Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Ritrovata la patria degli ariani?

Riporto un sunto di un programma della BBC, che ritengo sia di enorme interesse, ancorché discretamente superficiale e poco informato. Prego chi legge questo articolo di testare la stupefacente energia (dopo 4000 ani!) di quel coccio con la svastica! Chiunque fossero coloro che l’hanno fatto, Arya o non Arya, sapevano il fatto loro con l’energia!
____________________

Gli archeologi russi hanno portato alla luce una ventina di antichi insediamenti fino ad oggi praticamente sconosciuti, che a loro avviso sono stati costruiti dalla razza ariana originale (gli Arya) circa 4.000 anni fa. Secondo il team che ha scoperto gli insediamenti a forma di spirale in remote steppe della Russia in Siberia meridionale al confine con il Kazakistan, gli edifici risalgono agli inizi della civiltà occidentale in Europa.Gli insediamenti, dicono gli esperti, potrebbero esser stai costruiti più di 4.000 anni fa dalla razza ariana il cui originale svastica simbolo è stato poi adottato dai nazisti nel 1930.

La storica Bettany Hughes, che ha esplorato la parte desolata della steppa per la programma della BBC ‘I tracking ariani‘, ha detto, “Potenzialmente, questo potrebbe rivaleggiare con la Grecia antica nell’età degli eroi.”

Sconosciuti fino ad ora

I resti di questa antica civiltà sono stati esplorati per la prima volta circa 20 anni fa, poco dopo che i funzionari dell’allora governo sovietico aveva sospeso le leggi che vietano la fotografia aerea non militare. Ma, poiché la regione è così remota, le incredibili città sono rimaste sconosciute fino ad oggi, hanno detto gli archeologi. Le città hanno circa le stesse dimensioni delle città-stato (polis) dell’antica Grecia e avrebbero ospitato tra le 1.000 e le 2.000 persone.

Il linguaggio ariano è stato identificato come il precursore di un certo numero di lingue europee moderne.

Swastika ovunque

Gli elementi che sono stati scavati fino ad ora nei siti includono attrezzature, un carro, e numerosi pezzi di ceramica.

I manufatti sono pieni di svastiche, un simbolo molto utilizzato nei tempi antichi. La genesi del simbolo della svastica è spesso combinata ad altri simboli a croce in generale, come la “ruota solare” della religione dell’età del bronzo. La svastica e la razza ariana furono in seguito adottati da Hitler e dai  nazisti come simboli della razza da loro definita  maestra.


Rinvenuti antichi testi

Le prove delle sepolture rituali di cavalli sono state trovate nel sito, con testi antichi ariana che descrivono come gli animali di essere siano stati uccisi e sepolti con i loro padroni. Hughes, una ricercatrice in visita presso il King’s College di Londra, ha detto che gli antichi testi e gli inni indiani hanno descritto sacrifici di cavalli e delle loro sepolture e il modo in cui la carne è stata tagliata e il modo in cui fu sepolto il cavallo con il suo padrone.

16 gennaio 2011 - Posted by | Storia

10 commenti »

  1. Wow! Notizia magnifica, assolutamente da approfondire!

    Commento di Giovannone | 16 gennaio 2011 | Rispondi

  2. eh si, gli autori del coccio lo hanno caricato bene,
    da quel che vedo, l’energia è tosta negli alti ordini di coerenza della prima ottava (poi sembra calare)

    Commento di skyluke | 16 gennaio 2011 | Rispondi

  3. interessante ma si dovrebbe parlare piuttosto di una ‘patria’ che è in realtà uno dei luoghi raggiunti dai progenitori nell’espansione verso oriente dopo il caos post diluviale in cui perì la patria -quella vera- a Nord Ovest

    Commento di mario puccioni | 19 gennaio 2011 | Rispondi

  4. “…casa dolce casa!!! scherzi a parte rimango sempre stupito come reperti e manufatti del genere possano emanare così tanta energia; non per il tempo trascorso quanto per l’inevitabile mancanza di accuratezza nella riproduzione del simbolo archetipo figlia della obiettiva difficoltà di tracciare segni grafici precisi con strumenti rudimentali e su supporti non ideali. Vista l’importanza del rispetto delle proporzioni matematiche e della identità tra i simboli, nell’attivare la Risonanza, mi chiedo se l’entità di tale energia sia più frutto di una Forma Pensiero collettiva, di un vero e proprio campo ordinatore psichico alimentato per secoli in quelle popolazioni, piuttosto che dell’effettiva potenza in sè del simbolo archetipo… attendo fiducioso lumi!!!

    Commento di jeeg | 19 gennaio 2011 | Rispondi

    • In effetti l’energia del coccio è l’equivalente dell’energia che si può percepire in molte statue (e non solo statue) romane. Animazione! Il coccio aryo testimonia a favore della mia tesi e cioè che l’arte dell’animazione venisse ai Romani da molto, molto lontano … Questi antichi maestri dell’energia sapevano come animare oggetti con l’energia di qualche divinità. Un coccio che fa da battistrada al Pantheon … Non so se questo è chiaro!

      In ogni caso, se la Tradizione è corretta, si parla di qualcosa di contemporaneo o addirittura ANTECEDENTE alla caduta di Atlantide. Roba di 20.000 o 30.000 anni fa. Vertigini … La Grande Civiltà Madre. Cro-Magnon – alla faccia dell’evoluzione – aveva un cervello più grande del nostro, semplicemente perché era più intelligente di noi moderni. Che andasse in giro vestito di pelli è assolutamente irrilevante. La cultura NON è tecnologia. Noi siamo dei barbari tecnologici.

      Accosterei questo coccio a quanto ritrovato ad Altamira in Spagna e a Lascaux i Francia. Testate, per favore, http://www.archeorivista.it/wp-content/uploads/2009/03/grotte-lascaux01.jpg
      http://www.hwh22.it/xit/S05_news/archivi/2005/aprile/03f.html

      e ditemi se – dopo migliaia e migliaia di anni – non ti piegano la mano. Costoro non erano solo dei grandi artisti: erano molto di più.

      Commento di Roberto Zamperini | 19 gennaio 2011 | Rispondi

  5. Jeeg… In effetti la cosiddetta regolarità geometrica è solo uno dei tanti elementi e in questo caso è pressoché irrilevante. Più che di Forme Pensiero, io parlerei di Numina, di vere e proprie Forze divine insite nel manifesto. Roberto ne ha lungamente parlato in questo Blog.

    Qui ci troviamo di fronte ad un’antichissima testimonianza dell’originaria Scienza Sacra (benché già impoverita) di cui la Geometria ne era “solo” una piccola, piccolissima, parte. In particolare la Svastika è espressione geometrica di un NUMEN che custodisce il segreto del tempo (kalachakra) e il suo divenire nel popolo solare degli Arii.

    Mario, come al solito dici bene. Questi ritrovamenti non sono che “accampamenti” che testimoniano la lunga migrazione della nostra progenie.

    Saluti

    Simon

    Commento di Giovannone | 19 gennaio 2011 | Rispondi

    • Bene dicesti, o saggio Big John! Anch’io ritengo che parlare della “patria” degli Arya sia azzardato. Giusto il rilievo del prode Marivs. Mi sembra corretto parlare di un accampamento ario, anche perché ho l’impressione che ce ne siano molti sparsi per l’Europa (e forse anche OLTRE l’Europa!).

      Circa l’energia del reperto, a mio avviso s’ha da considerare che gli artefici del misero coccio erano comunque i superstiti di una civiltà che fece miliardi di volte di più che non caricare di energia numinosa qualche coccio. A che darei per avere qualche traccia dei Fondatori!

      Commento di Roberto Zamperini | 19 gennaio 2011 | Rispondi

  6. Io sapevo di una svastica rinvenuta in qualche rudere intorno a Roma, ma non so oltre… Era stato un Colonnello a parlarmene! Avete qualche altra informazione a riguardo!

    Commento di notitiae | 27 gennaio 2011 | Rispondi

  7. Era forse questo che cercavano le ss Ahnenerbe??? http://www.youtube.com/watch?v=Un6GP0eegQo
    in questo video si parla di loro ricerche in tutto il mondo

    Commento di Federico | 30 gennaio 2011 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: