Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Ma l’avevate capito che trattare FP con R1 può essere una vera e propria terapia energetica? Mi sa di no …

L’articolo precedente, Un (altro) folle esperimento: come creare forme-pensiero con il Midi Cleanergy 07.11 a molti di voi deve esser sembrata una tecnica magari molto avanzata, ma che forse ricorda – a parte gli aspetti “tecnologici” – cose fritte e rifritte alla The Secret.

Una versione tecnica dell’insopportabile vecchiume New Age? No, amici, non è così. Forse a pochi di voi è risultato chiaro ciò che è realmente: quella è una terapia energetica. Anche molto potente. Vi interessa sapere perché? OK, diamo un’occhiata.

Sentite ciò che ha scritto Roby (commento 7 dell’articolo citato):

Mi pare di capire che sta cominciando a venir meno quello che alcuni chiamano “autoboicottaggio”, in questo caso le forme pensiero che lo realizzano, che per forza di cose sono negative. Sta uscendo moltissima rabbia e un po’ di depressione. La tentazione di staccare tutto c’è e anche molto forte. Romperei volentieri qualcosa. Mi sento su un’altalena emozionale, entusiasmo – rabbia, entusiasmo – tristezza…… :( Quindi non stacco i dischetti, mi pare di capire. Però a 24 h mi fermo. Oppure posso continuare con R1 fino a che la situazione si stabilizza? Spero che escano più congestioni possibili. Grazie; questo è un ottima cosa per me, nonostante la brutta sensazione che provo al momento.

In poche righe, Roby ci fa sapere che

1) la tecnica delle FPP ha smosso in lei (mi sembra di ricordare che sia una ragazza, ma se non lo è, absit iniuria verbis) meccanismi di autoboicottaggio dei quali molto probabilmente era inconsapevole. Li ha resi evidenti. Ha gettato luce sulla loro azione occulta.

2) In Roby, si sta liberando di molta rabbia. La rabbia è l’ira meno il Primo Raggio. La rabbia è, in poche parole, un’ira impotente. Se all’ira le togliete R1, diventa rabbia. Se alla rabbia le date R1 diventa ira. R1 non solo butta via la rabbia, ma quella che resta la trasforma in ira. E come se ti dicesse: “Amico, o ti vivi l’ira o butti fuori la tua rabbia”. Roby sta facendo questa seconda cosa. “La tentazione di staccare tutto c’è e anche molto forte. Romperei volentieri qualcosa.” La rabbia tenta di trasformarsi in qualcos’altro. Cosa? La rabbia + il Primo Raggio diventa ira!

Noto di sfuggita che, da sempre, l’analisi TEV ci dice che il Ming Men iperattivo dei malati di cancro ci fa pensare ad una rabbia repressa, nascosta alla coscienza ed alla consapevolezza. R1 sarebbe dunque un’energia anti-cancerogena? Troppo bello per essere vero!

Anche Francesco, nello stesso commento 7  di Un (altro) folle esperimento: come creare forme-pensiero con il Midi Cleanergy 07.11  aggiunge: “Anche a me sta succedendo una cosa simile. Esce molta molta rabbia. Ho testato i mie chakra maggiori e mi ritrovo un coronale centrale attivo come mai, che sputa una marea di congestioni. Diciamo che anche tutti gli altri chakra della testa sono attivi e buttano fuori congestioni.” La corona – noto rapidamente – è chakra antagonista al Ming Men: o si attiva l’una o si attiva l’altro.

La natura più occulta del Primo Raggio, R1.

Vorrei aprire rapidamente una breve considerazione sulla natura del Primo Raggio R1. Anche se non è questa la sua vera natura, R1 si comporta come se fosse un’energia di pulizia. Vediamo come e perché.

I Latini dicevano: “In nomine omen“, ovvero: “Nel nome c’è il destino”. Dunque OMEN = DESTINO? Sì, vero, ma sentite anche il resto … Da tempo, ero convinto che ci dovesse essere una connessione tra il concetto dell’omen latino e quello TEVvistico di membrana orizzontale. Secondo la TEV, nella membrana orizzontale di ogni chakra, c’è depositata la sua funzione, il suo destino. E’ come se la membrana orizzontale dicesse: “Sei un ajna? Ebbene, devi pensare ai neuroni, all’ipofisi, all’ipotalamo, agli occhi, eccetera. Sei un cardiaco anteriore? Ebbene, i tuoi compiti riguardano il cuore, il sistema arterioso e quello venoso, i capillari”. E così via. Per questo m’era sembrato logico stabilire un raffronto tra omen (lingua Latina) e membrana orizzontale (TEV). Ma mai m’era venuto in mente prima d’ora di andare a cercare sul dizionario di latino il significato esatto di omen. L’ho fatto e .. sono quasi caduto dalla sedia! Ecco qui:

ōmĕn s. n. III decl.|n. neutre III décl.|s. n. III decl. destino
ōmen s. n. III decl.|n. neutre III décl.|s. n. III decl. membrana

Straordinario! Incredibile evento sincronico!

Cos’è dunque esattamente R1 e cosa fa nei chakra? R1 è il Potere divino di restaurare l’originale divina Volontà. R1 va nella membrana orizzontale a dirle: “Membrana! Sveglia! e ritorna al tuo vero destino! Al tuo vero omen!” E questo comporta, come risultato indiretto, l’espulsione di enormi quantità di congestioni, che vanno lette come le “forze” che si opponevano al vero omen racchiuso nella membrana orizzontale.

3) Depressione e tristezza. Perché depressione? Perché tristezza? Probabilmente perché Roby sta scoprendo di essere peggiore di quel che sperava (la rabbia!). Ottimo! Un passo avanti decisivo verso il CTS (Conosci Te Stesso). Ricordate che gli antidolorifici fanno venire il cancro. Perché? Perché il dolore è un segnale che qualcosa non va nel nostro corpo. L’antidolorifico lo nasconde, tu non fai niente e il cancro ti conquista, ti vince e t’invade. Ebbene, esistono anche gli antidolorifici spirituali. Quali? Ne ho parlato, ma forse molti di voi non hanno ben compreso il messaggio. Si fa un gran parlare di perdono, di amore verso gli altri, di distacco nei confronti di chi ci ha offeso, eccetera. Ma, attenzione!, questi possono essere illusioni e antidolorifici spirituali! E già, perché se il perdono è solo un fatto superficiale, l’amore verso gli altri solo un atteggiamento, il distacco solo la presunzione di essere migliori di ciò che realmente siamo, allora queste sono maschere illusorie che servono a comportarci come se fossimo migliori di ciò che realmente siamo, ma senza modificare la nostra natura più profonda. Dunque, antidolorifici che nascondono il messaggio.

La rabbia di Roby è il messaggio, il sintomo. Nel momento in cui lei si vive la rabbia impotente e pian piano la trasforma – ma forse dovrei dire: la trasmuta – in una emozione potente,  la natura profonda del suo essere cambia. Lei diventa un altro essere. Questo avviene perché l’ira si trasmuta dapprima nel fare e non più nel subire, poi nel fare qualcosa per, invece che nel fare qualcosa contro. Due passi decisivi nel CTS.  

La natura vera della personalità

Persona = per-sona, era la maschera dell’attore. La persona tragica era, per i nostri Padri latini, la maschera teatrale. La parola “persona” verrebbe, secondo la loro stessa antica etimologia, da personare, ovvero suonare attraverso. La voce dell’attore era amplificata dalla forma stessa della maschera. Il personaggio era dunque rappresentato dalla maschera-persona. Da qui viene dunque la parola italiana “persona”. In francese, personne può essere sia “persona” (come in italiano) sia … “nessuno”! Insomma, secondo la lingua francese, la “personne” può nascondere il vuoto! Dimostrazione incredibile della natura delle lingue neolatine di essere ancor oggi vettrici dell’antica sapienza dei Padri!

GNOTHI SEAUTON

In conclusione, la persona, e dunque la personalità, sono le maschere create dalla mente per coprire, per nascondere, per occultare la nostra vera natura, la nostra vera realtà. Una realtà che non ci piace e che tentiamo appunto di … mascherare a noi stessi e agli altri. Ma il CTS è la luce apollinea che porta chiarezza, è il Dio che porta conoscenza, consapevolezza e coscienza. GNOTHI SEAUTON, diceva il tempio d’Apollo. CONOSCI TE STESSO, se vuoi avere la conoscenza. Ne rimaneva una traccia nel Cristianesimo Gnostico, che non piacque troppo ai Padri della Chiesa e fece una brutta fine …

G-NOSI è lo stesso che conoscenza. Ho letto questa frase bellissima di Apollonio di Tiana, un mistico e pitagorico del I secolo, ai suoi tempi considerato un santo: SE VUOI PARLARE DEGLI DEI, PRIMA PARLA CON GLI DEI. Come si parla con gli Dèi? Iniziando con quello che alberghiamo: con il Lavoro del Conosci Te Stesso. Il CTS ci mette in comunicazione con il nostro Dio individuale …

4) Entusiasmo. Qualcosa dentro di Roby le dice che sta andando nella giusta direzione. Ancora una volta le nostre Lingue Sacre (che sono il Latino ed il Greco antichi) ci vengono in aiuto. Entusiasmo viene dal latino enthusiasmus, che, a sua volta, viene dal greco. E’ una parola che contiene molti significati occulti. EN significa “dentro, internamente a”, THUS significa “agitare, smuovere, dare impeto”, ma, secondo certe interpretazioni probabilmente più vicine al vero EN-THUS significa “pieno del Dio, colmo di energia divina, divinamente ispirato”! A me piacciono entrambe le etimologie: la prima dà chiaramente l’idea di R1 che mette in moto la coscienza, la consapevolezza; la seconda, la natura divina dell’entusiasmo.

____________________________________

Sabato e domenica li ho passati con l’ottimo gruppo di abruzzesi capitanati dalla pazientissima e brava Erika. Con loro, Gianluca e Ubaldo, due ipercapaci bricoleur. In tempo reale, i due, anche perché sospinti e ben diretti dalle donne del gruppo, hanno costruito i Selettori, secondo quello che ho scritto in Qualche doveroso chiarimento sui Selettori di R1 e R4 . Nel gruppo, c’era una signora che ha voluto collaborare a testare l’efficacia del Selettore R1 su FPN come la paura del buio, una tipica fobia post-traumatica (la morte del papà). Gli effetti su di lei, in questi due primi giorni di FPP, furono

1) espulsione di grandi congestioni, che, nel suo caso, interessarono soprattutto i due chakra cardiaci;

2) espansione del timo;

3) attenuazione già dalla prima sera degli effetti notturni della sua fobia.

Tra un piatto e l’altro di spaghetti alla chitarra ai carciofi e baccalà (da sognare la notte), l’esperienza con la FPN è andata avanti e, mi sembra, con ottimi esiti. Sarebbe bello se quella signora e quel gruppo volessero intervenire e dare il loro prezioso contributo.

____________________________________

Sarebbe carino anche se ognuno di coloro che sperimentano la tecnica per le FPP, scrivesse le sue esperienze sotto forma di un commento. Sarà mio compito assemblarle e tentare di dar loro una veste il più possibile razionale. Resto in attesa … Grazie!

13 luglio 2011 - Posted by | Cleanergy, Conosci Te Stesso, Crescita Personale, Energie Sottili, Sperimentazioni, Strumenti

62 commenti »

  1. Lectio magistralis.
    Grazie, RZ.

    Commento di mario puccioni | 13 luglio 2011 | Rispondi

  2. Personalmente aggiungo, Forza di Volontà (soprattutto), Carattere e spirito di iniziativa.
    Questo è quanto R1 mi ha posto in evidenza sino ad ora.

    A presto
    (La musica influenza le forme pensiero)

    Commento di roberto coccia | 13 luglio 2011 | Rispondi

    • La musica E’ forma-pensiero. (Non solo)

      Commento di Roberto Zamperini | 13 luglio 2011 | Rispondi

      • La musica (ispirata), ha una sua innata forza che influenza le strutture, allargando e ampliando le prospettive e l’intuizione verso spazi più ampi di percezione, al di là della consapevolezza.

        Commento di roberto coccia | 13 luglio 2011 | Rispondi

  3. Grazie Roberto. Una domanda… se inviamo R1 (con la tecnica spiegata) ai singoli chakra senza utilizzare FPP, le congestioni vengono sciolte ugualmente o è necessario sapere cosa si vuol smuovere? (spero di essermi spiegato). Grazie ancora.

    Commento di Mauro | 13 luglio 2011 | Rispondi

    • Una buona domanda che merita più di una stringata replica … Be patient, please, come dice Topolino.

      Commento di Roberto Zamperini | 13 luglio 2011 | Rispondi

  4. Avevo già intuito che fosse una vera e propria terapia energetica, ottimo articolo!Tornando alle FPP credo, almeno per me, che la parte più difficile sia proprio decidere cosa scrivere sul cartoncino. Per esempio, la signora che voleva sperimentare il metodo sulla sua FPN, come ha formulato la FPP? Per esempio in questo modo: ” Per favore, vorrei superare la mia paura del buio, Grazie.” o in un altro modo? Questo parte è molto importante per me. Quindi, comunque, alla fine è un buon metodo per sciogliere i legami con le nostre FPN e basta sapere cosa scrivere esattamente. Spero mi sia spiegato. Grazie.

    Commento di Valerio Mattei | 13 luglio 2011 | Rispondi

    • No. Vietate parole come PAURA. Trasmutare in BENESSERE, TRANQUILLITA’, CORAGGIO, SERENITA’, eccetera.

      Commento di Roberto Zamperini | 13 luglio 2011 | Rispondi

  5. Io con le FPP ancora niente. Intanto lo sto utilizzando per la “pulizia” dei chakra…
    A presto

    Commento di Gianluca | 13 luglio 2011 | Rispondi

    • Ho cominciato a lavorare con le FPP.
      Non mi sento bene.
      Sento congestioni in quasi tutti i ck, in particolare Ajna e Corona stanno buttando fuori un bel po’ di roba.
      A livello psichico sono apatico, con una sottile angoscia che mi accompagna costantemente. Sono pienamente cosciente che lo sto provocando io, ma non riesco comunque a sentirmi diversamente.
      Appena ho novità le posto.

      Roberto, grazie per le dritte. Queste sono bombe ….e nemmeno tanto sottili

      Commento di Gianluca | 17 luglio 2011 | Rispondi

      • II° Giorno:
        Tevvicamente parlando ora sento i ck abbastanza puliti, sodi.
        A livello psichico, sono uno straccio come ieri: ho pochissima voglia di fare, sono lunatico e spazientito, mi innervosisco facilmente. Persiste il leggero senso di apatia.
        A presto

        Commento di Gianluca | 18 luglio 2011 | Rispondi

        • Come il sottoscritto dopo che s’è bevuta una delle tue birre!

          Commento di Roberto Zamperini | 18 luglio 2011 | Rispondi

        • Caspita, mi è venuta malissimo allora!🙂🙂🙂

          Il 3° Giorno….
          Oggi sto bene, che risalita🙂
          Leggero, sereno, attivo.
          I ck li sento espansi, abbastanza puliti e “soffici”, tranne perineo, solare posteriore e nuca zozzetti e Ming Men un po’ troppo grande.
          A bientôt.

          Commento di Gianluca | 19 luglio 2011 | Rispondi

        • Vedi, come la tua birra: prima ti tira giù, poi ti tira sù!

          Commento di Roberto Zamperini | 19 luglio 2011 | Rispondi

  6. Continuo a rimanere a bocca aperta per queste stupende lezioni.
    Non voglio aggiungere altro, se non che il mio intervento all’articolo precedente è stato così stringato solo per pudicizia e per rabbia, una rabbia autodistruttiva, e non perchè gli effeti sono stati solo quelli da me indicati. Mi resi subito conto che a livello energetico si stava smuovendo qualcosa di grosso, così come cominciai ad avvertire un maggiore e piacevole senso di equilibrio, subito dopo aver inserito il selettore di R4.
    Questo articolo rappresenta efficacemente non solo una corretta analisi psico-energetica ma anche quanto da me provato in questi due giorni.
    Un effetto così forte di solito non lo si ottiene neanche dopo mesi di introspezione. Con questa tecnologia c’è voluto un paio di ore per innescare la reazione che è andata poi avanti per due giorni e che secondo me si ripresenterà (in forma più lieve) non appena ricarico la FP da me creata.
    Ti ringrazio di vero cuore, anche se un solo grazie mi sembra davvero poco, almeno per quanto mi riguarda.

    PS
    Ho visto che già qualcuno lo ha detto, ma io lo ribadisco. Dott. Zamperini raccolga tutto in un bel libro, in modo che rimanga ai posteri.

    PSS
    Adesso mi proverò a lavorare su una FPN come suggerito prima, vediamo che succede.

    Commento di Francesco | 13 luglio 2011 | Rispondi

  7. Un articolo stupendo, complimenti e GRAZIE! Per la profondità dei temi trattati e per la sensazionalità delle allusioni, questo scritto merita davvero di essere chiamato Esoterico.

    Tu affermi: “R1 è il Potere divino di restaurare l’originale divina Volontà”
    Io qui ci leggo l’eco di ciò che gli Antichi di ogni tradizione dicevano e che i nostri Padri sentenziavano in: Fata Iovi poscunt.

    Una gran bella analogia, non credi?
    🙂

    Commento di Giovannone | 14 luglio 2011 | Rispondi

  8. Certo! E direi anche che OMNIA IOVIS PLENA che è il motto incluso nel Cleanergy. Tutto è pieno di energia divina. R1 deve restaurarla.

    Commento di Roberto Zamperini | 14 luglio 2011 | Rispondi

  9. Analisi calzante al 100%.
    Che dire, grazie.

    PS
    Che vuol dire che “OMNIA IOVIS PLENA che è il motto incluso nel Cleanergy”? Incluso in che senso? Geometrico-energetico?

    Commento di Roby | 14 luglio 2011 | Rispondi

    • Vuol dire (tradotto in termini moderni) “Tutto è pieno di Energia Divina“.
      ” Incluso in che senso? Geometrico-energetico?”
      Sì.

      Commento di Roberto Zamperini | 14 luglio 2011 | Rispondi

      • Quindi giove = R4 e cioè energia oro?

        Commento di Roby | 14 luglio 2011 | Rispondi

      • Ma che ho detto di così impertinente? Cosa mi è sfuggito?!

        Commento di Roby | 16 luglio 2011 | Rispondi

        • Mmmmm… Non devi fare certe domande che potrebbero ferire persone a cui il solo accennare a Divinità come Giove è visto come un’eresia. Tutto qui. E l’aggettivo “impertinente” era una solo battuta! Grrrr…

          PS: la prossima volta “giove” scrivilo “Giove”. Ti piacerebbe che ti chiamassero roby invece che Roby? Non sei una cosa, no? Sei una persona …
          Impertinente.

          Commento di Roberto Zamperini | 16 luglio 2011 | Rispondi

        • “Mmmmm… Non devi fare certe domande che potrebbero ferire persone a cui il solo accennare a Divinità come Giove è visto come un’eresia. Tutto qui. E l’aggettivo “impertinente” era una solo battuta! Grrrr…”
          Ok per la battuta. Purtroppo a volte non è facile cogliere il tono.
          Per quanto riguarda Giove, se dovesse ricapitare lo scriverò come lei dice. Credo però che ognuno in casa propria (in questo caso il suo blog) sia libero di scrivere e parlare di ciò che vuole, nel rispetto della libertà altrui ovviamente.

          Commento di roby | 16 luglio 2011 | Rispondi

        • Un po meglio, anche se gli effetti si sentono ancora, specie quando ricomincio con R1.
          Ho creato un’altra FPP ed appena l’ho caricata sul Midi con selettore R1 è ricomparsa la rabbia, ma di intensità minore rispetto alla prima volta. E’ comparsa anche un pizzico di ansia.
          La prima volta gli effetti dell’incremento di R1 sono scomparsi dopo quasi 48 ore, mi sa che anche questa nuova FPP la carico di R1 per 48 ore prima di passare a R4.
          Grazie, non so come ringraziarti per tutte queste congestioni che sto buttando fuori.

          Commento di roby | 16 luglio 2011 | Rispondi

  10. ho sperimentato l’attivazione di R1 su un avvenimento spiacevole, un incontro che non volevo assolutamente fare e che mi metteva un’ansia terribile. Fin dall’inizio l’ansia è molto scemata e dopo pochissime attivazioni addirittura mi venne quasi la voglia, sostenuta da grande determinazione, di fare l’incontro, di affrontare a mò di guerriero quello che mi faceva così paura. Alla fine l’incontro non lo feci per altri motivi contingenti e senza le attivazioni di R1 l’ansia al solo pensiero del possibile evento mi tornò (anche se in forma più lieve). Sicuramente avrei dovuto lavorarci un pò di più delle 3 – 4 attivazioni fatte e che pure mi portarono, stupendomi, grandi effetti. Non ho ancora costruito i selettori (anche perché il mio CL è vecchiotto) ma devo dire che mi blocco all’atto di formulare le FPP su cui lavorare…in poche parole ho mille desideri ma quando si tratta di cominciare a lavorare su uno scompaiono tutti! mi ricordo solo le FPN che però faccio fatica a trasmutare in parole positive…sarà una resistenza al cambiamento? dovrei lavorare su quella? Comunque, caro Roberto, le lezioni che ci stai dando sono fuori dal comune! resto sbalordito davanti a cotanto esoterismo e ti ringrazio di vero cuore!

    Commento di francesco m. minniti | 14 luglio 2011 | Rispondi

    • Usa il tuo vecchiotto Cleanergy senza pensare al Selettore. Comunque ti aiuterà.

      Commento di Roberto Zamperini | 16 luglio 2011 | Rispondi

  11. illustre zaro, ho applicato l R1 su mio figlio,per 24 ore,su alcune forme pensiero,che ,di fatto, risultano aggrovigliate,come una matassa;ho testato i suoi chakra:forti congestioni fuoriuscivano dal cardiaco e dal solare anteriori,dall ombelico e dalla nuca….accompagnate da picchi di ira e rabbia-e viceversa-per episodi della sua vita lontani nel tempo-per cui non so da dove cominciare—trattandosi di una persona ipersensibile e con una sensitività piuttosto accentuata —a tanto EN quanto THUS può corrispondere?

    Commento di marisa | 16 luglio 2011 | Rispondi

  12. Cara Marisa,

    1) quale Marisa sei? Ti piace la Maiella?
    2) Con tuo figlio vacci pian pianino, ma senza troppi complimenti: il medico pietoso fa la piaga … eccetera.
    3) Questa non l’ho capita: “a tanto EN quanto THUS può corrispondere?” Che significa?
    4) La tua è un’altra testimonianza semplicemente straordinaria. Grazie.

    Commento di Roberto Zamperini | 16 luglio 2011 | Rispondi

    • grazie, Roberto,per i tui consigli ed umani incoraggiamenti,sono Marisa della Maiella che adesso ,liberata da certe cristallizzazioni verbali ed immaginative tardroromantiche

      Commento di marisa | 18 luglio 2011 | Rispondi

    • Marisa della Maiella ,che -finalmente -eliminate le pacottiglie verbali ed immaginative tardoromantiche, può vederla e percepirla per quello che è :una montagna sacra——ti ringrazia per i consigli ed umani incoraggiamenti—–per l ENe il THUS il discorso potrebbe avere risvolti filosofici;.va bene quello che tu hai scritto….vacci piano..grazie a te

      Commento di marisa | 18 luglio 2011 | Rispondi

  13. Sto sperimentando il metodo su una FPN sicuramente bella tosta e molto “radicata” visto che me la porto appresso da quando avevo 3 anni… Appena ho attaccato tutto ieri sera mi sono sentito subito molto strano con una sensazione quasi di vertigini e alle volte anche un pò sgradevoli. Ho provato a testare qualche chakra e ho sentito un gran bel movimento di energia congesta, in particolare un pò tutti i chakra della testa, Cardiaco ant. e probabilmente anche Gola(sicuramente ce ne sono anche altri coinvolti). Oggi la sensazione è leggermente diminuita ma mi è venuto un gran bel mal di testa(non so se è collegato), comunque ho la sensazione che è in corso una “liberazione” da una zavorra che avevo sulle spalle da molto tempo. Semplicemente straordinario!

    Commento di Valerio Mattei | 16 luglio 2011 | Rispondi

    • Continua a postare le tue reazioni!

      Commento di Roberto Zamperini | 16 luglio 2011 | Rispondi

    • Stamattina sono passato a R4. Per tutto ieri ho sentito le mani e i piedi formicolare leggermente e ogni tanto qualche altra parte del corpo qua e là e questo credo per le congestioni in uscita. Il mal di testa è quasi del tutto passato. Il senso di “liberazione” si è accentuato.

      Commento di Valerio Mattei | 18 luglio 2011 | Rispondi

      • E aggiungo: dopo qualche ora di R4 posso dire che la sensazione che provo è di rilassamento e una pace interiore mai sentita prima d’ora; a questo si aggiunge un senso di equilibrio interno, non so come spiegarlo ma è veramente molto molto piacevole! Grazie Roberto per averci dato l’opportunità di fare questi esperimenti!

        Commento di Valerio Mattei | 18 luglio 2011 | Rispondi

        • Oggi ho inziato R1 su un altra FPP. La sensazione stavolta è di irrequietudine, sono iperattivo mentalmente ma apatico fisicamente e sto sperimentando anch’io l’uscita di molta rabbia. Mi innervosisco per la minima cosa e solo con fatica riesco a controllarmi. Come avevi scritto su un post precedente: “la rabbia tenta di trasformasi in qualcos’altro, Rabbia + R1 = Ira”, credo che mi stia accadendo questo.

          Commento di Valerio Mattei | 19 luglio 2011 | Rispondi

        • Bene, bene! La rabbia uccide te, l’ira può uccidere qualcun altro, ma non te!

          Commento di Roberto Zamperini | 19 luglio 2011 | Rispondi

  14. Usando il Cleanergy puro che è uno” Spazio Sacro” con un altro Cleanergy (sempre “Spazio Sacro”), ma solo con R1 o R4 selettivati, il lavoro di pulizia o di canalizzazione del pensiero o della “forma-Pensiero”, è più equilibrato, i centri energetici esposti, si “aiutano”, come una sorta di rispetto sottile, sorreggendo il cambiamento e la purificazione in atto, rendendo meno violento il tutto.

    Cioè, usando il primo Cleanergy come un “piccolo” Luogo Sacro in cui purificarsi.

    Professore che ne dice di questo concetto (intuizione) ?

    A presto

    (La musica influenza le forme-pensiero, espandendo lo spazio pensiero stesso, rompendo schemi fissi)

    Commento di roberto coccia | 16 luglio 2011 | Rispondi

    • Il Cleanergy, sia il 10.10, sia lo 07.11, E’ totalmente basato sullo Spazio Sacro. La tua idea mi sembra originale, ma corretta.

      Che succede alla tua musica se componi con R1 o con R4 “sparati” addosso?

      Commento di Roberto Zamperini | 16 luglio 2011 | Rispondi

      • Con un Cleanergy vicino, e poi con R1 addosso, la sensazione di appartenere ad un “Luogo Sacrale”, è molto forte, con R1, la concentrazione è costante, però l’intuizione (l’ispirazione), sembra non essere influenzata da R1, è possibile ?

        Commento di roberto coccia | 16 luglio 2011 | Rispondi

  15. Certo. E’ì R1, non R4.

    Commento di Roberto Zamperini | 16 luglio 2011 | Rispondi

  16. Sono in campagna e giocando con il Midi e il selettore di R4, nella speranza di catalogare nella mia mente una volta per tutte queste energie oro, mi sono accorto che si ha la sensazione strana di collegamento con qualcosa, una sorta di fonte.
    Arrivano alla mente una serie di idee che sembrano essere sempre esistite e di cui non ci si era mai accorti.
    Forse è l’effetto risonanza di R4.

    Commento di Francesco | 18 luglio 2011 | Rispondi

  17. Grazie Roberto! Stò sperimentando il selettore di R1 e gli effetti sono notevoli!
    Invece tornando all’argomento “sigilli” ho come l’idea che una bella dose di R1 sia una “bomba” di pulizia, o almeno mi sembra proprio che sia una delle componenti necessarie per disattivarli. è corretto?
    Invece per immunizzarsi da quelli autoreplicanti può andare bene generare R2 (come bella domanda – ma se la strada è questa sperimentando un modo lo si trova!) per espellerli, facendo in modo che ci attraversino senza fermarsi?
    Grazie!!!

    Commento di Manlio | 21 luglio 2011 | Rispondi

  18. “Invece tornando all’argomento “sigilli” ho come l’idea che una bella dose di R1 sia una “bomba” di pulizia, o almeno mi sembra proprio che sia una delle componenti necessarie per disattivarli. è corretto?”
    Bravo Manlio! E’ proprio così e ne dovrei riparlare …

    “Invece per immunizzarsi da quelli autoreplicanti può andare bene generare R2 (come bella domanda – ma se la strada è questa sperimentando un modo lo si trova!) per espellerli, facendo in modo che ci attraversino senza fermarsi?”
    Sì, non è sbagliato, ma è difficile da farsi bene. Invece, R1 non ha controindicazioni.

    Commento di Roberto Zamperini | 21 luglio 2011 | Rispondi

    • Grazie! Si un approfondimento sui sigilli sarebbe il benvenuto!
      Su R2 immagino che sia necessario dirigerlo con molta precisione con il rischio di espellere anche qualcosa che non volevamo. dal punto di vista teorico va in parallelo con la pratica buddista del “niente ego = niente paure = niente che creda di doversi difendere = niente che attiri gli attacchi o apra loro le porte. qualunque cosa arrivi passa e va. Che finchè si tratta di congestioni a basso potenziale è facile da mettere in pratica, ma quando il potenziale aumenta è tutto un altro discorso. Ok allora ci sperimenterò con il decuplo dell’attenzione necessaria!
      Grazie!!!

      Commento di Manlio | 22 luglio 2011 | Rispondi

  19. Professore, ultimamente, le mie intuizioni, sono accresciute, quasi preveggenti,
    credo che tra cleanergy, R1, frequenza 422,8 (7.83hz), alimentazione (per la quasi totalità frutta e verdura crudi ),pensieri puliti
    e il ringraziamento al divino per ciò che accade,
    siano una combinazione eccellente per le energie sottili,
    il tutto (molto importante) unito ad un indirizzo verso onestà interiore, lealtà, non inganno e non far del male a nessuno.

    Commento di roberto coccia | 21 luglio 2011 | Rispondi

  20. Aggiungo una simpatica testimonianza: ho veicolato R1 in una forma pensiero di “sentimenti positivi” per l’appartamento dove vivo. Il primo giorno era impossibile restarci dentro, sensazioni di fastidio a causa dei rilasci. ma a partire dal secondo giorno i miei coinquilini hanno cominciato uno dopo l’altro a pulire le loro zone – cosa che non facevano da 5 o 6 mesi! Addirittura (siamo al terzo giorno) stanno pulendo e mettendo in ordine le aree comuni senza che nessuno glielo abbia imposto ^^ il bello è che la FP era diretta solo all’edificio fisico non agli abitanti.

    Commento di Manlio | 25 luglio 2011 | Rispondi

  21. Finalmente mi sono cimentata! Attaccata ieri la FPP sul selettore R1, stanotte ho fatto un sogno strano ma molto interessante e chiaro, che mi ha dato una serie di spunti notevoli sui problemi collegati alla FP. Mi sono svegliata di soprassalto e in subbuglio alle due di notte, col mio compagno in preda del “ballo di san vito” e io che mi ripetevo il sogno per non dimenticarlo… Vediamo che succederà nei prossimi giorni!🙂 Grazie.

    Commento di Luna di carta | 25 luglio 2011 | Rispondi

  22. Prima di tutto grazie Roberto!!!
    Poi passo a raccontare la mia esperienza. Da sempre afflitto da eccessiva magrezza, che si e’ acuita negli ultimi tempi, sul selettore R1 ho apposto la richiesta di aumentare il peso corporeo. Quasi subito ho sentito allentarsi i muscoli del collo e fuoriuscita di legami dalla punta di tutte le dita delle mani. Sono al terzo giorno di R1 e continuano a uscire legami dalle dita!
    Di nuovo grazie Roberto!

    Commento di takete | 25 luglio 2011 | Rispondi

  23. Vorrei un parere su una cosa che mi sta capitando…Un paio di settimane fa, poco dopo l’ uscita di questo splendido folle esperimento, ho messo su una prima FP sul selettore R1 estremamente curioso sui possibili sviluppi, anche in termini di “pulizia”. Il giorno dopo vado a prendere alla stazione la mia fidanzata di ritorno da un breve viaggio a Roma e sorpresa ! Quasi non la riconosco, la trovo cambiata e soprattutto molto distante; intuisco che qualcosa nel nostro rapporto è arrivato di colpo alla fine, dopo più di 7 anni insieme ,molti dei quali veramente felici. Qualcuno penserà che abbia sbagliato blog su cui postare lo sfogo, qualcun’ altro avrà fatto dei commenti un po’ più terra terra sul fascino di Roma e dei romani, e ok ci stanno tutti, ma : e la coincidenza? È possibile che la “ pulizia” da R1 significhi anche la fine di un rapporto? Dopo alcuni giorni di profonda rabbia e/o tristezza mi sento decisamente più aperto ai possibili scenari futuri e alle opportunità che avrò e direi che se non altro l’ entusiasmo per questo nuovo capitolo della mia vita da qualche parte è arrivato…
    Qualche opinione?
    Per Favore Roberto, continua a regalarci ancora articoli così ispirati. Grazie.

    Commento di Benigno | 28 luglio 2011 | Rispondi

    • Sul fascino di Roma, mi trovi, su quello dei romani (io lo sono), molto meno! Mi troveresti invece su quello dei Romani, ma loro sono una razza di giganti ormai estinta e i romani di oggi a mala pena condividono con Loro le tracce di una Città che fu capitale del mondo. Ma null’altro.

      Tornando alla tua esperienza: è vero R1 è pulizia nel senso più alto della parola, ciò che potrebbe essere vero sia per te che per la tua ex. Chi si è liberato di chi? Non lo so. Forse lo saprai tu tra qualche tempo. R1, comunque, non fa mai male, anche quando sembra il contrario.

      A quando un viaggio a Roma? Il Palatino ti aspetta.

      PS: si può essere Romano-Italiani abitando ed essendo nati a Cuneo e non esserlo affatto essendo nati a Roma. Si può essere Romani essendo francesi e non esserlo affatto essendo nati in Italia. C’è molta confusione al riguardo …

      Commento di Roberto Zamperini | 29 luglio 2011 | Rispondi

  24. Avrei una domanda per te caro RZ:
    E’ indispensabile avere minuziosamente coscienza della FPP che scegliamo di creare ed alimentare?
    Mi spiego meglio…
    Mettiamo il caso: desidero una Lamborghini e comincio ad alimentare la FPP corrispondente con F4 dopo aver dissipato i legami “limitanti” con R1. Nel caso specifico la mia forma pensiero contiene tutte le informazioni relative alla mia fantomatica lamborghini; carrozzeria, interni in pelle, cruscotto, motore ecc ecc.
    Ora…nel momento in cui ponessi in essere una FPP contenente parole quali “illuminazione”,” Risveglio”, “Samadhi”, “Kundalini”, “Moshka”, “Iniziazione” ecc.. cioè parole di cui ho probabilmente un idea erronea ( data la spazzatura che gira su tali concetti) e delle quali non ho la minima Coscienza ,perchè sono tendenzialmente cose di cui si sente parlare ma difficilmente si fa esperienza, quale sarebbe l’esito dell’esperimento? funzionerebbe? non funzionerebbe? funzionerebbe parzialmente? Ti ringrazio preventivamente per la risposta e un ringraziamento particolare per l’esperimento che è molto,molto interessante.

    Commento di Andrew | 21 ottobre 2011 | Rispondi

    • Se ti ho ben compreso, le FP teoriche sono due (semplificando)_
      1) la Lamborgini
      2) l’Illuminazione.
      E, sempre se ho capito bene, mentre è logico avere un’idea precisa di cosa sia una Lamborghini (basta leggere 4Ruote), è tutt’altra cosa sapere cosa sia l’Illuminazione.
      Ergo: mentre è logico aspettarsi che la FP “Lamborgini” ci arrivi impacchettata per Natale, che fine farà la FP “Illuminazione”? Se ho compreso giusto, allora direi che mentre puoi desiderare ciò che conosci (l’auto) è impossibile desiderare l’ignoto. Tu stesso chiarisci la struttura della prima FP con tutti i particolari del caso ( carrozzeria, interni in pelle, cruscotto, motore ecc.), mentre quali saranno i dettagli della seconda FP? Una domanda interessante, che mi spinge a concludere in modo scontato, ma credo esatto, così:
      L’ENERGIA SEGUE IL PENSIERO
      e pertanto se il pensiero è debole, l’energia si perde o disperde o comunque non porta all’obiettivo. Ergo: nessuna illuminazione.

      PS: Hai scritto F4. Intendevi R4, vero?

      Commento di Roberto Zamperini | 24 ottobre 2011 | Rispondi

  25. Premetto : si intendevo R4, mi è scappata la F (gaff)
    ” L’energia segue il pensiero” ok ci sta
    ” Pensiero debole >>> Energia debole>>Niente illuminazione…” mmh… in che senso? ( citando Verdone)
    Quando un pensiero è debole? Cosa rende debole un pensiero? La mancanza volontà? L’assenza del desiderio di raggiungere un obiettivo? la percentuale di R1?
    E se questi presupposti ci sono, ma l’obiettivo è fumoso? la “sostanza” della FP non è chiara ma parte da un idea celata nella nebbia, una sensazione “archetipica” direi..niente illuminazione? =)

    Commento di Andrew | 24 ottobre 2011 | Rispondi

    • Sì, hai compreso perfettamente. Pensiero debole = poco R1. Cos’è R1? Lo sai, no?

      Commento di Roberto Zamperini | 25 ottobre 2011 | Rispondi

  26. Claro que si =D!! prima modalità di manifestazione legata all’aumento dell’intensità,della portata e della velocità di informazione. La funzione è analoga a quella di una pompa che aumenta portata e velocità del fluido all’interno di un condotto. ( è l’unico paragone decente che mi viene in mente)

    Commento di Andrew | 25 ottobre 2011 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: