Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

L’infinita era delle bufale: le “frequenze del solfeggio” (PRIMA PARTE)

TRADOTTO PER VOI dal povero RZ (e spero vorrete apprezzare lo sforzo condotto nel farlo, anche se – non posso nasconderlo – grazie all’uso di un potente antiemetico)

“I metodi di guarigione vibrazionale rappresentano nuovi modi per affrontare la malattia. I praticanti della medicina energetica sottile tentano di correggere la disfunzione nell’organismo umano attraverso la manipolazione dei livelli invisibili della struttura e della funzione umana integrale. La guarigione a livello di anatomia umana energia sottile si basa sulla comprensione della nuova fisica in base alla quale tutta la materia è, in effetti, una manifestazione di energia. Come la scienza e la tecnologia si evolvono per rendere visibile ciò che era un tempo invisibile, più scienziati e medici saranno costretti a cambiare il loro punto di vista sulla natura estesa degli esseri umani … “

David Hulse 

Negli ultimi anni, uno strumento di guarigione potente è stato reintrodotto al mondo! Le frequenze Solfeggio antiche. Grazie al Dr. Leonard Horowitz e il dottor Giuseppe Puleo, è stato il dottor Giuseppe Puleo che ha riscoperto i suoni Solfeggio negli anni ’70, trovando le frequenze curative uniche (misurate in hertz) di questi suoni. La cosa interessante è che ha trovato queste frequenze codificate nella Bibbia, nel libro dei Numeri, capitolo 7, versi 12-89. Ha usato il metodo pitagorico di riduzione numero di svelare i misteriosi sei modelli matematici codificati c’è: 396, 417, 528, 639, 741 e 852.

La storia dei toni solfeggio inizia con il re Davide, che poi passò i segreti a Salomone. Qualche tempo dopo Salomone, i toni sono stati persi. David è stato autore di quattro toni, che ha creato con le corde della sua lira. Questi toni sono tutti utilizzati con i salmi, anche da David. La matematica dei toni corrisponde la matematica dei salmi (geomatria). Il Cantico dei Cantici è stato considerato il più sacro dei salmi. 

Il matematico greco Pitagora (580-500 aC), faceva parte di una scuola di matematici chiamati Pitagorici. Ha trovato la lunghezza delle note con lunghezze di corda e ha preso atto della relazione tra la lunghezza della stringa e la nota prodotta. Ha anche scoperto che il rapporto tra varie frequenze sonore è l’inverso del rapporto delle lunghezze delle stringhe.

Durante la creazione del canto gregoriano, i toni sono stati riscoperti nel solfeggio, quelli basati su cinque note. Più tardi,  è stata aggiunta una sesta nota. Questi sono stati basati sulle scoperte di Pitagora e la sua armonia delle sfere. Anche questi sono stati successivamente persi. Negli anni ’90, al Dr. Joey Puleo è stato confidato il mistero del geomatria in una visione e le effettive frequenze in apparizioni di Giosuè e di un angelo che per il dottor Puleo non ha nome. Dopo la fine del millennio, a Joseph Crane è stato detto in una apparizione dell’Arcangelo Michele che due scale solfeggio esistono – una sacra e una profana. La sacra è conosciuta come il “solfeggio segreto.” Più tardi, Michael ha dato a Joe Crane sei delle frequenze del sacro solfeggio per essere utilizzato nella guarigione. E più recentemente, ha detto a Crane che un sottoinsieme delle frequenze esistenti, è chiamato frequenze del Maschile Divino.

 (SEGUE!)

16 ottobre 2012 Posted by | Senza categoria | 7 commenti