Il blog di Roberto Zamperini

Se preferite avere un cancro piuttosto che pensare, cambiate Blog

Tracce degli Iperborei in Gran Bretagna: ma chi era Re Artù? (2)

Supporrò ora che siate arrivati a Glastonbury, che, trovata una sistemazione in qualche bred&breakfast, da queste parti più sporchetti del solito, che siate sopravvissuti alla vista

(1) di cercatori di UFO (gli alieni, non si sa perché, adorano scorrazzare sopra questi luoghi con i loro UFO);

(2) di colonne di preti e sacerdotesse druidi , tutti regolarmente coperti di candide vesti e dotati di lunghi bastoni, esattamente conformi alle illustrazioni dei depliant in distribuzione nelle librerie del paese;

(3) di esploratori New Age alla ricerca di cerchi nel grano, che sono sempre più complessi da quando hanno incominciato a calare le visite nei siti internet ad essi dedicati (ammesso che abbiate resistito alla tentazione di frequentare un seminario sulla natura occulta degli stessi cerchi)

e, infine, affranti da tutto ciò e dalla pessima colazione servita in uno sporco pub unsaccoalternativo, abbiate deciso di capirci qualcosa di questa Gerusalemme d’Occidente e vi siate chiesti finalmente:

ma, insomma, questo Re Artù è solo una favola inventata dal locale ufficio del turismo

o c’è qualcosa di vero?

Continua a leggere

29 giugno 2010 Posted by | Ambiente, Radiestesia, Storia | , , , , , , , , | 2 commenti