Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

La TEV nel Pronto Soccorso? Una testimonianza straordinaria.

Conosco da molti anni Skyluke anche se ci frequentiamo raramente: lui sta nel profondo Nord e io nell’Urbe. Conosco anche la sua mamma e il suo papà. Due persone semplici e buone, sembrano gli Italiani di una volta: attivi, intelligenti, lavoratori, onesti. Insomma, quelli che un tempo si chiamavano “Italiani brava gente”. Una razza in via d’estinzione? Speriamo proprio di no. Skyluke è ben noto a tutti i TEVvari, soprattutto a quelli del Nord. Dire che conosce bene la TEV non è fargli un complimento: da quanto segue comprenderete che lui è molto di più che un buon conoscitore della TEV. Al suo racconto, aggiungo solo che Skyluke  NON è un terapeuta di professione (fa tutt’altro nella vita). Molte delle cose che Skyluke scrive saranno incomprensibili a molti, ma d’altra parte lui è un TEV5 (o TEV6?) e, se le circostanze lo richiedono, getta nell’agone … sottile tutto quello che sa. Con i risultati che vedrete!

Una precisazione: ho lasciato il solo suo commento iniziale ,gli altri li ho dovuti cancellare perché mi avevano saturato i commenti e anche perché ritengo che il racconto di Skyluke richieda  ben altro che un insieme di commenti al mio Blog. Li ho raccolto tutti  in questa straordinaria testimonianza, alla quale non posso aggiungere neppure una virgola, se non: “Bravissimo, Skyluke!”

Buona lettura.

Cercherò di sintetizzare al massimo (mi scuso per la lunghezza, ci vorrebbe un post a parte)


– domenica 15 maggio una Mamma di quasi 73 anni, che non perde occasione di mantenersi giovane facendo scorribande in montagna a fianco del marito alpinista di 75 anni (seguito *anche* con TEV + CPU e “ripresosi” da un linfoma), rotola rovinosamente in un canalone per 40-50 metri, precipitando da un sentiero, in una palestra di roccia (porfido tagliente).
– tralascio i particolari, salvataggio, elisoccorso, giunge ancora “viva” in Rianimazione, allarme in famiglia e tutti in ospedale … ma, ignorando l’accaduto, si pensava al classico incidente con qualche ferita e frattura
– invece è grave, è arrivata coscente ma ha perso parecchio sangue, è contusa, è piena di lesioni, ha un polmone bucato, una tibia fratturata, una incrinatura del bacino, un enorme squarcio con riversamento del cuoio capelluto, probabile incrinazione della scatola cranica, frattura di alcune ossa facciali, una grande emorragia interna a metà corpo sul fianco destro, una emorragia interna nella parete temporale destra … sapremo nei giorni seguenti che la situazione è improvvisamente precipitata: Mamma è andata da S.Pietro almeno un paio di volte!
– prende realmente consistenza uno scenario inimmaginabile, la Mamma che sparisce da un giorno all’altro senza preavviso, la diagnosi energetica è chiara, non vi sono dubbi: tutti i chakra principali sono pressochè azzerati, solo il Ming Men enorme fa bella mostra di sè, il resto è ridotto ad un nugolo di pestifere congestioni.
– non c’è tempo da perdere, mentre i medici fanno la loro parte io faccio la mia, vada come vada, uniamo le forze e diamoci da fare: tecniche avanzate TEV5, 7 Raggi, MK 07.11 in tasca e via col vento!!
– con mio estremo stupore vedo che la situazione energetica della Mamma reagisce subito, ad ogni mia attività corrisponde un inequivocabile segno di miglioramento: mentre tutti sono ancora perplessi ed abbacchiati io so perfettamente che c’è in atto una radicale inversione di rotta
– faccio tesoro delle indicazioni dei medici, agisco con la precisione e la potenza calibrata delle tecniche TEV laddove loro indicano lo stato d’emergenza e di pericolo della paziente: verifico SEMPRE i Campi Energetici associati, sia a riscontro dei loro “bollettini informativi” che delle reazioni ai miei interventi: tuttavia l’ambiente affollato fuori dalla Rianimazione impone discrezione e io faccio quel che posso …
– i medici ci comunicano che la gravità maggiore è dovuta alle emorragie, quella sul fianco destro è stata arginata risalendo le vene e cercando di tappare la perdita con un sistema “a palloncino” (credo che siano gli “stent”); quella alla testa pare essersi fermata: hanno fatto la trasfusione di ben otto(!) sacche di sangue, e tre altre sacche di piastrine e plasma (altre tre sacche saranno trasfuse nella notte), la testa è stata velocemente cucita con 24 punti
– Stante la situazione, essendo sera, andiamo tutti a casa, un boccone veloce e poi … finalmente mi posso scatenare!! verifico con più tranquillità e sicurezza che il miglioramento raggiunto con le tecniche TEV dopo un’ora non è degradato, raduno i Cleanergy di tutta la casa:
1 – Midi MK-07.11 (veterano del pronto soccorso)
2 – Midi MK-15-02 + 2 Booster + M Legami 60.08
3 – Midi MK-14.08 con diffusore metallico
4 – Midi MK-14.08 + Booster 60.08 + M Legami 60.08 + M Sangue 20.08
5 – Midi MK-15.02 + M Legami
6 – Midi MK-15.02 + M Drainer
7 – Midi MK-15.02 + M Circolatorio

– si parte con le danze: tutte le tecniche TEV fino a livello 5 vanno bene!
Attività focalizzata sui chakra principali con particolare attenzione e feedback su Base, Timo, Cardiaci A e P, Fronte, Nuca, Ming Men, pulizia, riequilibrio ed attivazione;
Attivazione e pulizia pressochè continua del chakra di Base in pianta stabile sul Midi 4;
Attivazione e pulizia continua (tuttora lo è) del sangue in pianta stabile sul Midi 4;
Attivazione e pulizia continua della matrice extra cellulare, in pianta stabile sul Midi 5;
Attivazione e pulizia continua (tuttora lo è) degli organi filtro, agendo a livello di Primo Arcaico, in pianta stabile sul Midi 6;
Attivazione e pulizia continua (tuttora lo è) del sistema circolatorio, agendo a livello di Primo Arcaico,in pianta stabile sul Midi 7;

Attivazioni e pulizie alternate con i Midi 1, 2 effettuate sui chakra, c.o ed Arcaici dal 1° al 7° (anche se solo per alcune funzioni): Fegato, Pancreas, Milza, Reni, Intestino, Stomaco, Polmoni, BioT, BioE, BioOxy, BioEPh, BioA, BioC2, BioC3, BioC4, Pompa-Nak, CO Coagulazione, CO Cicatrizzazione, Microtubuli (ck anonimo), CO FAAT, Dan Tien, CO Respirazione, Amigdale, Epifisi, Ipofisi, Emisfero sx e dx, CO acqua, CO Emoglobina, CO Piastrine e Sangue in tutte le 7 Dimensioni (eh, il sangue non è mica suo!) … varie ed eventuali (non mi dilungo oltre) …

___________________________________________

– Lunedì mattino: io vado a lavorare e tengo a bada i livelli con il Midi 1, gli altri 6 hanno già il loro compito assegnato!! i medici riferiscono “situazione ancora grave ma non peggiorata” (non si sbilanciano oltre)
– Lunedì mezzogiorno: i medici confermano quanto io avevo già riscontrato, le emorragie sono ferme, c’è una ovvia espansione degli ematomi a causa del sangue entrato nei tessuti e per il fatto che stiamo parlando di circa 24 ore dopo il trauma (non si sbilanciano oltre)
– Lunedì sera: i medici incominciamo a parlare in termini di “situazione stabile”, attendono di effettuare nuovi controlli tac martedì mattino e pensano già di svegliarla


– Lunedì sera: i medici incominciamo a parlare in termini di “situazione stabile”, attendono di effettuare nuovi controlli tac martedì mattino e pensano già di svegliarla

– Martedì mattino: o sono al lavoro come lunedì, i 7 Midi sono al lavoro anche loro, la Mamma è sempre sotto il mio Monitoraggio Sottile e so che ancora non è sveglia, le onde Delta hanno lavorato egregiamente e continuano anche adesso la loro benefica azione!! Papà è contento, esulta e salta come un grillo perchè finalmente vedrà la Mamma sveglia: fregato!! anche questa volta l’ha vista dormiente, mi viene da ridere!
– i medici parlano di lieve miglioramento, gli esami confermano l’assenza di emorragie; a mezzogiorno si sbilanciano oltre e parlano di un “netto miglioramento”, hanno tolto quasi tutte le varie cannette e si profila l’ipotesi che mercoledì possa essere già mandata in reparto togliendola dalla Rianimazione.
– Martedì sera: i medici per precauzione preferiscono trattenete la Mamma in reparto rianimazione ancora per un giorno in considerazione della respirazione non ancora assestata

– Mercoledì mattino: i medici, che dovevano intubare e/o mettere la Mamma sotto ossigeno per la notte, hanno lasciato la sola mascherina perchè “hanno valutato che non è stato per nulla necessario”: inutile aggiungere considerazioni piuttosto ovvie, l’attività TEV sui Polmoni (su indicazione del loro bollettino medico) ha SUBITO (che vuol dire immediatamente martedì sera, e non nella notte!) prodotto risultati efficaci e tangibili
– i medici hanno inoltre fatto un’altra trasfusione, non sanno se “consumato” nella ricostruzione di fratture e tessuti oppure se vi sono altre emorragie in corso: io invece lo so … trattasi di ricostruzione dei tessuti accelerata al massimo dall’attività mirata TEV – come confermeranno i loro esami –

 Giovedì 19 maggio; ho subito notato un calo energetico generale con tendenza al rialzo del Ming Men e l’ho attribuito all’uscita dallo stato di sonno farmacologico, cosa rivelatasi veritiera: la stanchezza del corpo in stato cosciente fà la differenza anche per effetto del progressivo manifestarsi dei dolori

– i medici parlano di una buona ripresa, questa notte nessuna trasfusione e la tac conferma il buon andamento; la mia attività concentra su: CO produzione di sangue, CO Connettivo, CO Cicatrizzazione, CO riassorbimento ematomi, CO Polmoni e respirazione: ho inserito in modo mirato anche una ricorrente azione volta a mantenere uno stato di “sonno relax” agendo su CO Theta-Delta e Fronte per attenuare gli effetti del dolore

– a mezzogiorno continuano le buone condizioni confermate dai medici, la Mamma parla e ragiona meglio ma non si ricorda di avermi visto e parlato la sera prima, ha perfino mangiato (chiaramente l’hanno aiutata)

– ci fanno sapere che a livello facciale non è necessario ricorrere ad interventi chirurgici, la frattura alla gamba dx è già stata confermata con relativa ingessatura, non sono state fatte altre trasfusioni: immagino che l’aver attivato il CO produzione di sangue sia stata una scelta vincente …

– Solo ora mi rendo conto che non potersi vedere allo specchio è una vera fortuna per i pazienti, tra lividi, gonfiori e occhi da zombie, chiunque si deprimerebbe minando alla base le risorse psicologiche per il recupero dello stato di salute, la Mamma è comunque tumefatta ed irriconoscibile

– Venerdì pomeriggio è uscita dalla Rianimazione ed è stata spostata in Terapia intensiva, in attesa che si liberi un posto in Neurologia; è più che mai sveglia e chiacchierona, si ricorda come è iniziata la caduta ma è convinta di aver fatto solo un capitombolo di 4 o 5 metri: in meno di 24 ore è migliorata tantissimo, i medici sono ancora increduli … ci dicono di andare ad accendere un cero perchè secondo loro era praticamente morta!
___________________________________________
– Lunedì 23 maggio: la Mamma ha riferito che i medici sono piacevolmente sbalorditi dalla velocità della sua ripresa, il gonfiore è sparito, lei è ovviamente ancora sotto antidolorifici e sbuffa tutto il giorno perchè non accetta il suo stato di stanchezza, gli ematomi stanno incominciano a passare dal viola-bluastro intenso al giallo in tempi definibili da record
___________________________________________
– Martedì 24 maggio: Ogni giorno si aggiunge un nuovo pezzo al puzzle … si è liberato un posto in Neurologia e la dottoressa in reparto ci ha riferito: “ah, la signora caduta in montagna! dovete accendere un grosso cero, per me era già morta!! e ve lo dico perchè io ero in servizio domenica, sono stata io a cucirla in testa … mi dispiace che la cucitura non sia il massimo perchè l’ho fatta di corsa … quando è arrivata era già grave ma parlava, all’improvviso la situazione è precipitata e non c’è più stato tempo da perdere, ho fatto come ho potuto”
– niente più flebo e farmaci, solo la classica puntura che mantengono tutti per la fluidificazione, non ha dolori nonostante la schiena color melanzana.

– Venerdì 3 giugno; la Mamma ormai è lei!! i medici parlottano tra di loro dello strano caso della “vecchietta di 72 anni caduta in montagna”, ogni giorno c’è un netto miglioramento, anche estetico, le hanno tolto i punti in testa in tempi da record, è stufa di stare ferma a letto con la gamba ingessata: i parenti ed amici che le fanno visita si aspettano di vedere “un irreparabile disastro” ed invece la trovano in ottime condizioni
___________________________________________

– Lunedì 7 giugno; dopo gli esami e le lastre di rito si scopre che l’incrinatura del bacino è sparita, la Mamma (che non ha mai avuto dolori) ha sempre pensato che la prendessimo in giro … io avevo già notato che (Enegeticamente) era andata a posto ma aspettavo curioso la conferma dei medici

 

___________________________________________
Sorvolando sugli aspetti *tecnici* (ci saranno altre sedi/opportunità) vado alle mie considerazioni:

– NON voglio assolutamente togliere nulla all’operato dei medici, senza le trasfusioni non oso immaginare le catastrofiche conseguenze; sposo anch’io la linea Zamperiniana secondo cui: non sono e non voglio certo diventare un fanatico talebano “tecno-socio-cultural-religioso” che osanna la TEV dandole tutti i meriti possibili ed impossibili
– Con la TEV c’è sicuramente una marcia in più che, a mio avviso, anche in questa ultima mia *intensa* esperienza traspare in modo inequivocabile e che lascia sbaloridti tutti (io per primo), soprattutto i medici e gli addetti ai lavori … “eppur si muove!”
– Volendo esagerare e negando a priori i risultati ottenuti, ne vale comunque la pena anche solo per avere l’opportunità di verificare *istantaneamente* come sono messe le reali condizioni di una persona: io ringrazio di avere avuto la possibilità di conoscere minuto per minuto l’andamento della situazione, di non essere caduto in preda al panico, di aver potuto supportare e rassicurare i miei cari: ritengo che questa potenzialità da sola è, di per sè, impagabile!!

Grazie Roberto, Grazie TEV, Grazie CRESS … e grazie anche ai medici!!

8 giugno 2011 - Posted by | Chakra, Cleanergy, Energie Sottili, Salute, Sette Raggi, Tecnica Energo-Vibrazionale

40 commenti »

  1. ….e grazie anche a te per questa grandiosa testimonianza!

    Commento di Laura | 8 giugno 2011 | Rispondi

  2. Ottimo Skyluke, e siamo a due!. Si perché un paio di anni fa ad un TEV 5 ho raccontato l’esperienza di nostro figlio Riccardo che è uscito dal coma profondo causato da un incidente stradale pauroso (senza alcuna possibilità di risveglio secondo i medici) dove il quadro clinico che hai sapientemente illustrato di tua madre era identico al nostro. Coma irrversibile, emorragia al talamo (inoperabile), milza spappolata, perforazione del polmone, fratture multiple agli arti, ed altre cosette. Io e Carla nella disperazone “controllata” abbiamo messo insieme tutti gli insegnamenti di Roberto ed altre diavolerie personali al punto che i medici pur trattenendosi dal miracolo non hanno potuto che confermare il recupero al 100% di Riccardo. Anche qui dobbiamo ringraziare l’eccellente professionalità del reparto di rianimazione ma un grazie eterno a Roberto per averci “illuminato” non basta!. Un bocca al lupo, Biogigi

    Commento di Luigi | 8 giugno 2011 | Rispondi

    • è vero caro Biogigi, mi ricordo della vostra preziosa testimonianza che avevo ascoltato nell’unica mia sessione TEV a Roma (TEV2) che ho frequentato nel 2007

      la vostra vicenda e mi è tornata alla mente in un lampo, dandomi quella scarica che mi ha permesso di osare là dove anche voi avete osato!!

      Vi ringrazio pubblicamente per questo, e auguro a tutti di poter fare altrettanto!!

      un abbraccio😉

      Commento di skyluke | 8 giugno 2011 | Rispondi

  3. Sono quasi senza parole! Auguri per tua madre.
    Quando la medicina ufficiale smetterà di curare la “macchina” non tenendo in considerazione il “guidatore”?

    Commento di Francesco | 8 giugno 2011 | Rispondi

  4. Che bello se ci fosse collaborazione fra medici e tevari.

    Commento di minnocenti | 8 giugno 2011 | Rispondi

    • In alcuni casi c’è. Quando i medici sono TEVvari.

      Commento di Roberto Zamperini | 8 giugno 2011 | Rispondi

      • Purtroppo sempre di nascosto..gli inquisitori sono sempre pronti a portarti sul rogo!

        Commento di Alef | 10 giugno 2011 | Rispondi

  5. Ancora qualcosa sul fatto sensazionale. La Risonanza è il fenomeno che permette a due sistemi (sottili, ma anche densi) di risuonare insieme sullo stesso ritmo, sulla stessa frequenza. La risonanza quindi è un canale che collega due enti energetici. Il miracolo energetico che ha ottenuto Skyluke con la mamma e noi con il figliolo è dovuto in larga misura alla risonanza energetica tra “l’operatore ed il malato” nella più grande accezione del termine. Faccio questa affermazione perché dopo il nostro risultato con Riccardo, abbiamo deciso per un po’ di tempo di “aiutare” qualche ragazzo uscito malconcio da incidenti stradali, anche perché dopo i risultati ottenuti, la gente mormora, non capisce, chiede… Ricordo di un ragazzo, il figlio di amici di una conoscente, che abbiamo preso in simpatia quando è rimasto con il braccio destro e gamba destra non funzionanti. Abbiamo ripetuto “il protocollo” usato per Riccardo sperando in una rapida ripresa. C’è stato un netto miglioramento nella deambulazione al di la delle aspettative dei genitori ma non quello che ci aspettavamo noi. A mente fresca direi che mancava o era insufficiente la Risonanza tra noi ed il ragazzo. La procedura era la stessa ma mancava qualcosa che non sapevamo trovare. E’ ovvio che tra un genitore e un figlio o viceversa ci sia una forte Risonanza. Questo fattore credo sia determinante e necessario per stabilire un contatto “sottile” forte e chiaro. Il trasmettitore ed il ricevitore devono essere sintonizzati alla perfezione per il totale trasferimento dell’energia sottile, senza disturbi. Per cui non credo basti conoscere la TEV a menadito ma bisogna “legarci” in qualche modo al malato quando poi (paradossalmente) usiamo la memoria “legami” per separarci. Il testimone che si usa in Radionica/Radiestesia serve proprio a creare un legame, piuttosto blando, ma pur sempre un legame. Una risonanza che nulla a che vedere con R4. Spero che questa considerazione inneschi una riflessione e magari l’intervento di altri TEVari in ascolto!. Saluti, Biogigi

    Commento di Luigi | 8 giugno 2011 | Rispondi

    • Già, la risonanza! Un’arma a doppio taglio. Da un lato si migliora l’invio a destinazione dell’energia sottile pulita e qualificata e dall’altro la ricezione delle congestioni.
      Ogni volta che ho trattato dei miei familiari poi sono stato male io, loro invece benissimo. Perchè capita solo a me?
      Morale della favola: visto che non sono un TEVvaro esperto, quel poco che ho imparato lo applico solo sul mio sistema energetico.

      Commento di Francesco | 9 giugno 2011 | Rispondi

  6. Leggo con grande emozione e felicità la testimonianza di Skyluke (che conosco grazie alla frequentazione del Forum)! Non mi sento di aggiungere altro e non solo perché al momento non arrivo a conoscere (Almeno non nella pratica) molte delle tecniche da lui illustrate ma anche perché l’avvenimento è di per sè così intenso da lasciarci il retaggio di una seria meditazione….studiare e vedere gli effetti in una situazione così seria, sapere che tua madre adesso sta bene ed è così anche per merito delle tecniche che con tanta dedizione hai studiato è una sensazione credo immensa! Ammiro profondamente non solo la bravura di Luke ma anche la sua capacità di rimanere lucido di fronte a tanto…Questa lucidità, anch’essa forse frutto della TEV e del suo percorso personale, è forse il messaggio più grande e il mezzo tramite il quale tanto si è potuto fare. Grande R1, mi pare di capire!! Grazie mille Skyluke e grazie mille a Roberto e Sonia…anche a me hanno aperto uno scrigno ricolmo di tesori e anche se al momento non saprei fare le cose che ho letto (e spero di non averne bisogno!) ho notato chiari effetti, anche con il poco lavoro su me stesso che faccio per indolenza…la mia sensibilità (o meglio, sensitività!) si è acuita, noto una maggiore chiarezza mentale, in più occasioni ho avuto modo di mettere in campo una “intelligenza” ancora più viva, in altre occasioni ho visto gli effetti immediati di una marcata attivazione di R1 sentendo scemare gli effetti di una grande paure che una vecchia situazione mi portava appresso e così via….il messaggio che mi arriva trascende le tecniche e i risultati ed è un messaggio di responsabilità, nei miei confronti prima di tutto…Spesso ci penso e mi viene meno spontaneo attribuire al caso molte “sciagure”…ancora le tessere del puzzle sono lontane dal comporsi in sistema chiaro ma ogni tanto mi sembra di intuire la forma del tutto…dura un attimo e poi non la ricordo ma sono “insight” frequenti che mi fanno riflettere…
    Un abbraccio alla Mamma…sono felice che stia bene!

    Francesco

    Commento di francesco m. minniti | 8 giugno 2011 | Rispondi

  7. Complimenti a Skyluke per il buon lavoro fatto e la buona applicazione delle tecniche TEV in corretta sequenza. L’altra cosa da ribadire è la sua capacità di rimanere non condizionato dalle emozioni per quanto possibile cha ha consentito al suo R1 di rimanere ad un buon livello.

    Auguri per la Mamma.

    Commento di filodani | 9 giugno 2011 | Rispondi

  8. Anche se ti ho scritto privatamente rinnovo qui i miei ENTUSIASTICI COMPLIMEMTI !!
    Sono orgoglioso di conoscere un Guerriero Jedi in carne ed ossa! Che la vera Forza sia sempre con te, Skyluke!

    Commento di Franco | 10 giugno 2011 | Rispondi

    • TUTTI i TEVvari sono Guerrieri Jedi, anche le donne (anzi, forse loro pure un po’ di più).🙂

      Commento di Roberto Zamperini | 10 giugno 2011 | Rispondi

  9. Wow,Sky,non immaginavo neanche lontanamente la portata della cosa!grazie per averla condivisa.E davvero complimenti anche alla mamma,perchè evidentemente “il terreno” su cui hai lavorato è roba buona!!!

    Commento di Alef | 10 giugno 2011 | Rispondi

    • Grazie a tutti!

      Venerdì 10 giugno è stata dimessa ed ha fatto rientro a casa – in realtà volevano dimetterla già a inizio settimana, solo che a casa non ci si era ancora attrezzati per gestire agevolmente la gamba ingessata – Giovedì 16 giugno toglierà anche il gesso così siamo a posto!

      Alef, hai ragione, in effetti è un tipino tosto che non presenta patologie (diabete o altro) e si mantiene in forma … per fortuna era “solo” mezza morta!🙂

      dalla Rianimazione (conciata com’era) a casa, in meno di 4 settimane: è incredibile, ma quello che non capisco, e rimane per me un mistero, è che continua a ribadire con insofferente insistenza di non avere MAI avuto alcun dolore!
      per inciso – neanche formicolii o fastidi come prurito ecc. alla gamba ingessata che è rimasta quasi immobile per tutto questo tempo, oppure alla ferita in testa ed ai vari bolli ingiro per i corpo – che sono i classici fastidi dei processi di guarigione

      Alef, questo è il tuo settore (se non ricordo male) illuminami: posso considerare le anestesie per la prima settimana, posso anche accettare qualche giorno di transizione per smaltire gli antidolorifici cessati il giorno 24 maggio, però non mi spiego le ultime due settimane dove non c’è mai stata somministrazione di farmaci di alcun genere, no aspirine, no sonniferi, nulla di nulla (escluso il “fluid” che comunque non agisce sul dolore) … ed i giorni a casa idem!

      per darmi una spiegazione logica avevo ipotizzato una forma di desensibilizzazione: nulla da fare, lei sostiene di avere sensibilità da vendere, sia alla gamba ingessata che altrove …

      a questo punto il maggiore indiziato è l’effetto dell’Energia Legami, che ben conosco nell’attenuazione dei dolori e che ho largamente utilizzato sia come Memoria che con le tecniche TEV 7R, ma non immaginavo che agisse efficacemente fino a questo punto … sempre ammesso che sia così, ripeto, per me resta tuttora un mistero!

      Commento di skyluke | 13 giugno 2011 | Rispondi

      • Sono proprio curioso di sapere che ne pensa la nostra Ale … Salutami e abbracciami la mammina, ma dille che la tengo d’occhio. Basta con certi scherzi.

        Commento di Roberto Zamperini | 14 giugno 2011 | Rispondi

      • E adesso che ha tolto il gesso come va?
        In effetti se per 2 settimane non ha assunto più nessun tipo di analgesico nè antinfiammatorio direi che possiamo escludere che ci siano farmaci da smaltire.
        Ho provato a fare un rapido test delle vie del dolore,ovviamente con tutti i limiti del caso,

        Commento di Alef | 19 giugno 2011 | Rispondi

      • Scusate, un po’ di problemi con il computer.Dicevo, anche se non conosco tua madre ho provato lo stesso a fare un test delle vie del dolore,magari ripetilo..mi è sembrato che il sistema nocicettivo periferico (cioè i recettori del dolore che sono proprio a livello delle lesioni e che vengono attivati da stimoli chimici meccanici o fisici e tutte le sostanze che sono implicate nell’infiammazione) sia piuttosto congesto,a livello del midollo spinale le congestioni sono di meno, e il Talamo (che è la stazione centrale della modulazione del dolore) invece mi sembra messo molto bene…non so se questo può significare che il segnale del dolore non venga riconosciuto come tale quando giunge a livello centrale.E poi sembra che il CO degli oppioidi endogeni sia bello grosso!

        Commento di Alef | 19 giugno 2011 | Rispondi

  10. Però questo contraddice quanto ho appena detto, perchè se il cervello sta producendo una bella quantità di analgesici naturali vuol dire che sa bene che ci sono gli stimoli dolorosi..Se così fosse-(se ripeti il test,per orientamento su wikipedia trovi una buona descrizione della fisiologia del dolore,non riesco a postarti il link)-allora la tua ipotesi mi sembra la più probabile,perchè è come se il cervello non stesse risentendo delle congestioni che sono presenti a livello della periferia (mentre di solito avviene esattamente il contrario,vedi le cicatrici focali),pur ricevendo normalmente lo stimolo del dolore e rispondendo ad esso con l’attivazione dei sistemi di modulazione.E’ importante cmq continuare a pulire la periferia con LEGAMI per evitare che l’infiammazione possa ipersensibilizzare il sistema nocicettivo periferico.(perchè gli oppioidi endogeni non fanno sentire il dolore,ma i mediatori dell’infiammazione possono portare a modifiche della struttura del sistema di ricezione del dolore ipersensibilizzandolo).
    Tienimi aggiornata

    Commento di Alef | 19 giugno 2011 | Rispondi

    • Grazie del tuo report,
      ti confermo che in effetti il CO degli oppioidi endogeni è come hai riscontrato (e preparata come sei volevi sbagliare?!), ho provveduto a fare un trattamento veloce a livello di Sistema Noicettivo Periferico che ho riscontrato scarico ed evidentemente congesto.
      Non essendo io medico (come te) e neanche terapeuta, ho fatto un giro su Wiki e ho gironzolato un po’ per il web per avere almeno idea di come funzioni il Sistema Noicettivo: ho notato che marginalmente è coinvolta anche l’Amigdala (Sistema Limbico) su cui ho insistito con parecchia attività, magari ha a che fare con questa notevole attivazione degli Oppioidi endogeni.
      Per il resto sta bene, le hanno detto che per il momento non può ancora appoggiarsi sulla gamba (prima della prossima lastra di controllo) e comunque ora può muoversi con le stampelle e rifarsi un po’ di muscoli … di male non ne ha, altrimenti mi avrebbe già fatto sapere, farò un salto a trovarla e poi ci riaggiorniamo!

      Commento di skyluke | 20 giugno 2011 | Rispondi

  11. Salve a tutti, spero sia una sezione appropriata per fare una domanda, che avrei voluto rimandare a dopo la lettura di tutti i libri di RZ, ma data l’urgenza la faccio adesso: un mio conoscente non troppo anziano (ora intorno ai 60) ha avuto, qualche anno fa, un grave ictus che lo ha lasciato praticamente paralizzato nel lato sinistro del corpo, mentre il resto funziona piu’ o meno bene… Mi domando se c’e’ il modo di far ripartire la parte “addormentata” usando il cleanergy o qualche tecnica TEV (per ora ho fatto solo l’introduttivo, pero’…)
    Grazie in anticipo, ciao !

    Commento di Gualberto Berti | 2 novembre 2011 | Rispondi

    • 1. Se ha 60 anni è poco più che adulto. Poi, intorno ai 70 si diventa post-adulti.
      2. Praticagli giornalmente il sistemico che hai imparato all’intro.

      Commento di Roberto Zamperini | 2 novembre 2011 | Rispondi

  12. Colgo l’occasione per condividere con tutti voi la gioia di aver festeggiato (ieri) il 73° compleanno della Mamma!!
    La conviviale cerimonia nella nuova taverna di casa non è stata di per sè nulla di così eccezionale, la classica cena di ritrovo in famiglia

    Quello che invece abbiamo apprezzato tutti, e sentito profondamente, è stato il festeggiare questa ricorrenza con rinnovata passione e gratitudine
    L’atmosfera è stata più “calda” perchè ognuno di noi ha ben presente che il festeggiamento 73° compleanno, solo pochi mesi addietro, ha rischiato di dover essere celebrato in tutt’altro modo!

    Che altro aggiungere, la Mamma è super arzilla nonostante che io l’abbia trascurata: d’altra parte l’ho fatto vedendo che se la cavava benissimo da sola, immersa in un abiemte domestico altamente Cleneargyzzato! 😀

    Dulcis in fundo, per dovere di cronaca, tutti (parenti, amici, conoscenti …) insistono nel dire che lei è ringiovanita: ora, se intendiamo fisicamente posso capire che il look con i capelli corti (che ricrescono più belli di prima) le doni un aspetto più giovanile, e fin qui si spiega benissimo, tutto ok

    Dove nessuno ha spiegazioni plausibili è nel suo modo di ragionare, ha la mente molto più brillante di prima, sa benissimo quel che vuole ed argomenta le discussioni con una risoluta lucidezza che le toglie almeno 20 anni, è molto più equilibrata, per nulla apprensiva, lascia correre stupidaggini per le quali prima avrebbe combattuto crociate, è molto più concreta … e tutti me lo fanno notare!

    Ultima curiosità: finalmente ha recuperato, con sua grande gioia (mai avrebbe pensato), la sensibilità alle dita del piede della gamba destra, che aveva perso dopo una frattura alla gamba di alcuni anni addietro

    Non ho parole!

    @RZ – ha ha ha, quando la vedrai a Roma non ci crederai neanche tu!!🙂

    Commento di SkyLuke | 2 novembre 2011 | Rispondi

    • Fa’, da parte mia, i miei migliori auguri alla tua sempre più arzilla mammina.

      Commento di Roberto Zamperini | 3 novembre 2011 | Rispondi

  13. Skyluke, grazie dell’interessante report sulle condizioni della mamma, complimenti per il miglioramento e tanti auguri anche da parte mia !

    Avrei un’altra domanda da principiante, il Cleanergy lavora su principi di non-localita’ ?

    Voglio dire, si puo’ usare con la stessa efficacia anche per trattamenti a distanza, per esempio di fronte ad una foto del soggetto o visualizzando chi si desidera trattare, con qualche tecnica tipo Reiki o similare ?

    Ammettendo

    Commento di Gualberto Berti | 19 novembre 2011 | Rispondi

    • Certo che sì. Ma perdonami la presunzione: il Reiki sta alla TEV come il monopattino di mia figlia sta alla Ferrari di Alonso. E forse sono buono con il Reiki …🙂

      Commento di Roberto Zamperini | 19 novembre 2011 | Rispondi

  14. … che gli si volesse fare un sistemico, per esempio… Grazie.

    Commento di Gualberto Berti | 19 novembre 2011 | Rispondi

  15. Ammappa, che velocita’ di risposta! Come non credere al paragone con la Ferrari… ?😉

    Grazie, ad ogni modo nella mia domanda, del Reiki intendevo usare la tecnica del collegamento a distanza (il simbolo specifico), per visualizzare il soggetto da trattare, poi, col Cleanergy, senza inviare energia Reiki: si puo’ fare ? O e’ meglio una semplice foto + CL, per uno come me, che ha fatto solo l’introduttivo ? (Immagino che ai corsi superiori si spieghi meglio l’argomento… Non vedo l’ora di farli🙂

    Un piccolo dettaglio: per caso l’efficacia di un Cleanergy aumenta, usandolo sulla stessa persona in modo regolare, continuativo ? Perche’ mi da’ questa impressione, specie su di me…

    Commento di Gualberto Berti | 19 novembre 2011 | Rispondi

    • Ti sto per rivelare una verità catastrofica: il collegamento eterico tra una fonte d’energia (che con il Reiki SEI TU, con la TEV è il Cleanergy) e il target (l’amico, un oggetto o quel che vuoi) non è il simbolo Reiki a farlo, MA SEI TU! Tale catastrofica verità vale anche per le cosiddette “macchine” radioniche e i cosiddetti “circuiti radionici” (che poi altro non sono, se non simboli).

      Ergo:

      1) L’energia per il canale tra l’operatore e il target è l’operatore stesso a farlo CON LA SUA ENERGIA (checché ne dicano nel Reiki e nella Radionica: basta testare a quel che capita all’operatore – ammesso che si sia in grado di farlo).
      2) Nel caso della Radionica e del Reiki E’ LA TUA ENERGIA che va al target (checché ne dicano nel Reiki e nella Radionica: basta testare a quel che capita all’operatore – ammesso che si sia in grado di farlo).
      3) Il target, a causa degli effetti del Quarto Raggio (vatti a rileggere gli articoli sul Blog a questo proposito) invia le sue congestioni alla sorgente dell’energia che nel caso del Reiki, della Radionica, della Pranoterapia è l’operatore stesso. Leggi = contaminazione sottile.

      Per lavorare a distanza basta mettere la foto sotto la parte OUT del Cleanergy. Il collegamento dura una o due ore. Al termine, ristacca tutto e ricomincia da capo, come fosse la prima volta che lo fai.

      Il Cleanergy ha una sua memoria e ricorda come lo usi, Se lo usi su un certo squilibrio, se ne ricorda.
      Per capire cos’è il canale tra la sorgente e il target vatti a rileggere cos’è l’energia d’Oro.

      Ciao!
      RZ

      Commento di Roberto Zamperini | 19 novembre 2011 | Rispondi

      • Grazie per questo commento. Da quanto ho capito di quello che ho letto fino ad oggi a te non piace molto la Radionica… però vorrei farti una domanda: Per trattare qualsiasi chakra o campo ordinatore a distanza sia mio che di qualsiasi altra persona, basta che scrivo su un cartoncino (magari della stessa larghezza della parte OUT) per esempio CHAKRA BASALE DI ……. , giusto? Ho provato su me stesso con il terzo Arcaico, credo dal test che abbia funzionato. Per tenere saldo il collegamento dovrei rileggere il bigliettino più volte al giorno?

        Commento di Valerio Mattei | 27 novembre 2011 | Rispondi

        • Non è che non mi PIACE la Radionica. E’ che la ritengo oltremodo perigliosa. Fatti una statistica dell’età alla morte dei presidenti delle associazioni di Radionica … David Tansley morto a 55 o 56 anni, l’ultimo!

          Non ho capito quello che dici. Tu scrivi un bigliettino e l’altro guarisce?

          Commento di Roberto Zamperini | 27 novembre 2011 | Rispondi

          • No scusami, mi sono espresso male. Volevo dire scrivere il chakra o il campo ordinatore di una persona su un cartoncino e poi metterlo sull’OUT del Cleanergy, ovvio. Può funzionare?

            Commento di Valerio Mattei | 27 novembre 2011 | Rispondi

          • Sì.

            Commento di Roberto Zamperini | 28 novembre 2011 | Rispondi

        • Valerio, io non lo sò se funziona, però una cosa voglio dirtela. Invece di partire in quinta con un arcaico perchè non provavi con un “semplice” chakra primario?
          Continuo ad imparare giorno per giorno quanto sia potente il Cleanergy. Sperimentare si, ma con cautela.

          Commento di Francesco | 27 novembre 2011 | Rispondi

          • Ciao Francesco. Ho già provato con dei chakra primari e, se non ho sentito male, ha funzionato. Ho voluto “osare” con un Arcaico mi sono detto male non fà anzi, in questi 2 giorni emotivamente mi sento molto bene. Comunque credo abbia ragione te, volare basso e molta cautela. Grazie del consiglio

            Commento di Valerio Mattei | 27 novembre 2011 | Rispondi

  16. Caro Roberto, grazie molte delle risposte, precise ed esaurienti. Quello che dici sulle varie tecniche energetiche conferma l’impressione che ho sempre avuto, pur in disaccordo con certi insegnanti, di Reiki per esempio (appunto).

    Studiero’ bene gli articoli indicati, e d’ora in poi, mi concentrero’ sull’uso del CL, che a quanto posso capire, e’ davvero uno strumento eccezionale ! Non posso che complimentarmi con te per la sua invenzione: un grande regalo all’umanita’, anche se ancora incompreso…

    Ciao !

    Commento di Gualberto Berti | 20 novembre 2011 | Rispondi

  17. Grazie Roberto, ovunque tu sia!

    Commento di SkyLuke | 15 maggio 2013 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: