Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Si può uccidere con la Radionica? (1)

2501ChavezMarcello

Credo sia un tema di grande interesse: si può uccidere con la Radionica? Lo spunto me lo ha dato la lettura di questo articolo comparso su “Come Don Chisciotte”: CIA: ESPERIMENTI DI CANCRO CON I PRESIDENTI DELL’AMERICA LATINA ?

L’articolo riporta una riflessione di Hugo Chavez (Hugo Rafael Chávez Frías nato il 28 luglio 1954 e dal 1999 presidente del Venezuela). Ecco la riflessione di Chavez: esisterebbe una sorta di “epidemia” di casi di cancro che stanno colpendo molti presidenti latino-americano. Il cancro ha infatti colpito non solo Chavez, ma anche il presidente paraguayano Fernando Lugo, Dilma Rouseff (dal gennaio 2011 nuova presidentessa del Brasile), Lula da Silva (ex presidente del Brasile), Cristina Fernandez (presidentessa dell’Argentina). “Tutti loro sono conosciuti come politici di centro-sinistra che lottano per accelerare il processo di integrazione dell’America Latina e per liberarsi del dominio degli Stati Uniti nell’emisfero occidentale. Chavez ha parlato di imperi che sono pronti a tutto pur di raggiungere i loro obiettivi.

Be’, diciamo la verità: dando un’occhiata a tutti questi nomi qualche sospetto ci sarebbe … Ma, prima di continuare, vi invito a leggere quell’articolo ed a formarvi una vostra opinione.

(SEGUE)

Nelle foto: Chavez com’è e com’era, insieme a Lula.

3 febbraio 2012 - Posted by | Energie Sottili

40 commenti »

  1. Non credo sia difficile per la CIA prendere dei campioni biologici dei Presidenti (in questo caso ) ed estrarre il DNA.
    Dopodichè fate le vostre considerazioni.
    Chi ha fatto TEV sa benissimo di cos si tratta.

    Commento di marco I | 3 febbraio 2012 | Rispondi

  2. Vi sono varie ipotesi al riguardo, ma sicuramente la faccenda sembra tutto fuorchè legata a “cause naturali”.

    Qui di seguito un articolo dove la Merck confessa non solo la possibilità di inoculare il cancro ai pazienti, ma che questa tecnologia esiste e venga praticata da tempo : http://www.naturopataonline.org/articoli/32-inquinamento-e-salute/1537-merck-ammette-l-inoculazione-del-virus-del-cancro-nei-vaccini/1.html

    Commento di Frank Merenda | 3 febbraio 2012 | Rispondi

    • Sì, Francesco, è sicuramente possibile e agenti cancerogeni potenti sono conosciuti da tempo e forse sono stati anche molto perfezionati. Ma la tesi velata dal titolo è diversa: si può uccidere con la Radionica? Ossia: con le energie sottili?

      Commento di Roberto Zamperini | 3 febbraio 2012 | Rispondi

  3. Ciao, ho appena un pò di tempo e corro subito a visitare il Blog!
    Già è stata ampiamente discusso il post sui siggilli sottili, del loro enorme potere malefico che quindi opportunamente modificato, amplificato, (anche senza dover partire da una base siggillante) porterebbe sicuramente al fine di annientare un essere vivente.
    Sapendo quanto benessere porti decongestionare il corpo energetico sottile, dovremmo di contro, ahimè, sapere o facilmente intuire quali siano le ripercussioni di un accanimento congestizio mirato…
    Dunque, la mia risposta è: SI.
    Ma spero che non lo sappia fare nessuno!!!!????!!!!

    Commento di giuseppe rinicella | 3 febbraio 2012 | Rispondi

    • Temo che tu ti sbagli, purtroppo. Ne parlerò nella seconda puntata.

      Commento di Roberto Zamperini | 3 febbraio 2012 | Rispondi

      • almeno dimmi se mi sbaglio sul SI come risposta, allora ne sarei ARCICONTENTO o, mi sbaglio sulla mia strutturata congettura di come potere annientare un essere vivente, e dunque la risposta sarebbe sempre si…in quel caso sarei preoccupato.

        Commento di giuseppe rinicella | 3 febbraio 2012 | Rispondi

        • certe volte non rifletto… ho capito su cosa sbaglio… ovvero sul fatto che “non lo sappia fare nessuno” …SIGH!😦

          Commento di giuseppe rinicella | 3 febbraio 2012 | Rispondi

          • Ti sbagli solo relativamente alla tua affermazione “spero che non lo sappia fare nessuno”. Lo sanno fare. Per il resto hai perfettamente ragione.

            Commento di Roberto Zamperini | 4 febbraio 2012 | Rispondi

  4. Scusatemi, mi è scappata in digitazione un G di troppo nelle parole sigilli🙂

    Commento di giuseppe rinicella | 3 febbraio 2012 | Rispondi

  5. Tanti anni fa ho studiato la radionica e la radiestesia. Ricordo che in una dispensa, il mio maestro raccontava di aver scritto la parola miele su un foglietto di carta e dopo aver amplificato il tutto con un circuito radionico, l’aveva messo vicino ad una finestra. Con stupore vide nei giorni seguenti numerose api che ruotavano intorno al foglietto come se ci fosse veramente del miele. La mia ipotesi è che l’operatore, scrivendo la parola miele su un foglietto di carta assorbente, possa evocarne l’energia “sottile” del miele attraverso il ricordo. A questo punto le api, percepiscono il campo sottile del miele girando intorno al foglietto per capire di cosa si tratta. Scientificamente parlando, e solo fantasia, ma se fosse possibile sarebbe facile veicolare qualsiasi informazione benefica o malefica…!

    Commento di biogigi | 3 febbraio 2012 | Rispondi

  6. SI, vedi commenti sopra

    Per fortuna abbiamo sempre l’inevitabile fattore “rinculo” che si viene a creare, quindi è facile che oltre alla vittima si faccia mooooolto male anche il carnefice (sempre ammesso che non schiatti anche lui), vedi commenti vari e considerazioni affini in https://zaro41.wordpress.com/2011/10/24/niente-sesso-siamo-legami-1/#comments

    Questa implicazione è di fatto il maggiore deterrente, pur non essendo sufficiente ad evitare che qualche folle pazzo (ignorante e suicida?) tenti di ottenere risultati con questi mezzi non convenzionali e per giunta inesistenti, come inesistenti sono le Energie Sottili stante a quel che ci dice la scienza ufficiale!

    Commento di Skyluke | 3 febbraio 2012 | Rispondi

    • Hau ragione, Luca, come spesso ti accade, ma tiene presente che quello che chiami “rinculo” avviene

      1) grazie ai legami
      2) e quando la vittima si scioglie i legami.

      Se questo non avviene il rinculo avviene, per ci crede, nella prossima incarnazione. Campa cavallo, pensano, intanto t’ammazzo col cancro.

      PS: per chi non avesse capito un accidente di ciò di cui stiamo parlando, consiglio di leggere gli articoli sui SIGILLI, il primo dei quali è https://zaro41.wordpress.com/2011/05/03/sigilli-sottili-cominciamo-a-parlarne/

      Commento di Roberto Zamperini | 4 febbraio 2012 | Rispondi

      • Hai detto bene caro Roberto, nelle prossime incarnazioni. Però io ho il sospetto che in casi come questi siano entità umanoide a fare queste zozzerie, entità che in qualche modo aggirano (per il momento si intende) la legge del Karma mantenendosi in uno stato di sospensione. Ed è per questo che necessitano grande energia che rubano in giro per il mondo nei modi che conosciamo. Mi sembra inoltre davvero strano che queste tecnologie siano conosciute solo dagli USA e forsa da quel fazzoletto maledetto in medio-oriente. Se così fosse perché non usarle contro altri Presidenti molto scomodi? Come il Presidente dell’Iran o il politicamente scorretto Assad, o l’immortale Nasrallah. Possibile che questi conoscano delle “contro-misure”? La tradizione esoterica dell’Islam è molto addentro a certe conoscenze, mentre i laici presidenti del Sud America sono totalmente esposti a questi tipi di attacchi.

        Roby, perché non metti su un’agenzia di difesa sottile? Potresti fare un sacco di soldi!😉

        Commento di Simon | 4 febbraio 2012 | Rispondi

        • “La tradizione esoterica dell’Islam è molto addentro a certe conoscenze, mentre i laici presidenti del Sud America sono totalmente esposti a questi tipi di attacchi.” Concordo!

          Commento di Roberto Zamperini | 4 febbraio 2012 | Rispondi

          • Non tutto il sudamerica è così laico come sembra..per esempio nella laicissima Cuba la tradizione è ancora viva nella Santerìa.Molti cubani conoscono il concetto di pulizia energetica, onorano gli antenati e costruiscono forme pensiero, anche se non le chiamano così,e mescolano miti e riti insieme. Comunque gli Orishas sono molto presenti nella vita quotidiana dei cubani.Si dice che Castro stesso sia un santero esperto,anche se ufficialmente laico, e si avvalga della consulenza dei migliori santeri..Non vi pare strano che sia ancora li’?Che Cuba stessa ci sia ancora?

            Commento di alef | 10 febbraio 2012 | Rispondi

            • Sì, hai ragione. Anch’io me l’ero chiesto. Cosa sono gli Orishas?

              Commento di Roberto Zamperini | 22 febbraio 2012

          • Gli Orishas sono delle divinità di origine africana, correlate alle forze della natura e alle più disparate attività umane,che sono arrivati in sudamerica con gli schiavi.A contatto con i dominatori spagnoli il culto è sopravvissuto “fondendosi” con il cattolicesimo, ogni orisha ha anche il nome di un santo cattolico.Ma di cattolico non c’è niente, anzi alcuni Orishas hanno alcune interessanti somiglianze con le divinità nostrane..
            Quando una persona ha un problema si rivolge all’orisha “specializzato” tramite il santero che è l’esperto del culto e sa cosa bisogna fare e cosa no, quali offerte votive fare e quando farle, etc..E poi ci sono le cerimonie di evocazione degli orishas in cui i devoti vengono “posseduti” dalla divinità evocata di volta in volta..molto dionisiaco e molto poco cattolico!.Ovviamente se si va a Cuba da turisti si viene sopraffatti dalla parte folkloristica,e le cerimonie sono in buona parte spettacoli in cui vendono i CD e le cartoline..Ma come si dice..chi ha mani per testare…

            Commento di alef | 10 marzo 2012 | Rispondi

  7. si può, si può….I post di Roberto sui sigilli sottili contenevano molte ma molte osservazioni in merito. Osservazioni spesso contenute tra le righe ma il meccanismo di base era piuttosto palese….che tristezza…

    Commento di Francesco Massimiliano Minniti | 3 febbraio 2012 | Rispondi

    • a quando la seconda puntata?spero presto,bisogna sapere come individuare simili pericoli e come poter difendersi.cancro indotto tramite i vaccini?e anche il tema dei sigilli non era stato esaurito.se inducendo congestione e tramite un uso delle energie sottili volte al male si puo uccidere,questa e un’affermazione che smentisce che certi attacchi malefici colpiscono solo chi ci crede a queste cose,mentre chi non ci crede li respinge,nessuno dovrebbe essere immune.un conto sono i danni provocati alla salute attraverso la somministrazione o assorbimento dall ambiente,cibi ecc.di sostanze tossiche,altro il discorso di poter uccidere tramite l uso delle energie.teniamo su questo post del blog per approfondire questi temi.

      Commento di cristina | 4 febbraio 2012 | Rispondi

      • No, io non sto parlando di cancro immesso nei vaccini /eventualità che NON escludo affatto). Sto parlando di cancro indotto tramite energie sottili. Non ci crede nessuno perché l’opinione dell’uomo della strada è prefabbricata dai media, che sono controllati dalle centrali di potere, eccetera, eccetera.

        Commento di Roberto Zamperini | 4 febbraio 2012 | Rispondi

  8. Un conto sono i sigilli che possiamo considerare” sofware maligno”. Ma c’è anche” hardware maligno”.
    Ad esempio collettori di reich, orgonite, cristalli vari polverizzati o ancora meglio polveri micronizzate risonanti(nanoradio al carbonio). Naturalmente chi non percepisce energie sottili ,considera tutto ciò pura FUFFA.
    Purtroppo con lo schermo ” FUFFA” chi le sà gestire ,agisce indisturbato e impunibile.
    In pratica se facciamo lavorare i raggi otteniamo lo scopo ,possiamo trasmettere quello che vogliamo.
    A questo punto mi si sono rizzati ( e sono pochi) i capelli a solo pensiero.
    Ma per fortuna, esiste anche una difesa.

    Commento di marco I | 4 febbraio 2012 | Rispondi

  9. Certamente tutto è possibile!
    Ricordiamoci che l’energia ha un verso…

    Commento di Frank61 | 5 febbraio 2012 | Rispondi

  10. Io personalmente ricordo che in un mio libro, che tratta di magia, viene descritto un incantesimo di magia planetaria attraverso cui nel passato i maghi neri potevano indurre la morte di una persona semplicemente nascondendo uno specifico quadrato numerico nei pressi della vittima. Mi pare fosse tratto dal Magus.
    E’ interessante comunque notare che, come raramente accade nella descrizione degli incantesimi (poichè si dà per scontato che chi pratica arte magica conosca bene le conseguenze di ciò che fa) viene sottolineato con particolare insistenza il monito a non compiere simili opere, pena terribili future conseguenze per l’operatore stesso, infatti recita: “E’ molto male uccidere per magia. Non è consentito nè da Dio nè dall’uomo, e su questo non può esserci alcun dubbio.”

    Commento di Ivan | 5 febbraio 2012 | Rispondi

  11. PURTROPPO si può, per fortuna che non tanti sanno farlo! la loro fortuna come dice Roberto è che nell’uomo comune è presente la convinzione che il male torni al mittente per qualche sorta di ritorsione karmika. le cose non stanno esattamente in questi termini, e imparare le difese della arti occulte può aiutare molto! Comunque sia… Roberto nella bellissima parte dei sigilli non ha mai spiegato come sciogliere quei legami e come riconoscere i legami di chi fa cose del genere, e se è necessario sapere chi è la persona/le persone che fanno questo per poter sciogliere questi legami… o è sufficiente far riferimento al sintomo per poterli sciogliere? insomma aiutaci a difenderci per piacere! una bella e semplice lezione che può aiutarci a cambiare tanti aspetti della vita di qualcuno.
    un’altra domanda… le forme pensiero negative (tipo quando mandiamo qualcuno a quel paese con molta rabbia e continuiamo ad augurarci il male di qualcuno) sono sufficienti a far del male?
    infine un’ultima cosa: esistono anche dei sigilli di protezione tipo amuleti o simboli che portati possono difenderci? per esempio un cleanergy in tasca sempre è sufficiente alla protezione?
    Grazie infinite.

    Commento di Manuel | 6 febbraio 2012 | Rispondi

  12. Mbeh Manuel, forse non hai letto bene altrove,
    in primis occorre imparare a testare (che richiede una certa dose di allenamento e costanza), poi imparate un minimo di tecniche di difesa (TEV o altro)
    a quel punto lavorare, come già detto in mille salse diverse, sul cosiddetto Conosci Te Stesso

    Non è proprio come leggersi le ricette di nonna papera, non ci sono scorciatoie, è tutta un’altra cosa!
    Se mi interessa veramente fare il cuoco vado ad un corso, altrimenti mi arrangio con qualche libro di cucina e va bene così, menomale che c’è chi l’ha scritto

    I corsi che Roberto tiene sono utili allo scopo, non l’ha certo ordinato il medico di frequentarli, chi vuole ci va, chi non vuole è libero di accontentarsi di quanto (ed è davvero tanto!) c’è in questo Blog … e di tanto altro che ancora c’è (ed è tanto anche lì!) sul Forum delle Energie Sottili

    Buona sperimentazione a tutti 🙂

    Commento di Skyluke | 6 febbraio 2012 | Rispondi

    • Uhm… non mi piace molto la tua risposta, nel senso che … se uno è sottoposto a qualche genere di sigillo ecc deve aspettare di frequentare tutti i corsi di Roberto… dove lui stesso ha affermato di NON insegnare questo genere di tecniche di difesa! quindi frequentiamo pure un corso di cucina dove però ti insegnano solo alcune cose, il resto lo impari da solo… o lo leggi da qualche parte… ottimo consiglio!
      mi aspettavo sinceramente un qualcosa di + pratico che anche noi che abbiamo fatto l’introduttivo (in attesa degli altri corsi) potessimo iniziare a provare!
      Grazie cmq!

      Commento di Manuel | 7 febbraio 2012 | Rispondi

      • Caro Manuel,

        per come la vedo io, il campo delle Energie Sottili è una vera e propria scienza. Una scienza che consta di due elementi essenziali:
        1) la conoscenza (elemento comune ad ogni altra scienza)
        2) capacità di percezione delle ES (elemento assolutamente originale).
        Ne viene che puoi tranquillamente studiare la scienza delle Energie Sottili in un corso a dispense per uso casalingo, ma ti ritroverai con un pugno di mosche in mano se, nel frattempo, non hai imparato la percezione sottile. Sono due cose che vanno di pari passo. Conoscenza, percezione, conoscenza, percezione, eccetera.

        Ciò premesso, veniamo alla tua domanda. Come si eliminano i sigilli? Ne esistono di facili da eliminare e di difficili. I miei, ad esempio, erano iper-difficili. Ci ho messo due o tre anni, lavorandoci OGNI GIORNO.Capito bene? Io ho dovuto lavorare OGNI GIORNO per due o tre anni!
        Quindi parliamo solo di quelli facili. Quelli difficili richiedono discorsi assai diversi. Che significa “facili”? Che, UNA VOLTA CHE LI HAI PERCEPITI, eliminarli è un gioco da ragazzi. Non anni, come è successo a me, ma secondi. Il fattore determinante è, come puoi ben immaginare, LA PERCEZIONE DEL SIGILLO STESSO, che, se tu non lo percepisci, c’è poco da fare, devi seguire un training di percezione un po’ lungo.
        Quindi, niente libro di cucina. Ma studio, esercizio, studio, esercizio, studio, esercizio. La persona che ti ha risposta e che ti ha un po’ seccato (Skyluke) ha una pratica e una sensibilità sottile che tu non puoi ancora immaginare. Fa cose e sente cose che vanno al di là del normale.
        Comunque, se hai seguito il corso introduttivo, stai sulla strada giusta. Tra un po’, vedrai, scriverai di nuovo qui e dirai: “Avevate ragione!”.

        Un abbraccio.

        Commento di Roberto Zamperini | 7 febbraio 2012 | Rispondi

        • Ok, grazie, mi fido… ci mancherebbe… solo che… anche se li percepisco o sospetto che ci siano (parliamo dei facili)… anche se è un gioco da ragazzi… in cosa consiste il gioco non si può sapere?
          così come… portare un cleanergy nella tasca può aiutare ad impedire di essere “attaccati”?

          Grazie ancora, e scusa Skyluke se sono sembrato un pò seccato…non che non lo fossi, però… insomma spero di essermi spiegato.

          grazie ancora

          Commento di Manuel | 7 febbraio 2012 | Rispondi

          • Prego!🙂
            Capisco la seccatura … spero di essermi spiegato anch’io,
            tornando al resto, non ti stare a preoccupare troppo perchè il punto princippale è sempre nell’esercizio e nell’aumento della propria sensibilità percettiva accompagnata di pari passo con la sperimentazione

            Per esperienza personale (altri non so) cerco di trovare nella quotidianità qualche cosa o qualche situazione con cui fare esperimenti e vedere che cosa succede:
            – testo le condizioni iniziali
            – applico una qualsiasi tecnica
            – testo nuovamente per vederne la reazione
            – faccio tesoro dell’esperienza
            – se mi interessa tengo monitorati gli effetti nel breve e/o medio termine per ulteriori verifiche e considerazioni

            Queste semplici operazioni consentono a chiunque abbia un minimo di volontà e dedizione di raggiungere obiettivi inimmaginabili

            Non a caso, rinnovo i miei Auguri di Buona Sperimentazione!

            Commento di Skyluke | 7 febbraio 2012 | Rispondi

  13. No, purtroppo il Cleanergy soprattutto tenuto in tasca non può nulla.
    Come si tolgono i sigilli: “si prendono” e “si fanno passare” attraverso il Cleanergy + legami. Ma non mi chiedere, per favore, che significano queste due frasi! Te l’ho detto: è un gioco da ragazzi,, ma che puoi giocare solo quando conosci le regole del gioco. Ovvero: PERCEZIONE DEL SIGILLO.

    Commento di Roberto Zamperini | 7 febbraio 2012 | Rispondi

    • Ma ora non capisco… la percezione sottile del sigillo ti consente (anche col tempo) di riuscire a comprendere cosa il sigillo rappresenta (cosa serve e chi lo invia?)…

      -cioè sai di avere un sigillo che vuole rubarti una certa energia? o uno che vuole provocarti un certo sintomo/malattia o senti semplicemente “un sigillo” e a quel punto lo fai passare e vedi come è dopo il passaggio, ignorando cosa lui faccia ma rendendoti conti di cosa cambia in te e nella tua energia e supponendo che sia stato il sigillo a modificarne il funzionamento? e così tenendolo monitorato sui vari passaggi che devi fargli fare per fargli perdere qualche “potere” ti rendi conto di quanto sia “forte” il sigillo? è corretta come interpretazione?

      -inoltre, vista la curiosità aumentata, sulla base della tua esperienza, hai poi scoperto (visto che rompendo i legami “torna indietro” l’effetto) chi ti aveva inviato il o i sigilli nelle reazioni che sono capitate a queste persone?

      Commento di Manuel | 8 febbraio 2012 | Rispondi

      • Sì, è possibile

        1) sapere a “cosa serve” il sigillo e
        2) chi te l’ha mandato.

        1) è il più difficile perché è il risultato di una serie di congetture, che vanno testate e provate. Quale chakra sta cambiando dopo lo scioglimento del sigillo? e altre ipotesi similari. Non sempre è facile trovare dove va a parare un sigillo …

        2) è possibile solo se hai dei sospetti su chi potrebbe essere l’autore. Perché? Perché sono legami di tipo 2 (se non lo sai, vatteli a cercare sul Blog). Se non hai idee in proposito all’autore, allora è dura, se non impossibile.

        “hai poi scoperto (visto che rompendo i legami “torna indietro” l’effetto) chi ti aveva inviato il o i sigilli nelle reazioni che sono capitate a queste persone?”

        Sì, l’ho scoperto. L’autore ha pagato durissimamente quello che ha fatto a me ed a tanti altri. Con la morte.

        PS: i legami si sciolgono, NON SI ROMPONO. Errore gravissimo, Manuel!

        Commento di Roberto Zamperini | 8 febbraio 2012 | Rispondi

  14. Sicuramente il sapere e la conoscenza sono al tempo stesso la migliore energia di difesa contro qualsiasi forma di sigillo. Come dici tu Roberto, non puoi evadere se non sai di essere prigioniero, ma credo che a volte, forse, le sole seppur potenti tecniche TEV non possano essere sufficienti per sciogliere tutto.
    Penso di aver captato che ci siano altre forme di difesa che vanno oltre la TEV e che fanno capo ai nostri mitici Romani.
    Se ho detto una scemenza chiedo venia in anticipo, altrimenti la mia domanda è : siamo in grado noi semplici mortali una volta che siamo certi di essere in prigione di poter evadere?…
    Buona giornata a tutti.

    Commento di Frank61 | 8 febbraio 2012 | Rispondi

    • Secondo una mia alquanto presuntuosa opinione, la TEV è il massimo che si possa insegnare pubblicamente. Il massimo mondiale. Ma io sono alquanto presuntuoso.
      Poi ci sono cose che non si possono insegnare pubblicamente, ma questo è normale …
      Un abbraccio, caro Frank61.

      Commento di Roberto Zamperini | 8 febbraio 2012 | Rispondi

  15. Per esperienza posso tranquillamente affermare che la tua presunzione è alquanto giusta.
    Per il resto un grazie di cuore e un abbraccio anche a Te.

    Commento di Frank61 | 8 febbraio 2012 | Rispondi

  16. Secondo me, dato che il vero problema sono i limiti della coscienza vigile, si potrebbe rimediare utilizzando altri stati di coscienza, come lo stato alfa o addirittura quello a metà strada tra l’alfa e l’onirico. Che ne dite, può essere utile?

    Commento di Ivan | 8 febbraio 2012 | Rispondi

  17. Quello che intendevo dire è che il livello di percezione della coscienza vigile è solitamente (molto) limitato, mentre in stato alfa o delta la sensibilità al piano sottile è molto accentuata. In quel particolare stato di coscienza non intervengono più soltanto sensazioni, ma si attiva la vista sottile, che permette appunto di vedere direttamente le manifestazioni di forma che giacciono unicamente nell’eterico. Se i sigilli sottili possono essere soltanto “sentiti”, seppur con molta precisione, mediante la vista sottile è possibile distinguerne la forma geometrica, i colori, come cambiano la loro forma a seconda dell’azione che viene effettuata su di loro e se al termine del trattamento si sono realmente dissolti o se magari si sono, piuttosto, trasformati in qualcosa di diverso, ma sempre comunque presenti come oggetto estraneo alla struttura energetica della persona. E’ questo che intendevo dire. Grazie.

    Commento di Ivan | 10 febbraio 2012 | Rispondi

  18. @ alef: Non sapevo nulla di questi ORISHAS! Molto interessante. Non porterei però troppo in là il confronto tra una religione africana di natura tellurica e la Romana Religio di natura decisamente solare. Comunque sia, quello che dici spiega la “resistenza” psichica e sottile di Fidel. Finché c’è un’Orisha che lo protegge, niente da fare per gli yankee!

    Commento di Roberto Zamperini | 11 marzo 2012 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: