al mio omonimo: trovi le risposte (e anche molto altro) alle tue domande nel forum del CRESS.

    Commento di Giuseppe | 5 gennaio 2011 | Rispondi

  16. x ononimo:D Ho letto sia li che in rete prima di provare a chiedere, ma non mi si è ancora chiarito il dubbio specifico:(

    Commento di giuseppe | 5 gennaio 2011 | Rispondi

  17. “Il massimo lo avrai con il Midi del 2010. (E’ basato sulla teoria dello Spazio Sacro e del Focus).”
    Quando ci dirai qualcosa di più su questo nuovo e potente modello? Cosi come hai fatto a suo tempo per il 14.08?

    Commento di Giuseppe | 5 gennaio 2011 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: