Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Rivoluzione Omega: una rivoluzione a metà? (1)

Avevo sentito parlare di un movimento musicale che si rifaceva alla musica antica e che sosteneva la necessità di portare l’attuale diapason a 440 Hz agli originali 432. Non solo, ma gli addetti ai lavori parlavano addirittura di una vera e propria cospirazione voluta da Roma. Come è noto, viviamo in un universo di cospiratori, alcuni dei quali hanno solo apparentemente sembianze umane, ma, alla sera, andando a letto, si tolgono la maschera da Homo Sapiens e si infilano sotto le coperte vestiti della sola pelle. Una pelle da rettili, anzi, da rettiloidi. Sapere che c’era una cospirazione partita addirittura da Roma (ma l’autore chi era? qualcuno del governo italiano? ma dai, se non sono capaci neppure di presentare delle liste elettorali! O forse, addirittura, Santa Romana Chiesa? Roba da far venire l’acquolina in bocca al buon Dan Brown!).

Non nego che la cosa mi aveva incuriosito al punto, che decisi di approfondire.

Continua a leggere

Annunci

23 marzo 2010 Posted by | Musica | , , , , , , , | 1 commento

La “magica” frequenza di 8 Hz, la risonanza Schumann e i nostri chakra

Rupert Sheldrake descrive i nostri corpi come gerarchie annidate di frequenze vibratorie che si manifestano come sistemi discreti all’interno di sistemi più grandi e più complicati. Un universo di strutture vibratorie da quelle elementari a quelle sempre più grandi e  sempre più complesse. Infatti, l’intero universo, dalle particelle sub-atomiche, alle forme di vita più complicate, alle nebulose ed alle galassie, può considerarsi come un gigantesco insieme di campi di risonanza di energia, tutti sempre in costante interazione tra loro.

Pertanto, è abbastanza plausibile credere che una vibrazione imposta esternamente possa avere un’influenza sulla nostra fisiologia. Ebbene, esiste una frequenza esterna, una vibrazione elettromagnetica che ci accompagna, ci avviluppa sin dalla nostra nascita, anzi, sin da quando il primo Homo Sapiens è comparso su questo pianeta. E’ la risonanza di Schumann, un gigantesco fenomeno planetario di risonanza magnetica, che deve il suo nome al fisico Winfried Otto Schumann, che lo previde matematicamente nel 1952. La superficie della Terra e la ionosfera interagiscono come due armature di un gigantesco condensatore, dove la Terra è la parte negativa e la ionosfera la parte positiva.

Continua a leggere

22 marzo 2010 Posted by | Ambiente, Chakra, Domoterapia Sottile, Energie Sottili, Scienza | , , , , , , , , | 17 commenti