Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Sigilli sottili: ma perché ci rubano l’Energia Oro? (settima puntata)

Un’avvertenza essenziale: non mi inviate foto per sapere se siete vittime di sigilli e meno ancora per essere da me (o da altri di mia conoscenza) desigillati. Vi risponderei con un educato, ma secco NO. Lo scopo di questi articoli è soltanto quello di informare. E’ anche assolutamente VIETATO chiedermi se la tale setta, il tale guru, la tale organizzazione siano o no dediti alla costruzione di sigilli. Vi risponderei:” boh e che ne saccio io?”

Segue a

Sigilli sottili: cominciamo a parlarne      Sigilli sottili: seconda puntata

Sigilli sottili: terza puntata                           Sigilli sottili: quarta puntata 

Sigilli sottili: quinta puntata                       Sigilli sottili: facciamo il punto della situazione (sesta puntata)

Cos’è il Dan Tien? Che c’entra con l’Energia Oro?

Nella terza puntata, abbiamo affrontato un tipo particolare di “vampiraggio” energetico: quello dell’Energia Oro contenuta nel Dan Tien. Cominciamo con il ricordare cosa sia questo misterioso Dan Tien.

Il Dan Tien e le sue varianti, come Dan Tian, Dan Dien, cinese: Dāntián 丹田; giapponese: Tanden 丹田; coreano: 단전 DanJeon 丹田; tailandese Dantian ตันเถียน. Letteralmente significa “campo (tian) di cinabro (dan)” ed è, nella fisiologia della Medicina tradizionale cinese, il luogo nel corpo dove il chi (In Pinyin Qi,气 ) viene conservato, accumulato e dal quale poi si irradia nei diversi meridiani del corpo. Si collega all’Alchimia Interiore deltaoismo, alle tecniche meditative interne di origine cinesi, alle arti marziali cinesi, in particolare a quelli Neijia. In Wade-Giles è reso come Tan T’ien. Generalmente, nonostante i Dantian siano tre, viene considero come vero Dantian, il Campo di Cinabro Inferiore.

Dantian si compone di due ideogrammi:

  • Dan (丹) che viene tradotto con Rosso, Pillola, Polveri farmaceutiche;
  • Tian (田) che viene tradotto con Campo, Appezzamento, Terreno Coltivato. 

Questa è l’interpretazione che ne dà Huai-chin Nan: Tan significa la pillola dell’immortalità. Tien significa un campo. Questa invece la traduzione resa da un testo in inglese da parte di Elisabetta Valdrè: dantian… significa letteralmente ‘campo dell’elisir’

(Wikipedia)

Dei tre Dan Tien, noi prendiamo in esame solo quello inferiore, posto due o tre dita sotto l’ombelico. In conclusione: il Dan Tien è un chakra specializzato nello “stivaggio”, nella conservazione dell’Energia Oro in sovrappiù.

Anatomia Sottile di Roberto Zamperini

Abbiamo visto cosa sia e dove sta il Dan Tien. Ci manca di sapere

1) come produciamo Energia Oro?

2) che ci facciamo con l’Energia Oro e perché ce n’è in soprappiù tanto da essere conservata nel Dan Tien?

3) e poi, naturalmente, perché certi mascalzoncelli ce la vogliono fregare?

1) Come produciamo l’Energia Oro?

Noi produciamo giornalmente Energia Oro. Come? Dormendo. Quando noi dormiamo, entriamo via via in numerosi Stati di Coscienza diversi, due dei quali, semplificando assai, possiamo chiamarli Theta e Delta. Si chiamano così due stati di coscienza in cui il nostro cervello produce un certo tipo di frequenze elettriche. La frequenza theta è quella compresa tra 8 Hz (= cicli al secondo) e 4 Hz. La frequenza delta è quella compresa tra 4 Hz e 0 Hz. Ovviamente, non arriviamo mai a 0 Hz perché sarebbe l’elettroencefalogramma piatto, ovvero la morte cerebrale. Ma solo per dire che è una frequenza molto bassa.

Questi argomenti sono trattati a fondo in Anatomia Sottile e in Fisiologia Sottile, di un tale Roberto Zamperini.

D’accordo, ma che succede a queste frequenze? Molte cose che i nostri Antenati occidentali ed orientali ben conoscevano. L’uso dei sogni premonitori e di guarigione era cosa ben nota agli egiziani, agli indiani, ai greci e ai romani, che la utilizzavano anche a scopo terapeutico (la psicanalisi forse l’hanno inventata qualche annetto prima di Freud!). Purtroppo ben poco sappiamo di queste tecniche che non erano affatto “primitive” come saremmo noi moderni portati a credere. Erano invece molto sofisticate e facevano parte di un corpus di conoscenze che è andato perduto per molte ragioni. Quali? L’incendio della biblioteca di Alessandria, ad esempio; il divieto, pena la morte, di continuare le pratiche “pagane”; il fatto che le conoscenze venivano impartite oralmente e in segreto in riti di Iniziazione nei Misteri …

Fisiologia Sottile di Roberto Zamperini

Ma qui non mi interessa tanto questo, quanto, piuttosto, il fatto che, a frequenze inferiori a 8 Hz, si cominciano ad attivare il CEC (Centri Extra-Corporei) superiori ed inferiori. I CEC sono un sistema di 14 chakra che stanno fuori del corpo e sono 7 sopra la nostra testa e 7 sotto il perineo. L’attivazione massima avviene in delta (cioè sotto i 4 Hz), ma già sotto gli 8, le cose si fanno interessanti. Qualcuno di voi, probabilmente, ha letto la serie di miei articoli sulla musica con il diapason a 8 Hz e con il diapason a 7,83 Hz. Ebbene, quando il diapason è intonato a 7,83 Hz l’ascolto di brani musicali stimola nell’ascoltatore l’attivazione dei CEC. Già questo fa capire che, nella TEV, esistono numerose tecniche atte a produrre un’enorme quantità di Energia Oro …

Prima di proseguire, consiglio, soprattutto chi è “nuovo” di questo Blog, di andarsi a leggere alcuni “vecchi” articoli:

La misteriosa Energia Oro (1) in cui ho affrontato il concetto dall’inizio e ho illustrato la connessione tra i numeri d’oro, il Quarto Raggio e l’Energia Oro. Se non si legge a fondo questo articolo non si capisce nulla del seguito …

La misteriosa Energia Oro e il Cosmo vivente (2) in cui ho discusso la connessione tra il concetto di Energia Oro e la Scienza Sacra Tradizionale. Gli Antichi consideravano la Natura  come un gran corpo animato e sacro, “espressione visibile dell’invisibile”. Come dice Virgilio:

Innanzitutto uno spirito vivifica dentro il cielo e le terre e le liquide distese e il globo luminoso della luna e l’astro Titanio un’anima diffusa per tutte le parti del mondo muove la massa terrestre e si mescola al grande corpo.

Di qui ha origine la stirpe degli uomini e degli animali e le vite degli uccelli e i mostri che il mare produce sotto la distesa marmorea delle acque. Questi semi hanno un’energia ignea e un’origine celeste finché corpi nocivi non li rendono lenti e non li rendono ottusi gli organi terreni e le membra mortali.

La misteriosa Energia Oro e la doppia realtà (3) in cui ho discusso alcuni aspetti del rapporto che intercorre tra quello di Energia Oro e l’Ermetica e l’Alchimia.

Ci sarebbero altri articoli dedicati al concetto di Energia Oro, ma i tre elencati possono bastare per avere almeno un’idea di cosa stiamo trattando.

2) Che ci facciamo con l’Energia Oro e perché ce n’è in soprappiù da essere conservata nel Dan Tien?

Esistono alcuni chakra che hanno un estremo bisogno di Energia Oro (vedi il mio La Cellula Madre), ma quando ne hanno assorbito a sufficienza, il resto lo inviano al Dan Tien, con il compito di conservarla per quando ce n’è bisogno. Il fatto è che l’Energia Oro è anche la vettrice di informazioni che ci provengono da altre dimensioni durante il sonno. Inoltre, come si ricorderà quando ho affrontato il tema dell’Energia Oro, questa va considerata come la madre di tutte le energie di risonanza. Non è finita: da sempre è considerata l’energia dell’immortalità fisica. Che questo sia vero o meno lo lascio giudicare a voi. Resta il fatto che, quando perdiamo Energia Oro, ci sentiamo come svuotati, privi di vita e d’energia vitale. E qual è una delle attività che “brucia” più Energia Oro? L’eiaculazione. Per questo nella tradizione cinese si dà grande importanza alla ritenzione del seme e lo stesso nella Tradizione Ermetica Occidentale. La sensazione del post coitum, non a caso, è chiamata “la piccola morte”! I latini dicevano: post coitum omne animal triste: ogni animale è triste dopo il coito.

Provate a testare il Dan Tien di questo prete giapponese!

Concludendo, l’Energia Oro

  • è utilizzata da chakra, tessuti ed organi ed è essenziale per il loro buon funzionamento fra tutti ve ne ricordo uno: il cuore;
  • è dissipata nell’eiaculazione;
  • è la madre delle energie di risonanza;
  • la sua assenza ci fa sentire privi di vita e, probabilmente, ce l’accorcia pure;
  • che sia vero o meno è considerata l’elixir di lunga vita, se non proprio di immortalità.

Direi che questo lungo elenco già ci dice perché certi criminali sottili rubino l’Energia Oro. Ma ne riparliamo diffusamente nella prossima puntata …

(SEGUE)

19 maggio 2011 - Posted by | Chakra, Conosci Te Stesso, Crescita Personale, Energie Sottili, Ermetica ed Alchimia, Musica

43 commenti »

  1. Ciao Roberto, bello questo blog… Tanti cari saluti

    Commento di Anna Salvati | 19 maggio 2011 | Rispondi

  2. Ho testato il Dan Tien del monaco in foto…. una bomba!
    Ho testato per curiosità anche quello di ratzinger e nemmeno è messo male. Quelle eterne occhiaie mi avevano tratto in inganno, pensavo “dissipasse” di più🙂

    Scherzi a parte…
    Non sarebbe possibile che ad un gran numero di persone siano stati impiantati chip atti a raccogliere le loro energie oro proprio nel momento in cui ne liberano in maggior quantità (orgasmo)?
    In tal caso, magari, la pornografia e la pansessualizzazione potrebbero avere scopi ben più subdoli e sottili del semplice abbrutimento delle masse.
    E’ troppo campata in aria come ipotesi?

    Commento di Gianluca | 19 maggio 2011 | Rispondi

    • 1) D’accordo sullo shintoista, un po’ meno sul papa.
      2) La tua ipotesi non mi sembra affatto campata in aria, ma anzi meriterebbe un approfondimento. Perché no?

      Commento di Roberto Zamperini | 20 maggio 2011 | Rispondi

  3. Mi pare che anche in questa immagine di Pang Ming l’energia oro sia potente!
    http://taotraveller.blogspot.com/2008/01/hua-xia-zhineng-qigong-center.html

    Mi sbaglio?

    Commento di Mauro | 20 maggio 2011 | Rispondi

  4. Vero…
    Però mi sembra che il suo Dantien, il Canale Celeste e Tellurico siano nulli…
    Mi sbaglio?
    Un saluto

    Commento di Frank61 | 20 maggio 2011 | Rispondi

    • Il “suo” di chi? Del papa o del cinese? (Comunque, a me sembrano nulli in entrambi).

      Commento di Roberto Zamperini | 20 maggio 2011 | Rispondi

  5. Del cinese…
    Il papa no palming
    Ciao

    Commento di Frank61 | 20 maggio 2011 | Rispondi

  6. Salve a tutti, sono nuovo a commentare il blog ed è prima doveroso da parte mia complimentarmi con Roberto per l’eccelente resa dei suoi articoli che derivano da un lungo studio di tali materie che ai più ahimè sono sconosciuti e soprattutto MISconosciuti dal mondo scientifico ortodosso.
    A questo punto arrivati alla settima puntata, considerato che il sigillo viene anche rappresentato come una forma comunitaria, ho però una domanda da fare che porrò spero in maniera piuttosto semplice, ovvero:
    credo che ognuno di noi e qualsiasi forma di essere vivente in quanto unità energetica sia da considerarsi un sigillo e poichè emettitori di una frequenza, cerchiamo di ritrovare da altri soggetti viventi o situazioni il modo di farla RISUONARE per attingere a svariate forme di energia che diviene indispensabile per la nostra esistenza.
    Detto ciò, credo che quando tanti di questi sigilli si mettono insieme, ovvero si raggruppano e cominciano ad emettere la stessa frequenza ,che risulta quindi amplificata ecco che in quel momento viene creata un Entità anch’essa SIGILLO che si nutre dell’energia dei suoi appartenenti e per vivere fa diventare degli automi chi ne fa parte (anche inconsapevolmente).
    Ora, quando uno scopre di far parte di questo vampiraggio energetico, per poterne sfuggire cosa deve effettivamente fare se non è in possesso di armi quali la TEV o altro, poichè l’individuo che subisce l’influenza del sigillo solitamente viene sottomesso alle imposizioni del SIGILLO stesso, diversamente l’individuo cercando di liberarsene difficilmente uscirà indenne dalla volontà di ribellione poichè non sarà più accettato dal resto della comunità SIGILLATA?.

    Commento di Giuseppe Rinicella | 20 maggio 2011 | Rispondi

    • “credo che ognuno di noi e qualsiasi forma di essere vivente in quanto unità energetica sia da considerarsi un sigillo”
      Un’affermazione fuori del contesto alla base del nostro discorso. Mi cito:

      – il sigillo è un “oggetto”, un “prodotto” sottile costruito da qualcuno o da un’organizzazione fatta da qualcuno, ha dunque una natura per così dire artificiale;
      – il sigillo ha dunque sempre una natura di volontarietà, che lo differenzia, ad esempio, da una forma-pensiero sia positiva o sia negativa che nasca da un trauma (la negativa) o da un desiderio inconscio di far del bene (la positiva);
      – il sigillo ha, per ipotesi, una natura malevola e di sfruttamento di qualcuno (questo ne fa qualcosa di totalmente diverso da ogni forma-pensiero positiva) e/o di manipolazione;
      – il sigillo genera nella vittima effetti dannosi che questi si verifichino sempre o solo in certe occasioni o siano potenziali (si verificano solo se ci sono certe condizioni).

      Ovviamente, sei liberissimo di pensarla così, ma sei fuori della mia definizione. Il TUO sigillo è diverso dal MIO. Da ciò nasce la tua affermazione seguente, che andrebbe discussa.
      Circa la domanda: “che fare?”, la serie di articoli non è terminata e alla fine darò qualche minima soluzione (anche se il top è la TEV). Credo però che la cosa migliore da fare sia quella di evitare di essere sigillati. Insomma: prevenzione. Anche di questo, parlerò…

      Commento di Roberto Zamperini | 20 maggio 2011 | Rispondi

      • io, veramente credevo di dare, ovviamente una mia interpretazione alla descrizione del Sigillo, che però non voleva discostarsi dalla tua, ovvero avevo capito così come l’ho spiegato, e quindi sicuramente mi sono sbagliato. Poichè però per “prodotto sottile”, sia esso consapevole che il più delle volte si traduce in una FP+, sia esso consapevole e più distruttivo quindi, credevo avessi capito che si trattasse di intenzione energetica sviluppata o creata da un unità o collettività.
        Quindi ti pregherei ove possibile, di farmi comprendere essenzialmente dove erro nell’interpretazione.
        P.s. ho letto tutti i tuoi libri e sono possessore di CL + BOO e riesco a praticare un po di TEV, ma volevo capire un pò di più se fosse possibile “IGNORARE” in altra maniera, e quando uso il termine ignorare credo volere suggerire una ipotesi.
        grazie

        Commento di Giuseppe Rinicella | 20 maggio 2011 | Rispondi

        • Caro Giuseppe, non ti nascondo che ho una certa difficoltà a comprenderti.
          “sicuramente mi sono sbagliato”
          Lascia perdere gli errori. Mica stiamo all’esame. La tua opinione vale la mia. L’importante è comprendersi.

          ” Poichè però per “prodotto sottile”, sia esso consapevole che il più delle volte si traduce in una FP+, sia esso consapevole e più distruttivo quindi, credevo avessi capito che si trattasse di intenzione energetica sviluppata o creata da un unità o collettività.”
          Qui non capisco proprio cosa dici. Spiega meglio, per favore. ” credevo avessi capito ” Che avessi capito tu od io? E capito cosa? Che intendi per “intenzione energetica sviluppata o creata da un unità o collettività”? Un sigillo non è un’intenzione. E’ un vero e proprio “oggetto”. Per farlo serve un’intenzione, ma l’intenzione da sola non basta.

          “Quindi ti pregherei ove possibile, di farmi comprendere essenzialmente dove erro nell’interpretazione.”
          Il tuo post precedente (SE non l’ho mal inteso!) sosteneva che “credo che ognuno di noi e qualsiasi forma di essere vivente in quanto unità energetica sia da considerarsi un sigillo e poichè emettitori di una frequenza, cerchiamo di ritrovare da altri soggetti viventi o situazioni il modo di farla RISUONARE per attingere a svariate forme di energia che diviene indispensabile per la nostra esistenza.” Bene. Ti ho risposto che questa tua interpretazione – che è assolutamente legittima, intendiamoci! – è cosa diversa dal dire che un sigillo è un oggetto preciso, fatto con consapevolezza e intenzione malevola. . Si può benissimo sostenere che ognuno di noi è una forma-pensiero. Magari pensata da un Dio Pensatore, che so. Ma questo non ci fa essere dei sigilli, almeno all’interno della mia definizione che nessuno è obbligato a condividere. Ma una definizione è una sorta di tema che tutti condividono e che è alla base di una discussione. Un po’ come stabilire se si deve parlare in italiano, in francese o in inglese. Serve per dare chiarezza. Tutto qui.

          Commento di Roberto Zamperini | 20 maggio 2011 | Rispondi

  7. Ok! ” credevo avessi capito ” scusa per non avere anteposto il soggetto che ero io, ma in grammatica certe volte faccio schifo!!!
    Adesso ci sono, non sò perchè mi fossi convinto dalla lettura dei post, che il SIGILLO potesse essere soprattutto solo un entita non fisica, invece ero nella strada sbagliata… seguirò con più attenzione i post che verranno… grazie per la pazienza!

    Commento di Giuseppe Rinicella | 20 maggio 2011 | Rispondi

  8. domanduzza malevola:
    come fanno 2 esseri umani a esistere sine canali celeste e tellurico?

    Commento di mario puccioni | 20 maggio 2011 | Rispondi

    • 1) Due esseri umani non sono umani pertanto esistono sine canali celeste e tellurico
      2) Due esseri umani sono regolarmente provvisti di canali celeste e tellurico, ma sono schermati e io ho toppato
      3) Tu sei il solito malpensatore malevolo

      Commento di Roberto Zamperini | 20 maggio 2011 | Rispondi

  9. Che viene a significare “due esseri umani non sono umani”? e se non sono umani che sono?
    E poi, canale celeste e tellurco schermati?

    Commento di Francesco | 20 maggio 2011 | Rispondi

    • Il papa potrebbe essere un angelo (gli angeli ce l’hanno i chakra? forse no) e/o entrambi sono schermati al palming. Hanno i chakra ma tu non puoi sentirli. Ma è solo un’ipotesi …

      Ma, picciotto, acqua in bocca, ah!

      Commento di Roberto Zamperini | 20 maggio 2011 | Rispondi

      • Uhm… ma è una sorta di difesa sottile???

        Commento di Mauro | 21 maggio 2011 | Rispondi

  10. Ma quale angelo……, si chiamo Giuseppe il Papa! per gli amici Pino, Pinuzzo per gli amici. Forse però Pinuzzo è troppo confidenziale!!

    PS
    Appena vedo un angelo provo a testare e ti faccio sapere. Non so se hanno i Chakra, ma di sicuro non hanno sesso!! Tiè!!!!

    Commento di Francesco | 20 maggio 2011 | Rispondi

  11. Non so se questo è il posto giusto dove porre il mio quesito.
    Intanto faccio una premessa: ho letto tutti i tuoi libri tranne quelli (o quello) sulla domoterapia. L’ho fatto svariati anni fa, quindi la mia memoria già labile di suo potrebbe fare cilecca.
    Detto questo…
    Non ci capisco nulla di energie sottili, non ho esperienza diretta in materia, allora chiedo a te: ma esiste l’energia argento?
    Provo a spiegarmi…
    Poco fa passeggiavo per Sorano, un paesino magico al confine fra lazio e toscana (io vivo nel comune di Sorano).
    Credo non ci voglia una gran sensibilità sottile per avvertire l’energia di certi posti visto che la sento pure io🙂
    Detto questo… Nel tornare a casa riflettevo sul fatto che ho un legame molto forte con la terra da cui vengo, e se anche ogni volta che vado a Sorano sono come ipnotizzata dalla sua energia, so che l’energia non si esaurisce lì, che arriva anche al mio piccolo paesino. Allora riflettevo sul fatto che: mi sembra che se anche tutta la zona sia pervasa da un’energia particolare, nel mio sentire quest’energia non è tutta uguale. Nella mia fantasia l’energia che scorre nel mio paese è d’argento, come acqua e come mercurio.
    Quindi (dopo averla presa un pò alla larga) chiedo a te: esiste un’energia “argento”? E’ una mia fantasia o c’è qualcosa qualificabile con le parole (un pò confuse) che ho usato?
    Grazie

    Commento di Simona | 22 maggio 2011 | Rispondi

  12. Non conoscevo Sorano, ma da un’occhiata data su Internet, vedo che si tratta di un bel paesino non lungi da Grosseto. Siamo in piena Saturnia Tellus. Che energia c’è lì? Direi che tra Etruschi e figli di Saturno, energia oro tellurica in gran quantità. Ci sono pure delle terme o sbaglio? Mi piacerebbe sapere se ci sono anche tracce di mura ciclopiche. Voglio visitarlo, questo Sorano. M’intriga…

    Commento di Roberto Zamperini | 23 maggio 2011 | Rispondi

    • Se non sei mai stato ti consiglio di venire a vedere, siamo a un paio d’ore da Roma.🙂
      Non so cosa siano le mura ciclopiche ma da un’occhiata veloce su internet ti direi di no. Sorano, così come Pitigliano, Sovana e Vitozza, fa parte delle Città del Tufo, si tratta di posti in cui gli etruschi hanno lasciato il segno del loro passaggio… le uniche cose paragonabili a mura che si possono trovare sono le vie cave (percorsi scavati nel tufo), e sono veramente belle da vedere. Ci sono anche le terme.
      L’energia di questi posti io non la so descrivere, so che c’è… per me è come una magia, passeggiare per le vie cave, a Vitozza, per San Rocco, per la necropoli di Sovana è semplicemente una cosa che non lascia indifferenti, sembra di fare un rito (parlo per me, sia chiaro).
      Purtroppo non posso descriverlo meglio di così… Ti tocca venire a sentire di che parlo!😀

      Commento di Simona | 23 maggio 2011 | Rispondi

      • Conosco bene l’energia dei siti etruschi, avendo vissuto una (breve) parte della mia vita in luoghi simili. Gli Etruschi furono davvero maghi delle energie telluriche. Non a caso, nel tuo paese ci sono le terme … Prima o poi, lo voglio vedere Sorano.

        Commento di Roberto Zamperini | 24 maggio 2011 | Rispondi

  13. Buongiorno Dottore, mi scusi la domanda, siccome sono piuttosto digiuno di definizioni gergali riguardo la nomenclatura delle energie, volevo sapere se dalla Luna proviene energia mercuriale e, se non è quella, come si chiama allora. Grazie moltissime.

    Commento di Ivan | 15 ottobre 2011 | Rispondi

  14. Un’ultima domanda, se mi è concesso saperlo. Circa 30 anni fa, da un libro di Clive Barker, fu tratto un film dell’orrore che ebbe un notevole successo di pubblico, tanto che ne furono girati molti seguiti e divenne discretamente popolare anche a chi non seguiva il genere. Ebbene, nel film veniva mostrata quella celebre “puzzle box”, ovvero una specie di cubo di rubik costituito da configurazioni modificabili, secondo meccaniche possibili però solo nella finzione scenica. Sicuramente quasi tutti sanno di cosa sto parlando. La mia domanda è questa: è possibile che sfruttando il film si sia cercato di diffondere sigilli attraverso la visione di quell’oggetto e che magari il successo di quella serie sia stato dovuto proprio a questo? In quella scatola sono impressi disegni innocui frutto della sfrenata fantasia di Barker e degli autori o veri e propri talismani basati sulla geometria sacra? Se non avete presente di cosa si tratti può osservarne una foto qui
    Grazie a tutti se vorrete rispondere.

    Commento di Ivan | 15 ottobre 2011 | Rispondi

  15. Il sistema non ha preso il codice BBC, comunque è questo: http://2.bp.blogspot.com/_9iMIweN5ntc/SsyyswIs8iI/AAAAAAAAAyA/QM92nN-ly_0/s400/metallic+lament+configuration+papercraft.jpg

    Grazie ancora.

    Commento di Ivan | 15 ottobre 2011 | Rispondi

    • Non so nulla del film, nemmeno il suo titolo, Qual è? I dadi sono oggetti interessanti. Ne esistono altre foto?

      Commento di Roberto Zamperini | 17 ottobre 2011 | Rispondi

  16. Buongiorno, il titolo del libro è “Hellbound heart”, di Clive Barker, mentre il film che ne è stato tratto si chiama “Hellraiser”, sempre dello stesso autore, che ne ha curato la regia. Naturalmente NON le consiglio la visione del film, dato che è un genere riservato solo a chi è provvisto di stomaco robusto, non so se mi spiego, tuttavia la storia si dispiega sulle vicende dei protagonisti, i quali vedono le proprie vite sconvolte dal ritrovamento di un oggetto fabbricato nel lontano 1700 da un malvagio occultista, una corta di complicato talismano in grado di aprire varchi verso gli Inferi, con tutte le conseguenze del caso. Naturalmente non ci perda sopra troppo tempo perchè, malgrado il seguito che ha avuto, trattasi comunque di una storia di fantasia, l’unico motivo per cui glielo chiedevo è che una volta ho mostrato una foto di una replica di quell’oggetto a un mio amico esperto nel sentire le energie e non appena l’ha visto s’è spaventato, diceva che non appena gli è apparsa l’immagine sullo schermo ha sentito un brivido lungo la schiena e ha avuto come l’impressione, sue testuali parole, che la scatola volesse mettersi a girare su se stessa (!). Questo mio amico sapeva poco del film e di tutta la storia quindi m’è parsa una reazione piuttosto curiosa da parte di una persona che, per quanto ne so, non è aliena a visioni sinistre, per così dire, e che quind dovrebbe esserci in qualche modo “abituato”. Dopo quell’aneddoto gli mostrai alcune scene del film, giusto perchè se ne facesse un’idea maggiormente precisa, alchè in una scena del film mi disse che quelle disegnate in quell’oggetto erano geometrie sacre. Per questo volevo gentilmente chiedere a Lei, considerata la Sua grande e indubbia esperienza sulle geometrie sacre, se disponesse di sufficienti tempo e buona disposizione sulla cosa, per avere una eventuale conferma o smentita su quello che mi disse quel mio amico. Ancora grazie per la Sua cortese attenzione e mi scusi se le faccio perdere tempo prezioso. Può trovare un’immagine sufficientemente dettagliata dei disegni applicati sulle facce del cubo in questo link:

    Commento di Ivan | 17 ottobre 2011 | Rispondi

    • Una strana storia che però, se vogliamo, non si discosta troppo dal cliché di altre alle quali ci stanno abituando. Sigilli o non sigilli ci troviamo di fronte a cose sporche, non certo luminose e solari. I disegnini hanno una loro qualche energia, ma non sono “sigillanti”. Comunque: evitare. Alla larga. Se hai – come sembra – una copia del film (DVD o latro) lascia perdere: non ti fa bene.

      Commento di Roberto Zamperini | 18 ottobre 2011 | Rispondi

  17. Si chiamano Lament Configuration, di foto sul web se ne trovano moltissime.
    Non le ho testate, ma non mi piacciono neanche a guardarle, quindi me ne starò con le manine a posto!

    Commento di Francesco | 17 ottobre 2011 | Rispondi

  18. La ringrazio molto per la valutazione, mi fa piacere sapere che quegli oggetti non “incollano” effetti secondari in chi li guarda, forse l’energia intrinseca è dovuta all’interesse da parte dei molti fan della serie e di chi addirittura progetta nuove versioni di quell’oggetto per accontentare gli appassionati del genere. Non dispongo di copie del film ma ho un paio di musiche usate come sottofondo in alcune scene del film stesso, anche se cerco sempre di associare la musica ad altre fantasticherie decisamente meno truci. Dispongo tuttavia di una replica fedele del cubo usato nella versione cinematografica della storia, forse è anche per questo che cercavo lumi sulle sue proprietà. Comunque ancora grazie per le sue informazioni, preziose come sempre.

    Commento di Ivan | 18 ottobre 2011 | Rispondi

    • Ho dato un’occhiata (fugace) a qualche immagine del film, ma, sinceramente, non m’è sembrato nulla più che un buon prodotto, ovviamente nel suo genere, di tipo Hollywoodiano. Un prodotto che da quelle parti fanno un tanto al chilo o al quintale. Non mi sembra ci sia niente di più se non quello che i produttori vorrebbero che ci si vedesse (satanismo, eccetera) per fini di marketing. Forse gli abbiamo dato anche troppa pubblicità …

      Commento di Roberto Zamperini | 18 ottobre 2011 | Rispondi

  19. Si, lo credo anch’io.

    Commento di Ivan | 18 ottobre 2011 | Rispondi

  20. Non sapevo dove postare questa doamanda. Una domanda relativa la Canale Celeste e Tellurico.
    Visto che in questo post si parla di Energia oro, che notoriamente arriva a noi tramite i prima citati canali ho deciso che la posterò qui.
    E’ possibile trovare e/o ritrovarsi un Canale celeste e tellurico particolarmente sporchi in seguito o come conseguenza di una crisi di rabbia/collera?
    Insomma quando si dice: “mi è andato il sangue al cervello”, oppure “non ci ho più visto dalla rabbia”.
    Posso spiegarmi il trovare nefandezze nel 2 CEC sup e inf., ma tutto il canale perchè?
    Quindi: esiste un collegamento “preferenziale” tra emozioni di 2^ dimensione e sviluppo dei Canali extracorporei?
    Se no, cosa vorrà dire trovare canali celeste e tellurico sporchi?
    Thanks in advance.

    Commento di Francesco | 23 novembre 2011 | Rispondi

    • Certo che è possibile. La descrizione che ho dato della struttura dei due canali celeste e tellurico è molto approssimativa, per l’esigenza di non entrare in dettagli eccessivi che farebbero scappare i superstiti dei miei già pochi lettori. Nei due canali tutto è in comunicazione con tutto. Dunque, un’arrabbiatura fa sì che dai due CEC di 2.a dimensione (il superiore e l’inferiore) l’energia congesta e carica di legami si diffonda dappertutto, dai livelli più alti, fino alla dimensione fisica.

      E’ triste, ma è così.

      Commento di Roberto Zamperini | 23 novembre 2011 | Rispondi

      • E’ tristissimo!! Tristissimo e grave!
        Si mandano all’aria mesi, mesi e mesi, di pulizie e lavoro.

        Commento di Francesco | 23 novembre 2011 | Rispondi

        • Ma no! Tra uno o due giorni sarai più pulito di prima! Non sei SEMPRE incazzato, lo sei stato una volta. Poi passa, no? Tranquillo: tra due o tre giorni starai meglio che pria. Adesso sparati solo R1 fino a totale pulizia. Se ce l’hai alterna con i Legami. Null’altro.

          Commento di Roberto Zamperini | 23 novembre 2011 | Rispondi

      • Secondo me se dai un pò di dettagli in più i Lettori non scapperanno, anzi, si interesseranno ancor di più a queste tematiche. Una domanda sui due canali: E’ per via dell’Energia Oro che tutto è in comunicazione con tutto?

        Commento di Valerio Mattei | 23 novembre 2011 | Rispondi

  21. Penso che l’emissione di energia oro inizi qualche secondo prima dell’eiaculazione e continui per tutto il processo. E’ anche possibile separare i due processi ed avere quindi proiezione di energia senza emissione di spermatozoi. Credo che i maschi conoscano bene la sensazione che immediatamente precede l’eiaculazione vera e propria, ed anche le loro partner più sensibili, durante i rapporti, riescano a percepire l’inizio dell’emissione di energia del compagno.

    Commento di gio904 | 1 agosto 2012 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: