Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Costellazioni familiari. Che può dire in merito la TEV? (1)

Ho ricevuto dal Lettore Luciano questo interessante messaggio:

Ciao Roberto, scusami se disturbo, ma ho bisogno di un confronto

Ho avuto modo di testare o sentire, per curiosità, una sessione di costellazioni familiari
ed ho avvertito una stranissima sensazione come se in quel richiamo di anime, arrivavano forme energetiche delle persone che venivano rappresentate, come se venissero effettivamente richiamate

erano poi queste forme energetiche ad utilizzate i soggetti
insomma ho avuto l’impressione che avvenisse un transfert di anime
sarei grato di sapere da te una opinione in tal senso

grazie infinite

Commento di Luciano 

E’ autoevidente il rapporto strettissimo tra le cosiddette “Costellazioni Familiari” e la TEV. Basterebbe ricordare quanto diciamo a proposito della Cellula Madre e dei cosiddetti Arcaici del Tempo. Dunque, il messaggio di Luciano è estremamente attuale e merita risposte adeguate. Poiché però credo che molti Lettori abbiano esperienze ed idee interessanti da esporre in merito, idee ed esperienze che mi interessano molto. Dunque, prima di dire la mia, aspetto la … vostra! Invito tutti quelli che vogliono dare il loro contributo ad intervenire con un commento. Poi anch’io dirò la mia.

A voi la parola!

29 aprile 2012 - Posted by | Conosci Te Stesso, Crescita Personale, Energie Sottili

12 commenti »

  1. Anni fa ho partecipato e fatto qualche costellazione familiare; in quella in cui ho messo in gioco la mia vita devo dire che i partecipanti hanno agito proprio come se fossero la mia famiglia e preciso che erano persone estranee alla mia vita, mai incontrate fino a quel giorno. In una ho partecipato solo io e mi hanno portata al momento prima che io nascessi, è stato un momento che non scorderò mai, ero presente ma sentivo come stavo bene quando ero solo energia, e quando mi è stato detto di tornare non è stato facile, ma sono tornata. Quando io sono stata “usata” per costellare la famiglia di un altra persona ed ho dovuto tra l’altro rappresentare il padre di questa persona, è stato molto strano perché fino a che ero nel cerchio mi sentivo proprio come guidata a fare o dire certe cose e nello stesso tempo ero sempre io, ma nello stesso tempo ero anche il padre di quella persona. Una volta terminato è come se non ricordassi quasi niente di quello che ho detto e fatto e ancora adesso per me è solo un ricordo vago. Poi non ne ho più fatte, ma queste sono state le mie esperienze.

    Commento di Barbara | 29 aprile 2012 | Rispondi

  2. Anch’io ho provato le costellazioni e ne ho un’ottima opinione….onestamente pensavo che fosse la coscienza collettiva a lavorare ma da quando ho letto il post di Roberto sulla cellula madre mi sento d’accordo con ciò che dice. Sono sicuramente interessato a conoscere l’opinione di RZ in materia quindi attendo elucidazioni da parte del Magister

    Commento di Marcoergreco | 29 aprile 2012 | Rispondi

  3. Ho avuto modo di partecipare a costellazioni familiari che ho trovato molto interessanti, evidentemente si instaura una sorta di “risonanza” fra gli attori e le figure che rappresentano, Ricordo un caso in cui io rappresentavo una persona morta di tumore ed un altra partecipante rappresentava il tumore stesso. Eravamo oltretutto stati “battezzati” a nostra insaputa, facendoci scegliere un oggetto da una serie di oggetti, quindi io non avevo la più pallida idea di chi rappresentavo. Ebbene, durante la rappresentazione, mi sentivo estremamente attratto dalla persona che rappresentava il tumore ed avevo una gran voglia di abbracciarla. Oltretutto ero pervaso da una grande gioia, e dopo ho avuto la conferma che la persona che rappresentavo era estremamente gioiosa. Anche interessante il fatto che affinché la costellazione abbia successo ed effetto sul costellato, i partecipanti sono invitati a non raccontare l’esperienza per un tempo prestabilito per non alterare il risultato attraverso giudizi ed opinioni di altre persone.

    Commento di gio904 | 2 maggio 2012 | Rispondi

    • Dalle informazioni ricevute mi sembra che si tratti di una tecnica buona, il cui unico limite è l’operatore che guida la costellazione. Non è un limite da poco. Se si è fortunati come te, le cose sembrano andare per il meglio.

      Commento di Roberto Zamperini | 2 maggio 2012 | Rispondi

      • In effetti io ho smesso di farle perché la persona che guidava non la sentivo più con la stessa energia con cui aveva iniziato, che era veramente molto bella e potente. Per confermare a gio904, in effetti non se ne può parlare per almeno 21 giorni, e mi è stato detto che influisce anche sui consanguinei non presenti; migliorando te stesso o portando comunque cambiamenti in te accadono anche ai componenti della tua famiglia in forma indiretta e inconsapevole, naturalmente.

        Commento di Barbara | 2 maggio 2012 | Rispondi

        • Poi però s’ha da parlare della Cellula Madre … Sarà il n. 2. Questo Costellazioni familiari. Che può dire in merito la TEV? è solo il numero 1 …

          Commento di Roberto Zamperini | 2 maggio 2012 | Rispondi

      • E’ verissimo Roberto! L’operatore fa proprio la differenza, ed ho potuto constatare, come alcuni attori, dopo una giornata di costellazioni, erano stanchi e infastiditi. Cosa che non gli era successa dopo aver partecipato ad altre costellazioni. Direi che è anche molto importante sciogliere il legame fra l’attore e ciò che rappresenta. Cosa che non tutti i conduttori fanno fare ai partecipanti.

        Commento di gio904 | 3 maggio 2012 | Rispondi

  4. Porto l’esperienza di una costellazione sistemica, che è stata effettuate per reinstaurare un equilibrio (principalmente astrale) salubre all’interno di un gruppo di lavoro, una compagnia di teatrodanza. La facilitatrice, con una grande conoscenza della medicina cinese, ha lavorato con una struttura ben precisa:

    1. meditazione per onorare gli antenati di ognuno dei membri del gruppo;
    2. colloquio coi singoli membri, ma in cerchio ed alla presenza di tutti, per individuare in ogni individuo quale organo umano del corpo ‘COMPAGNIA’ esso/essa rappresentasse – io ero il fegato, rintracciato attraverso i muscoli.
    3. mini-costellazione familiare per ogni membro del gruppo, andando a ri-onorare gli antenati che erano in disagio. Scoprii di aver avuto un prozio che era stato escluso dai suoi fratelli per ragioni professionali. La sera mio padre mi confermò la storia, con mia grossa sorpresa. Per altro io faccio parte della 5a generazione di falegnami: prozio e nonno erano falegnami, l’elemento del fegato nella med. cin. è il Legno, il mio segno zodiacale cinese è Topo di Legno. (Ok, questo nella TEV non ci interessa granchè, però credo che abbia un suo significato.)
    Quando impersonavo gli antenati dei miei colleghi era palese che io stessi canalizzando dei movimenti e delle parole che provenivano da campi energetici altri di entità chiamate in causa.
    4. E’ stato ritrovato un elemento ‘escluso’ in ognuno dei partecipanti.
    5. E’ stata onorata un’antenatA ‘collettiva’ del corpo COMPAGNIA che era stata esclusa.

    Nei giorni a seguire ho avuto una grossa percezione della mia milza e del mio fegato (in med. cin. rispettivamente parte materna e paterna) i CO di entrambi attivati e in continua variazione, quasi proporzionali. Miglioramento del mio CO archetipo paterno.

    Settimane più tardi ho avuto un sogno in cui la facilitatrice ‘metteva a posto’ degli equilibri fra i miei due fratelli (io sono il figlio di mezzo).

    Confermo che ci sia una grossa relazione fra TEV e costellazioni familiari/sistemiche. Addirittura a volte questa facilitatrice (a mio avviso bravissima) lavora attraverso l’impersonare i corpi fisico/astrale/razionale/spirituale della famiglia, invece che/e poi successivamente sui singoli membri familiari.

    Commento di Matteo Graziano | 9 maggio 2012 | Rispondi

  5. noi siamo estensioni di dimensione familiare.. è molto forte nelle meccaniche di acqua.. tipo genitori pesci e cancro.. in quel caso la scelta è molto ampia nella propria vita in quanto si puo decidere anche con opportune meditazioni di isolare il nostro io e cercare la strada individuale.. questo ovviamente ha pregi e difetti..

    Commento di Efesto | 13 maggio 2012 | Rispondi

  6. … Salve io ho avuto modo di partecipare due volte alle costellazioni familiari ed entrambe le volte sono stata la protagonista posso assicurare che e’ una sensazione forte e si e’ guidati come per magia… Addirittura sentivo il male non mio ad un anca ma di una antenata che non sapevo fino a quel momento avesse realmente .
    Pazzesco!

    Commento di Eleonora | 25 luglio 2012 | Rispondi

  7. io ho un amica che dopo aver fatto una seduta di costellazione famigliare è andata fuori di testa…non so se la causa è da risalire a chi ha portato avanti la seduta fatto stà che un giorno si è sentita male a casa sua ,era seduta sul divano con le fotografie dei suoi bimbi ….quando è entrata la madre ..che era stata chiamata dal marito ha farfugliato…alcune parole dicendo che nelle foto non c’erano i suoi figli….bensi..lei e suo fratello……poi rivolgendosi a sua madre disse di andare via ….perchè era vestita di nero e attorno al suo corpo vedeva dei serpenti…..io non so più come fare…..la sua mamma è disperata…per la situazione e ora è in cura da uno psichiatra….aiutatemi ..vi prego!!!cosa possiamo fare x risolvere questo dramma!!

    Commento di nadia sanna | 11 agosto 2014 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: