Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

E’ possibile registrare il futuro? Ma sì, il GF lo chiama Recorded Future!

Platone, la Grotta e “Recorded Future”

Che siti avete frequentato, che argomenti avete letto, che commenti avete scritto in Twitter o in Facebook, che video avete guardato su YouTube, che Blog (questo incluso) avete seguito nel web? Recorded Future lo sa, vi conosce e vi riconosce e sa cosa farete nel prossimo futuro. Solo una bufala? Cospirazionismo? L’ultimo triller di successo? Giudicate voi, ma, tanto per iniziare e per capire la filosofia che sta dietro Recorded Future, è utile riconsiderare la famosa “allegoria della caverna” di Platone:

Si immaginino dei prigionieri che siano stati incatenati, fin dall’infanzia, nelle profondità di una caverna. Non solo le membra, ma anche testa e collo sono bloccati, in maniera che gli occhi dei malcapitati possano solo fissare il muro dinanzi a loro. Si pensi, inoltre, che alle spalle dei prigionieri sia stato acceso un enorme fuoco e che, tra il fuoco ed i prigionieri, corra una strada rialzata. Lungo questa strada sia stato eretto un muricciolo, lungo il quale alcuni uomini portano forme di vari oggetti, animali, piante e persone. Le forme proietterebbero la propria ombra sul muro e questo attrarrebbe l’attenzione dei prigionieri. Se qualcuno degli uomini che trasportano queste forme parlasse, si formerebbe nella caverna un’eco che spingerebbe i prigionieri a pensare che questa voce provenga dalle ombre che vedono passare sul muro.


Mentre un personaggio esterno avrebbe un’idea completa della situazione, i prigionieri, non conoscendo cosa accada realmente alle proprie spalle e non avendo esperienza del mondo esterno (si ricordi che sono incatenati fin dall’infanzia), sarebbero portati ad interpretare le ombre “parlanti” come oggetti, animali, piante e persone reali.

TestoTratto da Wikipedia

La grotta di Platone

(Immagine tratta da www.thatmarcusfamily.org / filosofia / Course_Websites / Phil_Math / Foto / Cave.jpg )

Solo filosofia? Non tanto. A parte il fatto che la trama di Matrix non mi sembra troppo lontano dall’allegoria del divino Platone, mi chiedo: e se noi stessi fossimo i prigionieri che stanno guardando le “ombre parlanti”, che alcuni personaggi occulti generano con delle forme, delle silhouette e che noi interpretiamo come realtà? E se quello che chiamiamo e crediamo sia libertà altro non fosse se non una sorta di gioco delle ombre cinesi, che qualcun altro, nell’ombra, ci ha condizionato a credere come la nostra realtà? ? Ciò che si vede in TV, ciò che si si legge sui giornali, sui blog e in genere nel Web non è dissimile dalle ombre sulla parete della grotta platonica. Ma la domanda più inquietante è: che succederebbe se alcuni prigionieri si mettessero in testa di utilizzare queste informazioni giunte a noi tutti come delle ombre, per farsi un’idea su ciò che sta per succedere? Ebbene, tutto ciò è quello che sta già accadendo e sta accadendo proprio nel Web. Gli strumenti per interpretare le ombre sono: il Web, l’Informatica, la Matematica e la Statistica. Grazie ai quali qualcuno già oggi è in grado di scrivere la cronaca del futuro o, per utilizzare un termine che andrà sempre più di moda, di redigere il Recorded Future. Ricordatevelo bene questo termine, perché tra qualche anno non si parlerà d’altro.

Se credete che dietro al Recorded Future ci sia solo una moda passeggera o un gruppetto di nerd sfigatissimi, vi sbagliate. Recorded Future è una cosa seria, molto seria per la quale si stanno investendo pacchi e pacchi di dollari. Date un’occhiata a questo Temporal Analytics Engine. La scritta “Introducing the world’s first Temporal Analytics Engine” potrebbe essere liberamente tradotta con “Introduzione al motore di Analisi Temporale primo nel mondo “. I cui risultati, ovviamente, non saranno né regalati, né ceduti gratis.

Google finanzia Recorded Future, il motore di ricerca per predire il futuro

Il motore di ricerca per predire il futuro: detta così, sembra l’ennesima bufala di internet, eppure Recorded Future è un progetto serio e ambizioso (e anche un tantino inquietante), finanziato nientemeno che da Google e addirittura dalla CIA. (Pianetatech)

Come funziona? Basta utilizzare le informazioni che sono già in linea (o, come si dice, che sono online), raccoglierle, analizzarle con i metodi della Statistica e inserirle in appositi modelli matematici gestiti da mega-computer ed il gioco è fatto. Il prossimo attacco terroristico? Il prossimo importante cambiamento economico? Il prossimo cambiamento nella moda? Sia la CIA, sia Google pensano che Recorded Future sia lo strumento giusto, lo strumento vincente per ottenere queste informazioni e molto altro.

In poche parole: Recorded Future nasce come l’azienda in grado di  predire il futuro. Un’azienda che osserva decine di migliaia (per ora!) di siti Web, di blog, di clienti di Twitter e di Facebook, di YouTube, di Amazon, di Google Earth per trovare i rapporti fra la gente, le organizzazioni, le azioni e gli avvenimenti, sia passati, sia presenti, sia futuri.

L’azienda stessa dice che il suo motore temporale di analisi va oltre la ricerca e lo fa esaminando i collegamenti invisibili fra i documenti. Ogni evento, anche quello apparentemente meno importante, lascia una traccia, una vibrazione, una quantità di moto. Il futuro nasce dall’insieme concatenato di tutte queste vibrazioni, il futuro è il vettore complessivo di tutti questi vettori minori. Un po’ come guardare i vicini dal buco della serratura. Un buco della serratura virtuale, ma non per questo meno reale. E’ come se un gigante vedesse la realtà con milioni di occhi (li chiamano fotoricettori) ognuno dei quali la sbirciasse da un angolo diverso. Noi tutti siamo quei fotoricettori.

L’azienda, tramite procedure di intelligenza artificiale, esamina quando e dove accadono eventi (“analisi spaziale e temporale “) ed il tono del documento (“analisi di sentimento “). Quest’analisi crea una sintesi che è, appunto, il Futuro Registrato.

PS: GF del titolo = Grande Fratello

http://blog.recordedfuture.com/2010/03/13/recorded-future-–-a-white-paper-on-temporal-analytics/


12 gennaio 2011 - Posted by | Cronaca

2 commenti »

  1. Interessante..sembra di rileggere Asimov e il Ciclo della Fondazione e l’invenzione della Psicostoria da parte del personaggio Hari Seldon.
    “la psicostoria tramite metodi matematici e statistici è in grado di prevedere, sia pure solo a livello probabilistico, l’evoluzione futura di una determinata società”Grazie allo studio della psicostoria, nelle opere asimoviane connesse a tale tema, era possibile intervenire per accelerare i processi di sviluppo della società e fare in modo che dei fenomeni potessero avvenire in un tempo minore. In questo modo tale scienza non prevedeva solo eventi futuri, ma poteva intervenire su di essi

    Commento di Alef | 25 gennaio 2011 | Rispondi

    • Ho letto almeno tre volte la trilogia e …

      Sì, ma Hari Seldon era buono e lo faceva per il bene di tutti, questi, invece, mi sa di no … Tu che dici?

      PS: Alef è il simbolo dell’infinito in Matematica, lo sapevi?

      Commento di Roberto Zamperini | 25 gennaio 2011 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: