Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Incredibile ma vero! A Milano, McDonald’s ne fa una buona!

Il fast food apre la porta a fonti rinnovabili, risparmio ed efficienza energetica. A Lainate, in provincia di Milano, McDonald’s ha inaugurato il suo primo ristorante verde d’Europa: si alimenterà solo con la luce del sole, la forza del vento e il riutilizzo delle proprie biomasse. Entro tre mesi, infatti, il punto sarà autonomo al 100% grazie a una centrale di trigenerazione che, sfruttando l’olio esausto delle cucine, produrrà 70 chilowatt di energia elettrica, 45 di frigorifera e 90 di termica.

La struttura del nuovo ristorante è antisismica e dotata di un sistema di supervisione e gestione “intelligente” per le utenze elettriche e termiche chiamato “Einstein”, che comunica in tempo reale anche ai visitatori i dati di consumo e di risparmio su monitor posizionati all’entrata. Ma non è tutto. Sono numerosi gli altri accorgimenti green utilizzati: dall’asfalto ecoattivo (colpito dalla luce solare aziona un principio di riduzione degli agenti inquinanti), alle nuove generazioni di impianti frigoriferi che permettono un risparmio di energia dal 16% al 28%. E nel parcheggio sono situate delle torrette per la ricarica gratuita delle vetture elettriche.

I costi sostenuti per la realizzazione del ristorante sono stati di oltre il 20% superiori alla media. Ma si stima tra i cinque e gli otto anni il rientro dell’investimento grazie alle efficienze energetiche.

Fonte http://sorgenia.wordpress.com/

29 aprile 2011 - Posted by | Ambiente

12 commenti »

  1. I BIG stanno tutti dentro il “sostenibile”.
    Un posto intelligente.
    Quindi appliccata la Smart Grid.

    Soylent Green e Monsanto sul piatto GREEN-CLEAN,
    Vestirsi di GREEN E BIO va forte …
    , da analizzare nei dettagli.

    PER ESEMPIO :BIO-PRECIPITATION, cosa mai sarà?

    Guardi BP(BEYOND OIL) ,Nestlé ecceccecc

    http://www.carlg.org/engwaterprivatisation.html

    Commento di nienteecomesembra | 29 aprile 2011 | Rispondi

    • Mettici degli indirizzi precisi, così evitiamo di naufragare. Monsanto, dove sta l’articolo? Soylent Green, dove sta l’articolo? BioPrecipitation, dove sta l’articolo?

      Capito? Per noi è più facile …

      Commento di Roberto Zamperini | 29 aprile 2011 | Rispondi

  2. Un dispositivo del genere sarebbe più utile davanti ad ogni banca,ci dovrebbe indicare all’istante i profitti loro derivanti da signoraggio primario o emissione moneta, signoraggio secondario o credito a ripartizione frazionaria, tassi d’interesse vari,tassa impropria detta inflazione, commissioni varie ecc.ecc. Ce ne vorrebbero altri per tutte le istituzioni statali, per l’INPS,i partiti politici… Per adesso accontentiamoci, questa è una buona strada.
    Grazie e ciao.

    Commento di Claudio | 29 aprile 2011 | Rispondi

  3. ” signoraggio primario o emissione moneta, signoraggio secondario o credito a ripartizione frazionaria”

    Spiegare, please…

    Commento di Roberto Zamperini | 29 aprile 2011 | Rispondi

  4. Le società per azioni private chiamate banche centrali ( per noi la banca d’Europa) prendono coriandoli, cioè pezzi di carta filigranata e vi stampano sopra un numero, 5 o 10 o 50 o altro, oppure digitano numeretti elettronici su computer e questi numeretti dal niente diventano magicamente potere d’acquisto.
    Stampano moneta senza nessun controvalore dal 1971, prima dovevano garantire oro o argento in percentuale per ogni banconota.
    Il guadagno del sistema bancario (fatto salvo il signoraggio sulle monete metalliche che va allo Stato) è dato dalla differenza tra valore nominale e valore intrinseco della moneta emessa (di carta o elettronica che sia), al quale si aggiunge il guadagno sugli interessi.
    Per dare un’idea lo stato italiano, cioè noi con le nostre tasse,per usare l’€ deve pagare di interesse quest’anno al banchiere privato Trichet e soci, circa 87 miliardi di €, l’interesse di quello che viene chiamato debito pubblico. In questa maniera il 10% della popolazione si ascrive il 90% dei beni finanziari(in USA, da noi un po’ meno).
    Questo è il signoraggio primario.

    Commento di Claudio | 29 aprile 2011 | Rispondi

    • L’hai spiegato proprio bene. Commento: merde, come diceva quel francese…

      Commento di Roberto Zamperini | 29 aprile 2011 | Rispondi

      • Dopo che la banca centrale ha emesso moneta, mangiando la sua gigantesca fetta di torta, entrano in scena le banche figlie, le banche normali , presso cui il bravo cittadino deposita i suoi risparmi,diciamo 100 €. Di questi 100 € la banca mette a riserva, se va bene, 10 € ed i restanti 90 € li presta a tizio, naturalmente dietro garanzia firmata di beni reali, e tizio deposita i 90 € presso un’altra banca, che ripete il gioco prestando 80 € a Caio e così via. Alla fine della fiera dai 100 € di partenza di Tizio il sistema bancario ha creato 900 € di credito, moneta debito su cui gli istituti di credito incassano gli interessi e che sono coperti da fideiussioni di beni reali. Il tutto è codificato da un canone chiamato “modern money mechanics” che regola appunto il credito a riserva frazionaria.

        Questo è il signoraggio secondario ed è la ragione per cui in ogni paesino con dieci case ci sono 6 filiali bancarie ed è anche il motivo per cui le uniche realtà che producono invariabilmente per legge profitti multi milionari sono le banche.
        L’altra faccia della moneta ci mostra invece la società civile ed il mondo dell’economia reale a cui restano solo sempre più debiti da pagare e che quindi languiscono e deperiscono.

        PS. A salvezza dal cartello bancario che opprime l’ Ellade invito ad invocare l’Apollo di Delfi.
        Grazie

        Commento di Claudio | 29 aprile 2011 | Rispondi

        • “A salvezza dal cartello bancario che opprime l’ Ellade invito ad invocare l’Apollo di Delfi.”

          Non ho compreso tutto il tuo ragionamento, anche se ne ho sentite varie versione nel tempo e mi sembrano comunque corrette. Se però quello che dici è vero, allora mi unisco a te nell’invocare l’Apollo Iperboreo. Ti ricordo che Apollo aveva due aspetti: uno era quello del Dio dell’Armonia, della Musica e della Medicina, l’altro quello del Vendicatore che scagliava frecce avvelenate contro gli empi.

          Invochiamo questo secondo Apollo.

          Commento di Roberto Zamperini | 29 aprile 2011 | Rispondi

  5. La moneta è un bene come altri, l’unica differenza è che viene preferita perchè tutti l’accettano per legge, non ha scadenze ed essendo scalabile al centesimo può far scambiare qualunque bene.
    Gli accordi di Bretton Woods del 71 hanno garantito un decollo verticale della finanza, cosa comunque positiva per l’economia reale. Questo però è stato come costruire un palazzo su una fondamenta grossa come una pallina da ping pong: fin quando regge ok, se si spacca fa danni inimmaginabili.

    L’interesse sul debito pubblico citato non è assolutamente per il signoraggio, (la cui spesa si aggira attorno al miliardo di euro di cui parte inscritta a riserva).
    Qui per maggiori info http://it.wikipedia.org/wiki/Debito_pubblico
    È chiaro il perchè sia così elevato: fino a quando si finanzieranno partiti, giornali che non legge nessuno, progetti imponenti ed inutili http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Speciali/2007/tav/speciale-tav-finanziamenti-malan.shtml e si faranno tagli lineari sul bilancio penalizzando anche le PA virtuose ci sarà sempre lo sfascio assoluto. Per maggiore irritazione seguire Report ogni settimana.

    Quello che viene descritto come signoraggio secondario è stato spiegato bene, ma parte da ipotesi errate http://www.frottolesignoraggio.info/riservfraz/riservfraz.html .

    Commento di FFF | 30 aprile 2011 | Rispondi

  6. Bene,bene, l’importante è che si parli di questi argomenti tabù,che ognuno fornisca i propri giudizi di merito e le proprie fonti, discriminando con prudenza i siti delle lobby interessate e dei vari cicap, così che tutti possano valutare e rendersi conto del fenomeno, dato che un contatore di bilancio di massa monetaria e creditizia, con relativi costi,profitti,risparmi e tassazioni,all’ingresso delle banche non lo metteranno mai. Più facilmente i potenti potrebbero chiedere a Roberto di inserire un contatore su ogni cleanergy per tassarci l’energia sottile.
    Ciao.

    Commento di Claudio | 1 maggio 2011 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: